background preloader

Marialuciaprestianni

Facebook Twitter

Maria Lucia Prestianni

Piani di miglioramento. Creare videolezioni con EdPuzzle. Edpuzzle. Content Curation - Cura dei Contenuti. Presentare idee - Presentation Tools - Digital Story Telling. Atavist: dallo storytelling alla pubblicazione di qualsiasi contenuto multimediale online. Atavist è un altro strumento molto versatile con cui è possibile realizzare digital storytelling in classe, ma anche utilissimo per la flipped classroom in quanto è possibile costruire lezioni, arricchendole di ogni tipologia di media.

Atavist: dallo storytelling alla pubblicazione di qualsiasi contenuto multimediale online

Si tratta di una piattaforma freemium che prevede un profilo free in grado di soddisfare le esigenze per un utilizzo di questo strumento nella didattica. Nato come vero e proprio strumento editoriale, Atavist si propone come utilissima risorsa per la scuola, grazie alla facilità con cui è possibile digitalizzare contenuti di apprendimento. Come potrete verificare, accanto all'editor di testo è presente un comando + che permette di inserire vari blocchi corrispondenti a media diversi (immagini, video, slideshow, podcast o file musicali, mappe, grafici, codici embed, tabelle e molto altro ancora. Al termine potrete pubblicare le vostre narrazioni digitali rendendole fruibili a tutti oppure proteggendole attraverso una password.

Articoli correlati. Socrative. Video e didattica. HOME - [ISTITUTO COMPRENSIVO MINA’ PALUMBO] RUBRICHE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA. Jigsaw in un'attività di geografia. Il sito italiano di CodeWeek.EU. Programmare con Scratch. Il coding, come spiegato in questo articolo della bravissima Maria Filomia, è un nuovo linguaggio, uno strumento d’apprendimento che si basa sul pensiero computazionale, la possibilità di fare compiere azioni ad un computer dopo avere stabilito dei comandi.

Programmare con Scratch

Oltre alla necessità di potenziamento dell’informatica nelle scuole, dovuta a un futuro sempre più “digitale” per tutte le professioni, l’idea alla base del coding è anche il fatto che insegnare il pensiero computazionale ai bambini migliora l’attitudine alla ricerca, alla logica, al problem solving, mette in moto l’individuazione di strategie e aiuta nello sviluppo del pensiero astratto.

Con milioni di utenti registrati e attualmente più di 40 lingue a disposizione, la piattaforma più conosciuta in questo ambito è Scratch. In Scratch è possibile creare i propri progetti, osservare quelli degli altri, commentare, condividere e scambiarsi reciprocamente aiuto e impressioni. È necessario registrarsi, la piattaforma è gratuita. 10 app per insegnare a programmare ai ragazzi.

Una selezione di app che aiutano i bambini a sviluppare competenze di problem-solving e di analisi critica Pubblicato *SupersizeContenuto forte: è lungo, ma vale la pena Tutti gli stickers Il coding è un’attività per bambini in rapida crescita non solo per chi sogna di essere un programmatore da grande.

10 app per insegnare a programmare ai ragazzi

Per stimolarli a iniziare ci sono una serie di app che insegnano come costruire da soli giochi e altre attività usando un’interfaccia visuale o stringhe di codice. Lightbot Jr 4+ Coding Puzzle (4+ anni) Leggi anche: iPhone, l’app di Facebook consuma troppa batteria Si presenta ai bambini sotto forma di un simpatico robot, insieme a blocchi disposti si più livelli e una manciata di icone drag-and-drop per la programmazione. Con il raggiungimento degli obiettivi di programmazione i bambini riusciranno a sbloccare nuovi livelli e imparano così concetti più avanzati. Ivana Sacchi e gli esempi di utilizzo di Blockly per il coding in classe. Qualche tempo fa segnalai Blockly Games, come preziosa risorsa per il coding in classe.

Ivana Sacchi e gli esempi di utilizzo di Blockly per il coding in classe

Oggi vorrei proporvi alcuni esempi di utilizzo di Blockly per specifiche attività didattiche realizzate da Ivana Sacchi. Alcune delle attività sono state elaborate direttamente da Ivana, altre fanno riferimento a diverse proposte elaborate da Neil Fraser e altri ( Tutte le attività proposte sono in versione online e quindi utilizzabili preferibilmente da una postazione (LIM?) Per evitare problemi di caricamento. Appena sarà disponibile la versione scaricabile, i bambini potranno utilizzare questi splendidi materiali sui loro dispositivi. Per ogni gioco presente (Betta Coniglietta, Ranocchia, Ape logica, Colora le collane, Missione spaziale, Problemi e Tartaruga) trovate una gran quantità di proposte, per esercitare diverse abilità. Animatore Digitale: una nuova risorsa o un déjà vu? – Educazione Democratica.

Di e ¶ La figura dell’Animatore Digitale, al di là della sua etichetta forgiata in un registro linguistico di tipo propagandistico, vero segno dei tempi, può acquisire un senso se mette in gioco gli strumenti disponibili per la comunicazione e condivisione interna ed esterna e se riveste il ruolo dell’enzima che favorisce l’emergere di disponibilità e competenze latenti, mentre se recita la parte del tecnologo «pontificatore», depositario di strumenti salvifici, è destinato al fallimento.

Animatore Digitale: una nuova risorsa o un déjà vu? – Educazione Democratica

Tuttavia l’ambiguità di questa figura e l’incertezza del suo statuto sembrano la conseguenza di un approccio al tema dell’innovazione scolastica eccessivamente decisionista, forse viziato da presupposti ideologici non sufficientemente meditati dal punto di vista epistemologico e didattico e in parte condizionato da antiche carenze organizzative. a. L’Animatore Digitale può svolgere la sua funzione in molteplici modi. Il rischio esiste. Dicevamo della didattica. Ma dobbiamo chiederci anche altro. Recap: Ambiente gestione attività della ...