background preloader

Furniture Design

Facebook Twitter

Trenta mini librerie salvaspazio: foto - Living Corriere. Arredamento: i trend del 2016 - Living Corriere. Rupture: A Wall Cabinet by Filip Janssens. Loop Coat Hanger inspired by Waltz Classical Dance. Cassetti famosi in mostra. Robot di Mario Botta, realizzato per Alias nel 1989, al Museo Poldi Pezzoli di Milano.

Cassetti famosi in mostra

Fino al 25 aprile il Museo Poldi Pezzoldi di Milano ospita la mostra “Quasi segreti” dedicata al design di cassetti e cassettiere. La mostra è stata organizzata in collaborazione con Inventario, un progetto editoriale dell’azienda di lampade Foscarini. Gli oggetti raccolti nell’esposizione sono stati disegnati da famosi designer come Mario Botta (che ha disegnato la cassettiera del 1981 Robot), Ettore Sottsass (Ventisette cassetti, 2001) e Shiro Kuramata (Side1, 1970). Il museo Poldi Pezzoli nasce come casa museo del collezionista Gian Giacomo Poldi Pezzoli ed è stato aperto nel 1881; nelle mostre organizzate nel museo le opere esposte sono inserite all’interno dell’arredamento della casa. La casa editrice Corraini ha curato il catalogo della mostra, che oltre al saggio del curatore Beppe Finessi e alle immagini e descrizioni degli oggetti esposti, contiene una rassegna di altre cassettiere famose.

Delphi. Zoë Pawlak x Jeff Martin Credenzas. Mustique. The Quantum Table. The Skinny Table. Moor: Metropolis / 144. The Minimalist Furniture Made of Steel. &New est une société de mobilier moderne lancée par le duo de designers anglo-finlandais composé de Jo Wilton et Mirka Grohn.

The Minimalist Furniture Made of Steel

Le fer de lance de ce jeune studio est une utilisation de l’acier comme matériau solide et durable soit l’option parfaite pour réaliser des pièces minimalistes épurées. 7 edizioni d'autore - Elle Decor Italia. Cosa possono avere in comune Bjarke Ingels Group, Carlos Ott & Carlos Ponce de León, Jean Nouvel Design, Jun Igarashi, Neri & Hu, Snøhetta e Zaha Hadid Design, oltre al fatto di essere tutti dei famosi architetti?

7 edizioni d'autore - Elle Decor Italia

Ci può rispondere Fritz Hansen, che li ha voluti per un progetto speciale: l'anniversario del best seller Series 7 interpretato da 7 edizioni d'autore La sedia, disegnata da Arne Jacobsen nel 1955, quest’anno compie i suoi (primi) 60 anni. La sua linea semplice ed essenziale, con le gambe in acciaio e la scocca in legno composta da un unico pezzo – risultato di un complesso processo di lavorazione altamente tecnologico per l’epoca – l’hanno trasformata in icona del design nordico, venduta negli anni in milioni di esemplari. Per festeggiare questo successo, e in occasione della speciale ricorrenza, sono stati chiamati 7 architetti per creare una loro particolare interpretazione della seduta. Ciascuno con la propria sensibilità creativa e il proprio background culturale. Diatom Chair, Moroso Ross Lovegrove Necessary #244. Cercare di fare qualcosa di diverso progettando una sedia, è sempre più difficile.

Diatom Chair, Moroso Ross Lovegrove Necessary #244

Eppure qualcuno ci riesce ancora. Diatom, nata dalla collaborazione tra Moroso e Ross Lovegrove, con l'apporto di Feruglio Engineering, è una sedia di alluminio, con seduta e schienale ricavati da un'unica lastra pressoformata, impilabile virtualmente all’infinito, leggerissima, e utilizzabile sia per interni sia per esterni. Non spreca materiale, ha un costo contenuto, è interamente riciclabile e dura a lungo. Ed è anche bella. Trying to do something different when designing a chair is an ever more daunting task. Roberta Mutti. Best-of Creative Chairs on Fubiz. Dans ce best-of, Fubiz a sélectionné les assises les plus créatives en matière de Design : sofa et fauteuils en tout genre, en bois, en mousse, en forme de crânes ou de pieuvres, des plus élégants aux plus originaux, les sièges les plus marquants sont à découvrir dans la suite. 3D Printed Animal Chair Miniatures by Maximo Riera.

Best-of Creative Chairs on Fubiz

Monster Chair by Constantin Bolimond. Multi-Tasking Chairs by Song Seung-Yong. Luno Armchair by IL HOON ROH. Lounge chair Q1 by Odesd2. Happy Material Chairs by Pini Leibovich. Eclosion Sofa by Olivier Grégoire. Karuun, a new kind of rattan “can be used in previously unimaginable ways”. With the help of a patented treatment process natural rattan can be used in previously unimaginable ways.

Karuun, a new kind of rattan “can be used in previously unimaginable ways”.

When the capillaries are injected with various bulking agents, rattan is transformed from a limited-use wood into an innovative wood-based material of the future. The new material, karuun, is firmer, harder, weather-resistant and even has a new characteristic coloration. Rattan is a type of palm native mainly to tropical areas in Africa, Asia and Latin America, which provide an ideal warm and humid climate. Through visits to Indonesia, out for space became aware of this neglected material and soon developed a vision for reanimating its use. In Asia rattan is traditionally used as a material for furniture and is the foundation for many pieces. Imboh Armchair by Joe Velluto. Joe Velluto's Imboh is a modular upholstered chair that can be configured length- or width-wise.

Imboh Armchair by Joe Velluto

(Click the images below for full sized images) An upholstered base is equippable with a table, arm, and back and is built with sustainable materials (fabrics and wood) that are easily disposable. Officina, Magis Ronan & Erwan Bouroullec Necessary #358. Le sedie con struttura metallica si affermano sin dagli anni Venti del secolo scorso come simbolo di un approccio funzionalista al progetto, ovvero di un’estetica asciutta e scevra da inutili aggettivazioni.

Officina, Magis Ronan & Erwan Bouroullec Necessary #358

La collezione di sedute e tavoli Officina, firmata dai fratelli Bouroullec per Magis, sembrerebbe inserirsi nel solco di questa tradizione, ma, come spesso accade alla coppia d’oro del design francese, la realtà non corrisponde esattamente alle attese. La serie si caratterizza senz'altro per lo scheletro in metallo, ma quest’ultimo è molto diverso dall'estruso cromato, lucente e pulito che conferisce la tipica perfezione del fatto a macchina.