background preloader

.caisson

Facebook Twitter

- Connexion. STORIA Italia Unita. The Game | #1 Escape Game à Paris. Ce site Web utilise des cookies pour s'assurer que vous obtenez la meilleure expérience possible sur notre site Web. En savoir plus RefuserAccepter 1500m2 d'Escape Game en plein coeur de Paris répartis sur deux locaux ! Venez tester un jeu d'évasion grandeur nature en équipe de 3 à 5 personnes. Dans des décors de cinéma saisissants, réalisés par des professionnels de parcs d'attraction et des magiciens,vous aurez une heure pour résoudre des énigmes, découvrir des passages secrets et réaliser votre mission.

Venez vous divertir avec un nouveau concept qui mêle le meilleur de la réflexion, de la coopération d'équipe, et une bonne dose d'adrénaline ! Encore hésitant ? Braquage à la française Le plus grand bandit de la ville cherche une équipe de choc pour un braquage. Braquage du casino Max, malfrat légendaire est de nouveau sur un braquage. L'Enlèvement Paris, 1959, une jeune danseuse a été enlevée. Saurez-vous la tirer des griffes de ses agresseurs ? Le Métro Les Catacombes Le trésor des Templiers. STORIA Italia Unita. STORIA Rivoluzione industriale. STORIA Rivoluzione industriale. Proiezioni cartografiche. 5☆ stars - Timber - Just Dance 2014 - Wii U. Just Dance 2020: Que Calor - Major Lazer (feat. J Balvin & El Alfa) | Fanmade Mash-Up. Just Dance 2019 l Poker Face by Lady Gaga l Fanmade. Formation des RRUPN (Référent aux Ressources Numériques Pédagogiques)

Vie de commercial. Pearltrees. Daniele Silvestri - Il Mio Nemico. Monitoraggio settimanale Covid-19, il commento di Gianni Rezza al report 21-27 settembre. Tutte le pubblicazioni mie o a cui ho contribuito. Alcuni giochi on-line per una didattica del Medioevo. In questo articolo si segnalano alcuni siti di musei che propongono attività didattiche correlate alla storia medievale, da svolgersi sia alla Lim in modo collaborativo sia in aula informatica in coppia: in ambedue i casi è utile il confronto con il compagno o con l’intera classe, perché si instaurino quei meccanismi che favoriscono l’apprendimento.

Poiché i musei anglosassoni riservano una cura particolare all’aspetto didattico e all’aggiornamento degli insegnanti, gran parte delle risorse segnalate è in inglese, ma questo ormai non può costituire un ostacolo, anzi, può essere visto nell’ottica di attuazione di un Clil. Se alcune attività sono di difficile applicazione perché riferite a territori diversi, si possono comunque trarre degli spunti operativi interessanti. Popolazioni in Scozia Nel sito del National Museum of Scotland (www.nms.ac.uk) troviamo attività relative ad alcune popolazioni particolari: i Pitti e i Vichinghi. Acquista questo articolo Procedi all'acquisto.

Fornire supporto alle scuole della Sardegna durante l’emergenza Coronavirus. La moderna "scrivania digitale" del docente di storia contemporanea e didattica per competenze - Novecento.org. Abstract Il percorso, partendo dai nuclei tematici per la Storia delle Indicazioni nazionali, propone delle attività da svolgersi in classe e i relativi strumenti on-line utili per un didattica collaborativa e per la documentazione dei processi. Nella prima parte dell’intervento viene presentata l’esperienza concreta di una classe 2.0 e l’utilizzo di diverse applicazioni e dispositivi digitali per comunicare fra allievi e relatrice. Anna Rita Vizzari – estratto n. 1 della relazione sulla scrivania digitale Partendo dai nuclei tematici delle Indicazioni nazionali utilizzati dalla relatrice per classificare le risorse, viene presentata una carrellata di strumenti on-line riguardanti l’uso delle fonti, in particolare archivi, musei, biblioteche, siti archeologici. Anna Rita Vizzari – estratto n. 2 della relazione sulla scrivania digitale Anna Rita Vizzari – estratto n. 3 della relazione sulla scrivania digitale Anna Rita Vizzari – estratto n. 4 della relazione sulla scrivania digitale.

Il BYOD di Anna Rita Vizzari - byod. Il BYOD di Anna Rita Vizzari In questo video presentiamo la nascita di una prassi didattica proposta non dalla scuola bensì dai genitori, che si sono ispirati al rapporto 1:1 della preesistente cl@sse 2.0. Ogni alunno porta almeno un dispositivo: chi il netbook, chi il tablet, tutti lo smartphone, talvolta perfino la Nintendo DS (per realizzare brevi filmati di documentazione).

Questa iniziativa del BYOD partita dalle famiglie ha rappresentato un notevole passo in avanti rispetto alla diffidenza iniziale di alcuni genitori della cl@sse 2.0, che temevano di non poter controllare i compiti fatti dal loro figlio al computer. Peraltro neppure sapevamo che esistesse il BYOD... personalmente ho conosciuto questo acronimo proprio grazie a Roberto Bondi. Escape Room nella Didattica. Tipologie di abitazione: dal virtuale al reale e ritorno. Il progetto “particolare” di una classe prima del cagliaritano nell’ambito del progetto europeo iTEC: si analizzano le tipologie abitative sia con strumenti tecnologici sia con materiali reali.

L’esperienza è stata presentata al III Convegno di Education 2.0. Insegno Lettere nella scuola secondaria di 1° grado e, nell’anno scolastico 2011-12, avevo una prima numerosa ed eterogenea in cui buona parte degli alunni era motivata ed entusiasta. Non solo: molti genitori, dopo aver visto l’esperienza della mia terza, che era una cl@sse 2.0, mi avevano chiesto se potevano acquistare i netbook per i propri figli. Così, in una classe di 24 alunni, ben 16 portavano il proprio computer in classe, non per un’imposizione, bensì per scelta. Come valorizzare questa fortuna estendendone i benefici anche agli alunni che non disponevano di computer? Data la situazione, quando ho avuto la possibilità di partecipare ad iTEC, ne ho approfittato. **Il blog “Una lavagna al giorno” di Anna Rita Vizzarri. Spolia - Journal of medieval studies: Un dipinto unico in Sardegna. Un dipinto unico in Sardegna: l'Incontro dei tre vivi e dei tre morti Se arriviamo a Bosa, vale la pena di salire fino al Castello di Serravalle, dentro la cui cinta muraria si erge la chiesa di Nostra Signora di Sos Regnos Altos all'interno della quale, su tre pareti, è presente un ciclo pittorico, ripartito in scomparti di diverse dimensioni su due registri orizzontali.

I soggetti raffigurati sono: l'Adorazione dei Magi, l'Ultima Cena, San Francesco che riceve le stigmate, San Martino che dona il mantello al povero, San Giorgio che sconfigge il drago, San Lorenzo martirizzato sulla graticola, Maria Maddalena penitente nel deserto, San Cristoforo con il bambino sulle spalle, Santa Lucia, l'Arcangelo Michele, la Donna Celeste, cortei di Santi e Sante (nonché Dottori della Chiesa ed Evangelisti), l'Incontro dei tre vivi e dei tre morti. Sullo sfondo si stagliano alcuni vegetali identificati come una pianta avviluppata da edera, corbezzoli e gigli. Anna Rita Vizzari. Foto per Dolce & Gabbana. Details that have inspired by the powers of the images the designers for the SS11 Dolce&Gabbana Collection.

Fragments that you can take with you and create a sense of ethereal dream. The heat is in Black and White with two exclusive photos of Herbert List. When you are going to be fully immersed in the city you will have a reminder of beauty as seen in nature or in the details of Sicily to bring you the right amount of pure hope you desire. Some things we wish for are closer and more attainable than we think. Think simple and you will open the way to profound sensations. Photo Credits for shopping bag: Pietro Izzo Photo Credits shopping bag: Octopus,Corfu 1938 Heribert List Estate, Hamburg Photo Credits shopping bag: At the Mediterranean Sea, Liguria 1936 Heribert List Estate, Hamburg Photo Credits shopping bag: Annarita Vizzari Image Styled by Yuri Ahn.

Source: Dolce&Gabbana. Social media nella didattica: l’esperienza e-EAV. La scorsa primavera, con grande piacere ho accolto la proposta della dott.ssa Maria Ranieri di coinvolgere una classe nella sperimentazione – all’interno del progetto europeo "e-Engagement against violence" (1) – del percorso ideato da Elena Palmisano oltre che dalla stessa Maria Ranieri. Il suddetto percorso, che era stato allestito per le scuole superiori, offriva un ventaglio di moduli e di unità. Il modulo da me individuato era "Attivismo online e networking", all’interno del quale avevo scelto le seguenti unità, tutte della durata di due ore: Che cos’è l’attivismo online.Net activism. Una introduzione storica. Tradurre i diritti umani in post, tweet e post-it. Come costruire una Fan Page contro la discriminazione nei social network. Perché ho scelto questo modulo e queste unità? «L’unità si propone di far esercitare gli studenti nella produzione di messaggi multimediali, in particolare post e tweet, relativi alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

Fonti (LIM) Tempus fugit - Il nostro cammino. Come si fa una ricerca? by Anna Rita Vizzari on Prezi. 5 w + 1 H Method by Anna Rita Vizzari on Prezi. Dibattito risorgimentale. STORIA cause IGM. CONGRESSO DI VIENNA. Guerra Fredda: Europa divisa - Geeksestu. Politica. Storia Colonialismo e Imperialismo. STORIA Risorgimento. Cl@ssi 2.0: l’esperienza di una scuola del Cagliaritano. Di Anna Rita Vizzari Scuola Secondaria di 1° Grado “A. Gramsci” di Sestu Ancora un anno e sarà finita l’esperienza di cl@ssi 2.0 Scuola Secondaria di 1° Grado, che ha coinvolto 156 classi italiane 6 delle quali sarde, 1 delle quali nella scuola “Antonio Gramsci” di Sestu, cittadina alle porte di Cagliari (1). Si sa che le classi vincitrici hanno ricevuto dal Ministero 30.000 euro da spendere in dotazioni informatiche per alunni e docenti della classe coinvolta. Era stato da subito chiarito che i docenti del consiglio di classe non avrebbero ricevuto alcun compenso per la mole di lavoro in più e che la contropartita era costituita in sostanza da due elementi: la documentazione didattica on-line e un monitoraggio particolare.

Situazione della classe e obiettivi La classe designata era – ed è – variegata e complessa. Quali obiettivi si sono prefissi? Quali tecnologie? I prodotti didattici La documentazione didattica Quali strategie? Il setting d’aula. Problematiche Progressi Qualche esempio? Çatalhöyük su Second Life. Scrivanie virtuali per ITEC 3.

Da Settembre a Dicembre 2012, nell’arco di tre mesi, ho avuto l’opportunità di sperimentare nella mia classe seconda il ciclo 3 di iTEC (acronimo per «Innovative Technologies for an Engaging Classroom»: cfr. itec.eun.org), un percorso concepito e proposto dall’Università di Aalto in Finlandia (itec.aalto.fi) nonché gestito in Italia dall’Indire. Si trattava di implementare e di sperimentare in classe una learning story, ossia un’ipotesi di percorso strutturato in un’insolita forma narrativa che includesse e rispettasse delle learning activities, ossia delle attività didattiche basate su compiti autentici.

Per l’impianto progettuale rimando ai link forniti sopra: da questo momento incentrerò l’attenzione sulla mia progettazione e sull’esperienza in classe. Fig. 1 - Alunna che consulta la scrivania virtuale di Manuela Monari Fig. 2 - Ogni alunno con il suo dispositivo Le scrivanie virtuali sono state realizzate su Glogster o su Wallwisher. Fig. 3 - Scrivania virtuale su Wallwhisher. Mondi virtuali: scenari immersivi per la didattica - PDF. 1 200 3 Mondi virtuali: scenari immersivi per la didattica Come fare Storia nella scuola secondaria con le nuove tecnologie? Anna Rita Vizzari Occorre mettere le tecnologie al servizio delle esigenze del docente. Per questo sono necessarie sperimentazioni che provino a far convivere gli strumenti e i know how con le ragioni dell epistemologia storica.

Che cosa sono i mondi virtuali? Chiamati anche «mondi sintetici» o «metaversi», i mondi virtuali sono degli ambienti tridimensionali in cui gli utenti sono rappresentati da avatar che si muovono nello spazio, comunicano fra loro e contribuiscono a creare lo spazio stesso. I mondi virtuali non sono siti Internet e hanno bisogno di un browser (cioè il navigatore che consente di visualizzare le pagine web) differente da quello che serve per il web. 2 ml ni imparano facendo. 3 Fig. 1 Simulazione di Roma Transtiberim di Torin Golding ( blogspot.com): fonti materiali. 3 Mondi virtuali: scenari immersivi per la didattica Cfr. LA RIPRESA DELL'ECONOMIA.jpg (JPEG Image, 1712 × 895 pixels) - Scaled (59%) Enrico VIII.jpg (JPEG Image, 792 × 340 pixels) 30 anni.png (PNG Image, 790 × 450 pixels)

Attività su Holbein. STORIA Rivoluzione industriale. Ferrumanca.png (PNG Image, 574 × 656 pixels) Protestanti.jpg (JPEG Image, 1030 × 612 pixels) - Scaled (99%) Çatalhöyük su Second Life. Lo Stendardo di Ur. Monastero su Second Life. Dipinto medioevale trentino. MesiTrento. Storia Investiture. La Chiesa nel X Secolo Gli ecclesiastici non si potevano sposare. Usare il denaro per ottenere qualcosa Compravendita di cariche ecclesiastiche. Fu un modello contro la corruzione della Chiesa Lotta per le investiture: chi doveva nominare i VESCOVI-CONTI? Lotta investiture. 05 marzo 2010 castelli. Arabi, Ungari e Normanni. Webalunni: Perché cadde l'Impero Romano d'Occidente? Preistoria. STORIA civiltàantiche. Domus pompeiana costruita da me su Second Learning World (Edmondo INDIRE) Geocompetenze. Schema studio regione by Anna Rita Vizzari on Prezi.

Schema studio nazione by Anna Rita Vizzari on Prezi. Calaméo - Percorso sulla Città. Tipi di Grafici by Anna Rita Vizzari on Prezi. GEOGRAFIA Clima. Climatici2. Calaméo - Scala Mercalli. GEOGRAFIA: settori produttivi2. Mondi virtuali: scenari immersivi per la didattica. Come fare Storia nella scuola secondaria con le nuove tecnologie? Occorre mettere le tecnologie al servizio delle esigenze del docente. Per questo sono necessarie sperimentazioni che provino a far convivere gli strumenti e i know how con le ragioni dell’epistemologia storica. Che cosa sono i mondi virtuali?

Chiamati anche «mondi sintetici» o «metaversi », i mondi virtuali sono degli ambienti tridimensionali in cui gli utenti sono rappresentati da avatar che si muovono nello spazio, comunicano fra loro e contribuiscono a creare lo spazio stesso. I mondi virtuali non sono siti Internet e hanno bisogno di un browser (cioè il “navigatore” che consente di visualizzare le pagine web) differente da quello che serve per il web. Per accedere ai mondi virtuali bisogna generalmente: - scaricare un software da un determinato sito;- registrarsi fornendo il nickname(o nome utente) che contrassegnerà il proprio avatar.

Scarica l'articolo completo Articolo completo Fai clic sull'icona del file a lato per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF. GEOGRAFIA StrumentiGeografoSimulazioni. GEOGRAFIA StrumentiGeografoHome. GEOGRAFIA StrumentiGeografoCartografia. Riduzione in scala e tipi di cartina by Anna Rita Vizzari on Prezi. Fuso orario e ora legale: teoria e pratica. by Anna Rita Vizzari on Prezi. Le Coordinate geografiche by Anna Rita Vizzari on Prezi. BLOG Una lavagnata al giorno: post con tag "mondi virtuali" Dopo mesi di febbrile lavoro fra libri e computer, vedo la fine del tunnel; poi so che avrò nostalgia di quella condizione creativa ed entrerò in nuovi tunnel (a dire il vero ci sono già dentro: nuovi impegni e nuovi progetti).

Ma questo è tempo di raccolta: si vede finalmente il frutto del proprio lavoro (anche se ci sono le revisioni... ancora non è finita!). Manca ancora un po' al lancio, ma visto che nel web esiste traccia, mi sento autorizzata a parlarne pure io. Non so quale dei due lavori citare per primo: sono innamorata di ambedue. Uno è l'ebook "Archeodidattica Virtuale. Appunti sull’uso didattico dei mondi virtuali per l’Archeologia e la Storia Antica", della casa editrice BBN (di Noa Carpignano).

Si tratta del numero 1 (quale onore!) Della nuova collana, diretta da Maria Grazia Fiore: "Visioni condivise". Niente immagini, stavolta... immagino di non poterle ancora rendere pubbliche :). Edito il 24 Agosto per inserire le immagini. BLOG Una lavagnata al giorno: Minecraft per ricostruzioni virtuali di Storia e Geografia: alcuni esempi. BLOG Edescape | Anna Rita Vizzari | USR Sardegna. Mondi virtuali e 3D. EDITORIA BBN Storia e mondi virtu...- Mappa Mentale. Archeodidattica virtuale di Anna ...- Mappa Mentale.

3D, 360°, Muve. DidaSfera - Ambiente didattico digitale | BBN editrice. Archeologia e Storia nei mondi virtuali on Vimeo. Slide Siracusa 2010. EBOOK (pdf) Archeodidattica Virtuale Bibienne. ARTICOLO (pdf) su "Mundus": La Preistoria digitale. ARTICOLO (pdf) su "Mundus": Mondi virtuali - scenari immersivi per la didattica. Articoli e CDD per Indire. 7. La Preistoria digitale: dal Web ai mondi virtuali passando per la LIM. strumenti e risorse per una Didattica della Preistoria. OLD Nel Catalogo Erickson. Anna Rita Vizzari - Erickson. Metarepertorio (Repertorio di Repertori) a cura di Anna Rita Vizzari. = = = sans graphiste ni développeur. 100 outils pour lancer sa startup sans développeur ni graphiste (et presque sans argent)

Caccia al tesoro aumentata: un’esperienza. Risorsa Padlet. Transports logistique. Devoirs faits par ipadlabo30 sur Genially. Iconothèque historique de l'océan Indien.