background preloader

Artisti

Facebook Twitter

La rissa di Picasso e Matisse. Una videoanimazione. L’atmosfera di forte competizione che c’era tra Henri Matisse e Pablo Picasso è ben nota.

La rissa di Picasso e Matisse. Una videoanimazione

Si osservavano, si studiavano a vicenda, portando avanti una specie di guerra estetica, un rivaleggiare a colpi di opere d’arte. Quando Gertrude Stein li aveva fatti conoscere nel 1909, Matisse le aveva detto che lui e Picasso erano “diversi come il Polo Sud e il Polo Nord”. Questo affascinante rapporto, fatto di stima e rivalità, è stato raccontato più volte dai loro contemporanei e dagli storici dell’arte, oltre a essere indagato in alcune mostre storiche, come quelle organizzate dal Kimbell Art Museum, in Texas (Matisse and Picasso: a Gentle Rivalry, 1999) e dal MoMA di New York (Matisse Picasso, 2003). Il video del nuovo museo dedicato a Mondrian. Il Surrealismo di Salvador Dalí. Il legame tra il cinema e le altre discipline visive è noto.

Il Surrealismo di Salvador Dalí

Ma quali contorni assume nella poetica di un artista non convenzionale come Salvador Dalí? Dallo schermo alla tela e viceversa, un’immersione nell’universo onirico del maestro spagnolo. Lungo la multiforme storia del cinema, diverse sono state le influenze che hanno contraddistinto nel tempo la settima arte, in un prolungato rapporto di scambio osmotico con il teatro, la musica e la pittura. An a-z of david hockney. A is for A Bigger SplashWhere else could we start but A Bigger Splash?

an a-z of david hockney

Conveniently it starts with A. If you were to reduce the entire 60 plus years of Hockney's varied career into one image in the public imagination, then it would be this. A swimming pool. Flat, thick, blocks of acrylic. Odd sensation of depth. B is for BradfordBradford couldn't be less California could it, but somehow those two places are what jump straight to mind when we think of the blond bombshell. 20 pittori da indovinare. © Eurydyka Kata e Rafał Szczawiński Eurydyka Kata e Rafał Szczawiński sono due graphic designer polacchi e formano il duo Redesign, che si occupa di grafica, impaginazione e prodotto.

20 pittori da indovinare

Come nel loro precedente lavoro sulle serie televisive, con questo progetto i due provano a tracciare in maniera minimalista il profilo di alcuni dei più importanti artisti e pittori della storia dell’arte. Il progetto si chiama Iconic Painters ed è composto da una serie di poster nei quali sono rappresentati tre simboli stilizzati. Alcuni sono piuttosto difficili da indovinare e richiedono qualche conoscenza di storia dell’arte, altri si richiamano a stili entrati nell’immaginario popolare e quindi sono più facili da riconoscere.

I due designer polacchi hanno un sito nel quale si possono vedere anche i lavori professionali che la coppia crea per aziende e prodotti e un blog dove pubblicano i progetti più personali e le loro idee legate al mondo della grafica, del disegno. La grande mostra di Pipilotti Rist a New York. Il potere dietro il velo: intervista a Shirin Neshat. Scritto da Valentina Tanni | domenica, 28 agosto 2016 · 0.

Il potere dietro il velo: intervista a Shirin Neshat

Confessioni d'autore: parla Alberto Giacometti. Scritto da Helga Marsala | martedì, 27 settembre 2016 · 0 IL FALLIMENTO COME CONDIZIONE VITALE Il genio allo specchio.

Confessioni d'autore: parla Alberto Giacometti

Il paradosso degli amanti senza volto di Magritte. L'opera di Louise Bourgeois raccontata in un video. 5 artisti italiani da conoscere per spacciarsi da intenditore. Pubblicato Un ambizioso progetto ha inaugurato il 29 gennaio al Museion, museo d’arte contemporanea di Bolzano.

5 artisti italiani da conoscere per spacciarsi da intenditore

Francesco Vezzoli, tra i maggiori artisti italiani contemporanei della nuova generazione, firma ben due mostre, una in cui sono le sue opere ad essere protagoniste (a cura di Letizia Ragaglia, fino al 16 maggio 2016) , l’altra che lo vede nei panni di curatore della collezione permanente (fino al 6 novembre 2016). Vezzoli è un nome fondamentale che ben conoscono gli appassionati d’arte nostrana e sedicenti tali. Uno di quelli che non si possono scordare. Ma quali sono gli altri artisti contemporanei made in Italy che si sono imposti nel panorama internazionale? GIZMO » Architecture: research, criticism, books and news » Quello che la mostra su Escher non vi dirà. Tre mostre di Mimmo Paladino a Milano. Scritto da Stefano Bruzzese | lunedì, 27 giugno 2016 · 0 Mimmo Paladino, Senza titolo, 2006 – Galleria Christian Stein, Pero DENTRO IL LINGUAGGIO C’è qualcosa di arcaico, di ostinatamente primitivo in quasi tutta la produzione di Mimmo Paladino (Paduli, 1948), protagonista di due esposizioni milanesi divise in tre sedi, al Museo del Novecento (Disegnare le parole: Mimmo Paladino tra arte e letteratura) e nei due spazi della Galleria Christian Stein di Milano e di Pero.

Tre mostre di Mimmo Paladino a Milano

Verrebbe anzi da dire “necessariamente” primitivo, per un artista che, da quarant’anni ormai, lavora intorno a un’arte concepita come “un lento procedere intorno al linguaggio dei segni”. E il procedere dentro il linguaggio dei segni non può essere che un processo a ritroso, uno scavo fino ai termini minimi della nostra comprensione del mondo, del nostro rapporto figurale con la realtà. Mimmo Paladino – installation view at Galleria Christian Stein, Milano 2016 Stefano Bruzzese MORE INFO: MORE INFO: MORE INFO: Manetas. Eva and Franco Mattes > 0100101110101101.ORG. How to understand a Picasso painting. Un video su YouTube lo spiega. Making Sense of Marcel Duchamp. Conversazioni d’arte. Laura Tansini e Jannis Kounellis. Scritto da Laura Tansini | venerdì, 26 dicembre 2014 · 2 Jannis Kounellis Come hai scelto le opere [della mostra alla Fondazione Pomodoro di Milano, N.d.R.]?

Conversazioni d’arte. Laura Tansini e Jannis Kounellis

Cindy sherman ci racconta come cambia il corpo della donna. Intervista con Jannis Kounellis. Scritto da Carole Blumenfeld | domenica, 20 marzo 2016 · 2.

Intervista con Jannis Kounellis

Hopper

Van Gogh. Magritte.