background preloader

English tools

Facebook Twitter

Creare un PDF flipbook: in 4 minuti. TUTORIAL GOOGLE DOC. App per prof (Luca Raina) Come usare Q&A e Puntatore Laser con Google Presentazioni. Wikispaces: il quaderno virtuale. Tutorial Prezi Italiano. Strumenti. App per prof #12 PEARLTREES (Archivi condivisi) Coggle Tutorial: Do more with Coggles. 5 utilità per Google Documenti. TitanPad. Contenuti di apprendimento integrativi. English ESL ELT. Classe Capovolta: Scuola per la didattica 2.0. Digital Literacy and Inclusion.

Web 2.0 Tools. Materie Letterarie e TIC. English ESL ELT. APP per PROF. Padlet in 3 minuti. Popplet in 5 minuti. Prezi in 6 minuti. Padlet is the easiest way to create and collaborate in the world. Come usare Google Spaces nella didattica. L’Aula del XXI Secolo come Ambiente di Apprendimento. La “Scuola” intesa come Spazio Fisico Nel dibattito sulla riforma della scuola viene spesso sottovalutata l’importanza della scuola intesa come “Habitat“, spazio fisico e architettonico in cui ha luogo il processo di insegnamento e apprendimento.

L’Aula del XXI Secolo come Ambiente di Apprendimento

L’idea che gli ambienti in cui si svolge l’attività educativa siano come lo Spazio newtoniano “vuoti contenitori” caratterizzati da uniformità e universale omologazione, ha radici antiche nella scuola italiana. Negli altri paesi monitorati dall’OECD, esistono architetti specializzati nello School Design, che lavorano insieme ai rappresentanti di docenti e studenti per creare gli spazi educativi. Ma è davvero irrilevante lo spazio nel quale si svolge la didattica? Può migliorare l’apprendimento scolastico in edifici cadenti e fuori norma? L’ambiente didattico deve essere solo uno scatolone vuoto? Usiamo Whatsapp sul pc - Animatori digitali - Angela Pecci e Giuseppe Magliano. Lezioni capovolte e nuove prassi: ecco cosa c’è da sapere. Se tecnologici proprio dobbiamo essere allora facciamo in modo di esserlo col cervello.

Lezioni capovolte e nuove prassi: ecco cosa c’è da sapere

Se dobbiamo educare alle nuove tecnologie – perché, a questo punto, non se ne può proprio fare a meno – facciamolo creando consapevolezza, senso critico e avvedutezza. C’è poco da girarci attorno: ormai non possiamo più prescindere da tecnologia e processi digitali in atto; non possiamo far finta che gli sviluppi tecnologici e sociali della rete internet degli ultimi vent’anni abbiamo cambiato il nostro approccio all’informazione e alla formazione. La continua partecipazione attiva nel produrre contenuti multimediali e fruirne di nuovi sta coinvolgendo tutti in maniera vorticosa, sviluppando reti di utenti che creano, rielaborano e condividono nuovi materiali digitali. Questa rivoluzione ha cambiato il modo fruire delle informazioni e, inevitabilmente, ha influito anche sul modo di apprendere.

Come usare Padlet - seconda parte. Didattica capovolta. Creare una bacheca virtuale con Padlet. Come usare Padlet - prima parte. MANUALE DI ISTRUZIONE PADLET - LA STORIA DI LUIGI.