background preloader

Film donne

Facebook Twitter

Piccole donne (film 1994) Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Piccole donne (film 1994)

Piccole donne (Little Women) è un film del 1994, diretto dalla regista australiana Gillian Armstrong. È il terzo film sonoro tratto dal libro di Louise May Alcott, il primo con una regia al femminile. Due versioni del libro realizzate in film muto sono andate perse. È stata Winona Ryder a insistere nel progetto, e ha ritagliato per sé il ruolo di Jo. Nel 1869, il signor March venne richiamato un'altra volta alle armi nel corso della "guerra di secessione americana". Il giardino segreto (film 1993) Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il giardino segreto (film 1993)

Mary, bambina di 9/10 anni, vive in India assieme ai suoi genitori, che non si occupano mai di lei. Non uno di meno. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Non uno di meno

Non uno di meno (Yi ge dou bu neng shao) è un film del 1999 diretto da ZhanIl film ha ottenuto il Leone d'oro alla 56ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. Una ragazzina di 13 anni viene assunta per una breve supplenza nella scuola di una zona rurale e misera della Cina, in cui anche i gessetti sono un bene prezioso. Affronta completamente impreparata le difficoltà dell’insegnamento e stenta a imporre attenzione e ordine ai piccoli scolari. L’assenza di uno degli alunni, costretto dalla situazione familiare a lavorare in città, la costringe ad affrontare un viaggio disagevole e un’affannosa ricerca. L’avventura sarà coronata da un imprevedibile successo grazie alla paziente insistenza della maestra e all’intervento "salvifico" della "televisione verità" che fa miracoli anche un Paese comunista. Ecco i collegamenti per diventare un film : La bicicletta verde. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La bicicletta verde

La bicicletta verde (Wadjda) è un film del 2012 scritto e diretto da Haifaa Al-Mansour. §Trama[modifica | modifica wikitesto] Arabia Saudita - In un paese dove è sconveniente per le donne andare in bicicletta, farsi osservare dagli uomini per strada, non coprirsi capelli e volto con il velo, la piccola Wadjda, una bambina molto sveglia e spigliata, talvolta irriverente nei confronti del "conformismo" religioso, ha un piccolo amico che abita vicino alla sua casa che gira spesso su una bicicletta che la bambina, più volte, si fa prestare per girare sul tetto della propria abitazione, senza farsi vedere, e vuole sfidarlo in una gara a due: ma non ha una bicicletta. Un giorno mentre si sta recando a scuola vede una bicicletta verde, nuova, ancora avvolta nel cellophane, trasportata sul tetto di una macchina; la segue fino ad arrivare nei pressi di un emporio in cui sarà messa in vendita: decide di comprarla.

Matilda 6 mitica. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Matilda 6 mitica

§Trama[modifica | modifica wikitesto] Matilda Wormwood è una bambina di sei anni, molto sensibile e dotata di un’intelligenza straordinaria. La piccola ha però la sfortuna di essere nata nella peggiore delle famiglie: suo padre Harry è un disonesto rivenditore di automobili usate (che trucca nei modi più improbabili), sua madre Zinnia una donna superficiale e vanitosa con il vizio del bingo e il fratello maggiore, Michael, un prepotente che la tratta malissimo. Little Miss Sunshine. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Little Miss Sunshine

Little Miss Sunshine è un film del 2006 diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris. La sceneggiatura è stata scritta da Michael Arndt, qui al suo debutto. La pellicola è stata prodotta dalla Big Beach Films con un budget di 8 milioni di dollari[1]. Le riprese vennero effettuate in Arizona e in California ed iniziarono il 6 giugno 2005 per durare 30 giorni. Il film venne presentato al Sundance Film Festival il 20 gennaio 2006 e i diritti di distribuzione vennero acquisiti dalla Fox Searchlight Pictures formalizzando, così, uno degli accordi più importanti della storia del festival[2].

Little Miss Sunshine venne accolto positivamente dalla critica ed ebbe un incasso di 100,5 milioni di dollari. §Trama[modifica | modifica wikitesto] I protagonisti di questa commedia appartengono tutti alla strana famiglia Hoover, residente ad Albuquerque, nel Nuovo Messico. La mattina successiva Olive scopre che suo nonno non si sveglia. Durata totale: 46:25. Il colore viola. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il colore viola

Mona Lisa Smile. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mona Lisa Smile

Mona Lisa Smile è un film del 2003 diretto da Mike Newell. È uscito nelle sale sia degli Stati Uniti che in quelle italiane il 19 dicembre 2003. §Trama[modifica | modifica wikitesto] Stati Uniti, 1953, tempi di guerra fredda, maccartismo e integrazione razziale. La trentaseienne nubile Katherine Ann Watson giunge dalla soleggiata California, nel prestigioso collegio femminile di Wellesley come docente di storia dell'arte. Completamente in contrasto con i suoi principi, la professoressa decide quindi di offrire alle ragazze nuovi punti di vista con l'aiuto dell'arte, inimicandosi così il corpo docente e, almeno inizialmente, le sue stesse studentesse.

§Accoglienza[modifica | modifica wikitesto] All'uscita nelle sale cinematografiche statunitensi, la pellicola si classificò seconda dopo Il Signore degli Anelli - Il ritorno del Re.[1] A fronte di un budget di circa 65 milioni di dollari, ha totalizzato un incasso globale di 141,337,989 dollari. Sognando Beckham. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sognando Beckham

Sognando Beckham (Bend It Like Beckham) è un film del 2002 diretto da Gurinder Chadha, interpretato da Parminder Nagra, Keira Knightley e Jonathan Rhys Meyers. Prodotto e girato in Gran Bretagna, le riprese si sono svolte anche in Germania e negli Stati Uniti d'America. Parte della colonna sonora è di Malkit Singh, cantante bhangra indiano. È stato il primo film occidentale a venire trasmesso dalla televisione nordcoreana.[1] §Trama[modifica | modifica wikitesto] Durante il matrimonio della sorella di Jess, il padre, stanco di vedere la figlia triste, le permetterà di andare a giocare la finale del torneo, in cui la ragazza segnerà. Le donne vere hanno le curve. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le donne vere hanno le curve

Le donne vere hanno le curve (Real Women Have Curves) è un film del 2002 diretto da Patricia Cardoso, in cui la giovane protagonista è interpretata dall'attrice America Ferrera. Il film è tratto dall'opera teatrale Real Women Have Curves di Josefina Lopez. Il film ha ottenuto cinque milioni di dollari e ha portato alla notorietà l'allora sconosciuta al pubblico America Ferrera. §Trama[modifica | modifica wikitesto] Il plot ruota intorno ad Ana Garcia, un'adolescente messicana che vive nella zona ad est di Los Angeles.