background preloader

MALALA

Facebook Twitter

Vita, politica e curiosità

Malala racconta la sua storia. UPDATE: Agli esami di maturità 2015 una delle tracce prendeva spunto da un brano di Malala Yousafzai per riflettere sul diritto all'istruzione (QUI TUTTE LE TRACCE).

Malala racconta la sua storia

Il libro che ha reso nota l'allora quindicenne premio Nobel per la pace è "io sono Malala" di cui avevamo scritto la recensione. Eccola. Quindicenne del Pakistan famosa per il suo coraggioso attivismo contro l’estremismo talebano, Malala Yousafzai racconta la sua incredibile esperienza nell'autobiografia I am Malala. È stata pubblicata dalla casa editrice inglese Little, Brown. Malala Yousafzai, nata nel 1997, è famosa per il suo impegno nella lotta per i diritti civili delle donne nella valle dello Swat, una zona del Pakistan soffocata dal controllo degli estremisti islamici. "Malala è già fonte di ispirazione per milioni di persone nel mondo", ha commentato invece Michael Pietsch, vice presidente esecutivo della Little, Brown, "Leggendo la sua storia di coraggio e sopravvivenza le menti si aprono e i cuori si allargano.

La sua vita. Talebani. Un Nobel per la Pace ai diritti di bambini e adolescenti - Galileo. “Per la loro lotta contro l’oppressione di bambini e giovani e per il diritto di tutti i bambini all’istruzione”.

Un Nobel per la Pace ai diritti di bambini e adolescenti - Galileo

Con questa motivazione, il Comitato per il Nobel norvegese ha assegnato il premio Nobel per la pace 2014 a Kailash Satyarthi e Malala Yousafzay. “I bambini devono andare a scuola, non essere sfruttati finanziariamente”, ha spiegato Thorbjorn Jagland, direttore del comitato, annunciando il premio. “Nei paesi poveri del mondo, il 60% della popolazione attuale ha meno di 25 anni di età.

Un prerequisito per lo sviluppo globale pacifico è che i diritti di bambini e giovani siano rispettati. In particolare nelle zone di guerra, la violazione dei bambini porta alla continuazione della violenza di generazione in generazione”. Se l’anno scorso il comitato aveva deciso di premiare gli sforzi per la proibizione delle armi chimiche, dunque, stavolta il focus si è spostato sui diritti dei più giovani. Uno sguardo ai vincitori. Credits immagine: European Parliament/Flickr Via: Wired.it. Malala all'Onu sfida i taleban: “Non mi ridurrete al silenzio” - La ... Il Nobel per la Pace a Kailash Satyarthi e Malala Yousafzai. NOBEL – Tra i favoriti c’era Papa Francesco, e sarebbe stato il primo papa a ricevere il Nobel per la Pace nella storia.

Il Nobel per la Pace a Kailash Satyarthi e Malala Yousafzai

Poi c’era Edward Snowden, ora in asilo politico in Russia dopo il caso NSA-PRISM, un premio che avrebbe comunicato la fondamentale importanza di trasparenza sulle attività svolte dai governi. I vincitori, annunciati alle 11 a Oslo da Thorbjørn Jagland, sono stati invece Kailash Satyarthi, l’attivista indiano che si batte per tutelare i diritti dei bambini dagli anni Novanta e Malala Yousafzai, l’attivista pachistana che il 9 ottobre 2012 fu colpita dal colpo di pistola di un talebano tornando a casa da scuola, ed è diventata negli anni il simbolo dell’emancipazione femminile nei paesi musulmani per garantire alle donne e ai bambini il diritto all’educazione più volte violato.

Malala è una di noi. La Swat Valley, nel nord del Pakistan, tra gli altopiani del Kashmir e il Khyber Pass, una volta era un posto tranquillo e lussureggiante.

Malala è una di noi

Il Paese è stato governato da Miangul Abdul Haq Jahanzeb – il Wali, ossia il monarca assoluto dello Swat. Il Wali, un modernizzatore, ha costruito scuole per i suoi sudditi, aperte a ragazzi e ragazze, e si è pesonalmente recato nelle regioni remote dove nessuno aveva mai visto un'automobile. "Un posto bellissimo e incontaminato dove le montagne salgono fino a toccare le nuvole", così Zebu Jilani descrive la terra della sua infanzia. Malala Yousafzai vincitrice del Premio Sacharov 2013 - Europa. L'attivista pakistana per l'istruzione femminile Malala Yousafzai è la vincitrice del Premio Sacharov per la libertà di pensiero del 2013, a seguito della decisione odierna della Conferenza dei presidenti (Presidente del Parlamento europeo e leader dei gruppi politici).

Malala Yousafzai vincitrice del Premio Sacharov 2013 - Europa

Sarà invitata a ritirare il premio durante una seduta solenne che si terrà a Strasburgo il 20 novembre. "Con l'assegnazione del premio Sacharov a Malala Yousafzai, il Parlamento europeo riconosce l'incredibile forza di questa giovane donna. Malala coraggiosamente sostiene il diritto di tutti i bambini a un'equa istruzione. Tale diritto è troppo spesso trascurato quando si tratta di ragazze", ha dichiarato il Presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, annunciando il nome del vincitore. "Domani, 11 ottobre, ricorre la Giornata internazionale del bambino e della ragazza e vorrei ricordare che circa 250 milioni di ragazze nel mondo non possono recarsi liberamente a scuola.

Malala, 18 anni pieni di coraggio. Malala Yousafzai: "Troppa povertà, mancanza di libertà, paura e ... L'adolescente pakistana Malala Yousafzai, durante la cerimonia per il Premio Sacharov 2013 che si è tenuta il 20 novembre 2013 al Parlamento europeo di Strasburgo, ha fatto un appello appassionato a favore della scolarizzazione.

Malala Yousafzai: "Troppa povertà, mancanza di libertà, paura e ...

Ms Yousafzai è stata premiata per la sua lotta a favore dell'istruzione delle ragazze. Ha sottolineato come nonostante la minaccia della violenza dei talebani ci sia speranza: "Lo dimostra il fatto che oggi io sia qui. " Nel suo discorso, Malala Yousafzai ha sostenuto che la forza di un paese non si misura in base al suo esercito, ma all'educazione del suo popolo. "Questi bambini non vogliono un Iphone, una X-box, una Playstation o dei cioccolatini. Malala compie 18 anni e apre una scuola per rifugiate siriane - Ischool. “Oggi, nel mio primo giorno da adulta, a nome di tutti i bambini del mondo, chiedo ai leader del mondo di investire in libri e non in proiettili”.

Malala compie 18 anni e apre una scuola per rifugiate siriane - Ischool

Con queste parole, nel giorno del suo 18esimo compleanno, lo scorso 12 luglio, Malala Yousafzai ha inaugurato in Libano una scuola per ragazze in fuga dalla guerra siriana. “Invest in books and not bullets” ha ripetuto la vincitrice del premio Nobel per Pace 2014 (la più giovane della storia). Malala è diventata il simbolo della lotta per avere un’istruzione libera e accessibile a tutti dopo che nel 2012 i Talebani le hanno sparato mentre si trovava su uno scuolabus. I proiettili non l’hanno fermata, e le sue campagne a favore dell’istruzione femminile l’hanno portata al Nobel.

Malala Yousafzai e le ragazze siriane della scuola che ha aperto in Libano.

Libro di Malala

Film di Malala. Iqbal: un ragazzo coraggioso che ha lottato per i diritti dell'i.