background preloader

Didattica per competenze

Facebook Twitter

Valutazione autentica. Un glossario europeo. Competenze chiave, europee, di base, di cittadinanza. Che differenza c’é? – Didattica per competenze. Pubblicato il 17 novembre 2014 Quattro tipi di competenze. Come sono definite? Quali sono le relazioni tra loro? Ci proponiamo qui di orientare chi si sentisse confuso, pur senza approfondire i dettagli che esamineremo una prossima volta. Andiamo con ordine. Il 18 dicembre 2006 la Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea ha pubblicato la Raccomandazione del Parlamento Europeo Parlamento Europeo e del Consiglio relativa a competenze chiave per l’apprendimento permanente. Il documento definisce 8 macrocompetenze (spesso chiamate colloquialmente, o per brevità, “Competenze Europee“) ed invita gli Stati membri a svilupparne l’offerta nell’ambito delle loro strategie di apprendimento permanente (che include esplicitamente l’istruzione e la formazione iniziale, ovvero scolastica).

Un importante passaggio del documento stabilisce che esse sono considerate ugualmente importanti: non va quindi stabilita tra di esse una gerarchia. Le competenze di base sono dunque articolate in quattro gruppi: Le Competenze Europee sono dieci. Quelle italiane ventidue. (ovvero: ma Otto é un numero perfetto?) – Didattica per competenze. Pubblicato il 21 novembre 2014 Prologo La scuola pitagorica pensava che il dieci fosse il numero perfetto (la tetraktýs, τετρακτύς). Secondo i matematici moderni, invece, un numero naturale n si dice perfetto quando é la somma dei suoi divisori propri: ad esempio il sei (6=3+2+1) e il ventotto (28=14+7+4+2+1) sono perfetti. Sempre secondo loro, otto é un numero lievemente difettivo. Il conteggio delle competenze A leggere i documenti, le Competenze Chiave per l’Apprendimento Permanente (volgarmente note come “le competenze europee”) sono 8.

Quelle italiane sono divise in due gruppi: gli Assi Culturali (sono quattro, la metà di otto) e le competenze chiave di cittadinanza, che sono di nuovo 8. In realtà poi gli Assi culturali non sono Competenze, ma dei raccoglitori di competenze, che sono in numero di 4-4-3-3 (che sembrerebbe il modulo di una squadra di calcio, se invece che in 11 si giocasse in 14 – forse arbitro e guardalinee sono compresi?) Tio4-4-3 Il caso delle competenze europee A. A. DaRe Didattica per competenze(1 2) DaRe Didattica per competenze(3) DaRe Didattica per competenze(4) DaRe Didattica per competenze(5) Competenze , Insegnare per competenze - Loescher Editore. Quaderno 02. Rigo analisi formativa. Uda cittadinanza. Piazza delle Competenze.

Accompagnamento alle Indicazioni per il curricolo Miur 2012 | Laboratorio di Ricerca Educativa Didattica. Progettare e valutare per competenze (Fiorino Tessaro) I fondamenti [ Download ] Prove e compiti autentici [ Download ]Rubriche e strumenti [ Download ] Lo sviluppo della competenza. Indicatori e processi per un modello di valutazione (Fiorino Tessaro) [ Download ] Traguardi delle Indicazioni 2012 e nodi concettuali La nostra proposta di lettura, secondo nodi concettuali, delle Indicazioni 2012 (Roberta Rigo) [Download] Schede di lettura e di interpretazione Italiano.

La costruzione del curricolo verticale Curricolo di Istituto e curricolo verticale (Margherita Gentile) [Download] Proposte di curricolo verticale. Italiano. I format Lo schema guidato per la costruzione del Curricolo Verticale di Istituto [Download]Lo schema guidato per progettare e documentare l’Unità Formativa di Apprendimento [Download]Lo schema guidato per costruire la matrice di valutazione [Download] Unità Formative di Apprendimento Unità di apprendimento “Orto in condotta” (Plinio Zatta) [ Download ] Apprendimento significativo – Didattica per competenze. Pubblicato il 5 novembre 2014 I già citati quaderni di Batini della serie “Percorsi per Competenze” esordiscono tutti elencando la stessa serie di Principi per un apprendimento significativo. Mi sembra una collezione ben meditata ed utile, e voglio contribuire a darle risalto: per questo li riprendo qui. Mi permetto però di rimescolarli: dopo lo splendido lavoro di analisi fatto da Federico, occorre fare una sintesi.

Una ventina di principi sono troppi per tenerli a mente. Tento quindi di operare una aggregazione per macrotematiche, ben sapendo che alcuni dei principi offrono molte facce, e quindi molte diverse possibilità di aggregazione. Quella proposta qui é un primo tentativo, e certamente solo uno dei tanti possibili. 1) Etica dell’apprendimento: perché dobbiamo e possiamo imparare Principio del valore L’apprendimento è fondamentale per noi come persone, come lavoratori, e implica conseguenze importanti per noi in quanto singoli soggetti e per il futuro delle società in cui viviamo. Dossier_competenze.pdf. Metodologie didattiche: un'introduzione. Lavorare per competenze: repertorio di unità di apprendimento già realizzate per scuola secondaria di II grado. Dopo segnalazione di Franca Da Re - a cui questo blog ha già dedicato altri post, con gratitudine - riporto il link in fondo alla pagina che rimanda ad un grande archivio di unità di apprendimento per competenze già svolte (o in via di realizzazione) per la scuola secondaria di II grado.

Si tratta di un fascicolo in PDF, scaricabile gratuitamente, di 181 pagine, che raccoglie 54 unità di apprendimento sviluppate (alcune solo parzialmente) nella scuola secondaria di II grado. Per scaricarlo vai in fondo alla pagina, alla voce "Scarica qui le unità di apprendimento per competenze" Questa mole di lavoro, utile e cospicua, è condivisa sulla Piazza Delle Competenze, realizzata dall'USR del Veneto. Le unità di apprendimento sono realizzate secondo il modello che trovi cliccando qui. Sono corredate di consegna agli allievi, piano di lavoro, diagramma di Gannt, esempio di griglia per la valutazione delle dimensioni di processo. Quaderno 05. Quaderno 07. Quaderno 06. Didattica.