background preloader

Teamdigitale

Facebook Twitter

SAI CONTARE FINO A 8 MILIARDI? 7 miliardi: guida alla crescita globale. Statistiche mondiali in tempo reale. PIL totale - De Agostini Geografia - Statistiche Mondo: economia, lavoro, risorse, PIL, energia, governo, istruzione, agricoltura, allevamento, pesca, industria, turismo, superficie, trasporti, commercio, giustizia, densità di popolazione, dati statistici. Foto 7 miliardi, la Terra scoppia - 1 di 14. National Geographic Italia, gennaio 2011 Entro quest'anno la popolazione mondiale raggiungerà la fatidica cifra di sette miliardi di abitanti.

Foto 7 miliardi, la Terra scoppia - 1 di 14

Nel 2045 nove miliardi di persone calpesteranno un pianeta sempre più affollato e sfruttato. Una fotogalleria su un mondo sempre più affollato. Oxfam: all'1% della popolazione la metà della ricchezza mondiale - Wired. Rapporto-Oxfam-Gennaio-2016_-Un-Economia-per-lunopercento. L’1 per cento della popolazione mondiale possiede una ricchezza pari a quella del restante 99 per cento. Food and Agriculture Organization of the United Nations. Dalla Scuola - Repubblica@SCUOLA - Il giornale web con gli studenti. La popolazione mondiale sta crescendo in modo esorbitante: ogni anno nascono circa 75 milioni di persone in più rispetto a quelle che muoiono.

Dalla Scuola - Repubblica@SCUOLA - Il giornale web con gli studenti

Questo porta a conseguenze assai pesanti per quanto riguarda il controllo di un mondo sovraffollato. Proprio ora, più che mai, ora che il nostra pianeta è sull’orlo di una crisi climatica, la crescita esponenziale delle nascite potrebbe essere una catastrofe. Trovare risorse essenziali, quali cibo, acqua, vestiti, case ed energia per 7 miliardi di persone è un compito incredibilmente complesso.

Le falde acquifere si stanno prosciugando e le foreste pluviali stanno lasciando il posto a coltivazioni intensive. Come sostiene J. La battaglia per il cibo del futuro. Senza Stati e senza bandiere Il braccio finanziario dell'operazione Land grabbing, domande e risposte Un inganno come ai tempi delle colonie Per salvarci dobbiamo cambiare dieta Senza Stati e senza bandieredi MICHELE DI SALVO ROMA - Quella che sta avvenendo è la più imponente operazione di invasione e colonizzazione della storia dell'umanità, che farebbe impallidire le mitologie su Genghis Khan o le manie di grandezza di Hitler, ma che non teme nemmeno la concorrenza storica del colonialismo dei secoli scorsi.

La battaglia per il cibo del futuro

Oltre 5 milioni di somali hanno bisogno immediato di cibo. In Somalia i segni della crisi sono ovunque.

Oltre 5 milioni di somali hanno bisogno immediato di cibo

Ogni giorno migliaia di persone si riversano nella capitale Mogadiscio in cerca di cibo. In una sola giornata oltre 7mila sfollati hanno cercato aiuto in un centro alimentare, che però non è in grado di soddisfare una domanda così alta. Dossier Statistico Immigrazione. Sei grafici ci dicono come smontare i luoghi comuni sull’immigrazione - Jacopo Ottaviani.

Alla fine del 2013 l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) aveva annunciato il superamento di una soglia storica: per la prima volta dalla seconda guerra mondiale il mondo ha registrato più di 50 milioni di profughi.

Sei grafici ci dicono come smontare i luoghi comuni sull’immigrazione - Jacopo Ottaviani

Un anno dopo il numero è arrivato a 59,5 milioni. Intanto, nei primi nove mesi del 2015 secondo l’Unhcr più di 411mila migranti hanno attraversato il Mediterraneo per raggiungere il vecchio continente, superando il totale degli arrivi nei quattro anni precedenti (dal 2010 al 2014). Le rotte migratorie sono cambiate, il tema è entrato nel programma di lavoro dei governi ed è al centro del dibattito pubblico europeo. In un contesto così complicato i dati possono aiutare a capire meglio la realtà. 1) L’Europa rischia l’invasione? Quanti siamo, come siamo. Nel 2016 le persone residenti in Italia erano 60 milioni e 579mila, 86mila in meno rispetto al 2015, in cui già erano stati stimati 179mila residenti in meno rispetto al 2014.

Quanti siamo, come siamo

Tra i residenti, i cittadini italiani sono 55 milioni e 551mila, mentre il restante 8,3 per cento sono stranieri. Sono alcuni dei dati pubblicati oggi dall’ISTAT nel rapporto “indicatori demografici“, una statistica annuale che raccoglie le più importanti stime sulla situazione della popolazione italiana. Il calo nel numero dei residenti nel 2016 è il secondo più grande di sempre dopo quello del 2015: l’anno scorso sono nate ancora meno persone di quelle che erano nate l’anno prima, ma sono state di meno anche le morti. Il calo della popolazione non riguarda tutte le regioni: nelle due regioni più popolose, Lazio e Lombardia, il numero di residenti è aumentato, rispettivamente dell’1,3 e dell’1,1 per cento.