background preloader

MOOC

Facebook Twitter

7 siti dove apprendere nuove competenze. «Sono cose che a scuola o all’università non si imparano».

7 siti dove apprendere nuove competenze

Spesso chi fiinisce gli studi universitari si trova a rispondere così a chi gli chiede di dimostrare alcune competenze. Non sempre però le nozioni teoriche apprese sui libri servono ad assecondare le necessità aziendali. Per chi è determinato a fare tutto, ma davvero tutto quello che gli viene chiesto a lavoro esistono delle soluzioni. Non servono soldi, ma solo tempo e impegno nel consultare alcuni siti che offrono corsi online. Qui di seguito 7 piattaforme su cui è possibile studiare per tenere in allenamento il cervello e fare un salto di qualità a lavoro. 1. Alison è la piattaforma più adatta per chi vuole ricevere un certificato o un diploma online. 2. Linguaggi di programmazione, big data, strategie di business, design interattivo. 3. Per chi è alla ricerca di un catalogo sempre aggiornato di possibilità di apprendimento free, basta rivolgersi a Open Education Database. Corsi universitari online e gratuiti, anche in Italia. L'Italia fa un altro piccolo passo nella modernità con l'inaugurazione del progetto EduOpen.eu.

Corsi universitari online e gratuiti, anche in Italia

Realizzato da Cineca e GARR, si tratta di un Mooc (Massive Open Online Courses). O, in termini più semplici, corsi universitari online e gratuiti per tutti. Il progetto, finanziato dal MIUR (Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca) con 100.000 euro, vede la partecipazione di 14 università pubbliche del nostro paese.

I docenti hanno sviluppato i corsi e creato il materiale a cui tutti possiamo accedere online gratuitamente. I nomi di riferimento nel settore sono senz'altro Coursera e Khan Academy, ma le occasioni di avere formazione di livello universitario online si sono moltiplicate negli ultimi anni. Non che nel nostro Paese fossero mancate iniziative indipendenti in precedenza, come l'ammirevole (ma non unico) Oil Project. Quanto a questi ultimi, c'è un po' di tutto: medicina, programmazione, matematica, e tanto altro. MOOC in italiano - Formazione on line - TorinoGiovani.

I MOOC in lingua italiana Le principali piattafome MOOC con corsi in lingua italiana attualmente disponibili sono le seguenti: Coursera L'Università di Roma La Sapienza, partner di Coursera, offre alcuni corsi in lingua italiana.

MOOC in italiano - Formazione on line - TorinoGiovani

Eduopen. Ischool, Stella Fumagalli: Istruzione a costo z... Come usare le Open Educational Resources nell'Insegnamento. Online Courses. Open Education Scoreboard: risorse educative e ... TED: Ideas worth spreading. MOOC, le principali piattaforme Massive Open Online Course - Formazione on line - TorinoGiovani. MOOC. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

MOOC

I MOOC (Massive Open Online Courses, in italiano: Corsi online massivi aperti) sono dei corsi online aperti pensati per una formazione a distanza che coinvolga un numero elevato di utenti. I partecipanti ai corsi provengono da varie aree geografiche e accedono ai contenuti unicamente via web. L'accesso ai corsi non richiede il pagamento di una tassa di iscrizione e permette di usufruire dei materiali degli stessi.[1][2] Storia[modifica | modifica wikitesto] L'acronimo MOOC è stato utilizzato per la prima volta nel 2008 nel corso "Connectivism and Connective Knowledge" del professor George Siemens della Athabasca University. Ambienti e piattaforme[modifica | modifica wikitesto] Voci correlate[modifica | modifica wikitesto] Note[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione a costo zero con i MOOC, corsi aperti a tutti. MOOC è l’acronimo di Massive Open Online Courses (Corsi Massivi Aperti a Tutti) e si riferisce quindi a corsi online – generalmente di livello universitario – a cui può accedere chiunque da qualsiasi parte del mondo pagando una quota irrisoria o, talvolta, anche gratis.

Istruzione a costo zero con i MOOC, corsi aperti a tutti

In questo articolo Stella Fumagalli, web editor per l’agenzia digitale Axura, spiega l’origine e i vantaggi dei MOOC, sintetizzando un suo precedente intervento pubblicato sul blog aziendale e disponibile qui. L’origine dei MOOC I MOOC hanno fatto il loro debutto negli USA nel 2011, ma è stato nel 2012 che il loro successo ha raggiunto l’apice; non sorprende che questo fenomeno trovi le proprie origini in America, basti pensare infatti che nel 2012 il debito medio di uno studente universitario statunitense era di circa 30.000 dollari. Qual è la novità, chiederete voi? E’ sempre stato così, le università d’oltreoceano costano care. Un’istruzione a costo zero L’identikit degli studenti MOOC Un’istruzione più democratica.

Istruzione gratuita e di qualità: e se la risposta fosse… MOOC? Ci sono poche certezze nella vita, ma questa è una di quelle (fonte immagine: “I prestiti per gli studenti sono come Justin Bieber: non spariscono mai, non importa quanto lo desideri”.

Istruzione gratuita e di qualità: e se la risposta fosse… MOOC?

Questa caustica affermazione ci strappa un sorriso, ma ci lascia anche l’amaro in bocca: infatti descrive alla perfezione la difficile realtà di migliaia di studenti americani che escono dalle università con una laurea in mano ma anche un debito da decine di migliaia di dollari sul groppone. Quanti, per l’esattezza?

Il debito medio di uno studente universitario americano nel 2012 era di circa 30.000 dollari, più o meno equivalente a quello degli anni precedenti. Ma allora cos’è cambiato? Mooc. MOOC (Massive Open Online Course): prospettive e rischi per la formaz…

PIATTAFORME DI RIFERIMENTO

MOOC IN ITALIA.