background preloader

Digitale

Facebook Twitter

How to create short answer activities in Socrative. Video Quiz. Elisabetta. Impari. Nicolina. Comunicato Federico Invernizzi- Dall’inizio dell’anno scolastico WeSchool è già stata adottata da alcune decine di migliaia tra professori e studenti.

Nicolina

Oggi diventa gratis per tutti gli utenti delle scuole di ogni ordine. I dati sull’utilizzo raccontano di un coinvolgimento altissimo nelle classi e di un uso, forse tra le prime volte, davvero blended: gli accessi avvengono metà al mattino – da scuola – e metà al pomeriggio – con lo studio individuale. Impari. A cosa serve questo modulo ?

Impari

Se nel vostro PC è installata una WEBCAM , potete produrre un video direttamente da un browser, senza che ci sia bisogno di scaricarsi nulla, Questo modulo serve per creare un video di commento ad un altro video, in modo da rendere personale e adatto ad un contesto didattico particolare un video già presente in youtube, creato sia da voi che da altre persone.

Il modulo consta di tre oggetti: A questo punto avete due video su youtube, quello che avete prodotto con il commento e l'originale. Solo dopo aver inserito su Youtube il video che avete prodotto, potete cliccare sul pulsante Continua pagina per sincronizzarli. CONTENUTI MULTIMEDIALI. Immagini 500px Raccolta di siti.

CONTENUTI MULTIMEDIALI

Lo Storytelling-via ad un corso gratuito - Acchiappalanotizia.it. Carlotta. La classe collaborativa di WeSchool diventa da oggi gratuita per tutte le scuole.

Carlotta

La piattaforma lanciata la scorsa estate da Marco De Rossi (già fondatore dell’e-learning Oilproject) permette di capovolgere lo schema della lezione frontale coinvolgendo gli studenti in gruppi di studio e verifiche-quiz istantanee. WeSchool permette di aggregare contenuti di vario genere, senza mai dover uscire dall’ambiente della piattaforma: dai corsi di inglese di Duolingo ai video su Youtube, passando per Google Docs o libri di testo digitali. WeSchool è stata creata per offrire uno strumento da usare in classe, ma anche a casa, in un mix che unisce la lezione collaborativa con l’e-learning. Biagio. Maria Pia. Google Drive: correggere automaticamente le verifiche! - GRIMPO! Abbiamo recentemente pubblicato un articolo su come utilizzare Google Moduli per somministrare delle verifiche.

Google Drive: correggere automaticamente le verifiche! - GRIMPO!

Come annunciato, questo articolo di occuperà di come correggere “automaticamente” le risposte inserite. Partiamo dalla considerazione che il tempo che serve per correggere una verifica – specialmente una verifica a risposta multipla – è tempo perso che nulla ha a che fare con l’insegnamento o la didattica. Proviamo a quantificarlo: ipotizzando di avere una classe di 25 studenti e di impiegare mediamente 4 minuti per correggere ogni verifica (è una stima per difetto!) Google Drive in classe: le verifiche #4 - GRIMPO! Continuiamo la serie di articoli su come Utilizzare Google Drive in classe.

Google Drive in classe: le verifiche #4 - GRIMPO!

Siamo già al quarto esempio. Questo articolo è dedicato ad un argomento non semplice ma straordinariamente importante ossia la verifica. Sono consapevole di come questo sia un punto spinoso perché ci sono diverse correnti di pensiero su come dovrebbero essere, su quante dovrebbero essere e persino su qual è il loro scopo. Google Drive in classe: mappe concettuali #3 - GRIMPO! Continuiamo la serie di articoli operativi su come utilizzare Google Drive in classe (gli altri erano qui e qui).

Google Drive in classe: mappe concettuali #3 - GRIMPO!

Google Drive è davvero uno strumento potente e flessibile che non è stato espressamente pensato per l’uso didattico tuttavia, comprendendone la logica di fondo e i fondamentali, possiamo trarre così tanto per il lavoro in classe da poter quasi imperniare su di esso buona parte delle nostra impostazione in didattica. Oggi vedremo come utilizzare Google Drive per la costruzione di mappe concettuali preparare anche a più mani. Google Drive in classe: creare documenti condivisi - GRIMPO! Nel precedente articolo dedicato all’uso di Google Drive in classe abbiamo parlato della distribuzione di materiale (è possibile leggere l’articolo cliccando qui), oggi invece vorremmo parlare di come utilizzare Google Drive per scrivere e commentare collettivamente un documento.

Google Drive in classe: creare documenti condivisi - GRIMPO!

Insomma una nuova strada per la collaborazione. Diciamo innanzitutto che con Google Drive è possibile creare diversi tipi di documenti; quelli base sono: Documenti di testo tipo Word > Documenti GoogleFogli Elettronici tipo Excel > Fogli GooglePresentazioni tipo PowerPoint > Presentazioni Google E’ possibile poi, in realtà, aggiungere moltissimi altri tipi di file … ma questo sarà oggetto di un altro articolo. Vorrei premettere che, per quanta è la mia esperienza, questi tipi di documenti, se pure non dispongono di tutte le opzioni di Word, Excel e PowerPoint sono largamente sufficienti per tutti gli usi “standard”. Usi di Google Drive in classe: eccone uno! - GRIMPO! Innanzitutto partiamo dal capire, esattamente, che cos’è Google Drive.

Usi di Google Drive in classe: eccone uno! - GRIMPO!

Ecco la definizione di Wikipedia: Google Drive è un servizio, in ambiente cloud computing, di memorizzazione e sincronizzazione online introdotto da Google il 24 aprile 2012. Il servizio comprende il file hosting, il file sharing e la modifica collaborativa di documenti inizialmente fino a 5 GB, da ottobre 2013 fino a 15 GB gratuiti (inclusivi dello spazio di memorizzazione di Gmail e delle foto di Google+) estendibili fino a 30 TB in totale Google Drive, per cui è disponibile anche una Google App, comprende una serie di strumenti per la produttività e la collaborazione. Google Drive è utilizzato da milioni di persone professionalmente o per uso personale.