background preloader

True or false???

Facebook Twitter

QUIZ INTERATTIVO: sai distinguere una notizia vera da una falsa? Bufale un tanto al chilo Le citazioni improbabili: Albert Einstein. Ma davvero Einstein ha detto questo?

Bufale un tanto al chilo Le citazioni improbabili: Albert Einstein

Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità: il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti Nessuno ne riporta una fonte, nessuno ha idea di quando sarebbe stata detta questa cosa, ma sempre più gente condivide immagini come quella qui sopra, o ancor meglio come quella qui sotto: Come fare un sacco di soldi con una notizia falsa. Cameron Harris ha 23 anni, ha da poco terminato l’università – dove è stato anche quarterback nella squadra di football – e negli ultimi mesi ha guadagnato decine di migliaia di dollari scrivendo notizie false nel tempo libero, dopo aver comprato per cinque dollari un dominio ormai inutilizzato, ChristianTimesNewspaper.com.

Come fare un sacco di soldi con una notizia falsa

Harris avrebbe potuto guadagnare altri 100 mila dollari vendendo il dominio, se non avesse perso il momento opportuno per farlo. Il giornalista Scott Shane ha raccontato la sua storia sul New York Times, dopo essere risalito a Harris tramite i dati relativi al dominio e averlo convinto a raccontare il suo progetto, di cui ha parlato «con un misto di senso di colpa per averlo fatto e di orgoglio per averlo fatto così bene».

Stiamo crescendo una generazione di “ignoranti digitali”? - ilSole24ORE. Non distinguono una notizia da una pubblicità online, non considerano minimamente l’attendibilità delle fonti delle notizie su Internet, sono facilmente ingannabili dai messaggi postati sui Social Network.

Stiamo crescendo una generazione di “ignoranti digitali”? - ilSole24ORE

No, non parlo dei nostri anziani genitori o dei nostri nonni, che in fondo un po’ sarebbero giustificati dalla poca dimestichezza col mezzo. Mi riferisco, drammaticamente, ai “nativi digitali”, quelli nati col tablet in mano e che ora vanno all’università o alle scuole superiori. Gli autori di una ricerca della Stanford University, condotta su 7.804 studenti in 12 Stati tra il gennaio 2015 e giugno 2016, la più ampia mai realizzata, sintetizzano in una parola l’abilità dei giovani di ragionare sull’attendibilità delle informazioni trovate su Internet: agghiacciante. Nella ricerca, per esempio, si legge che oltre l’80% degli studenti di scuola media non distingue su un sito Internet tra una pubblicità segnalata come tale e una notizia. Fare ricerche in rete: 10 dritte per riuscirci. Giusto per fare un esempio: a fine 1999, cercando la parola creatività con Virgilio (Google era appena nato e non era ancora così conosciuto) si trovavano 319 risultati.

Fare ricerche in rete: 10 dritte per riuscirci

Nel 2004, cercando creatività con Google se ne trovavano oltre 604.000 (nel caso vi chiedeste come faccio a saperlo: ho conservato i dati). Oggi chi cerca creatività con Google trova 11.400.000 risultati. Se invece si cerca con Google creativity si trovano 209 milioni di risultati. 3 Chrome Extensions To Cut Fake News Out Of Your Life. LazyTruth Chrome extension fact checks chain emails - The Verge. Citazioni errate - Wikiquote. Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni errate - Wikiquote

Rovine del tempio di Apollo a Delfi, dove era scritta l'esortazione «conosci te stesso» (γνῶθι σαυτόν), poi erroneamente attribuita a Talete, Solone, Chilone e Socrate Raccolta di citazioni generalmente ritenute corrette, ma in realtà errate. 0-9[modifica] 640K dovrebbero essere sufficienti per chiunque. (Bill Gates) Google News segnala gli articoli di fact-checking contro bufale e notizie false. Google News si aggiorna ed introduce all'interno della sezione del popolare motore di ricerca dedicata alle notizie una nuova etichetta per segnalare gli articoli che fanno fact-checking su determinati argomenti.

Google News segnala gli articoli di fact-checking contro bufale e notizie false

Come riportato nel blog ufficiale del colosso di Mountain View, da oggi il team di Big G ha introdotto una speciale etichetta "Fact-check" per evidenziare le testate che verificano le fonti, una soluzione per ridurre il numero di notizie false e infondate, sempre più diffuse all'interno dei social network. Grazie a questa novità tutti gli utenti che ogni giorno utilizzano Google come piattaforma per cercare e leggere le notizie avranno un'informazione in più per accertarsi della veridicità di una notizia. Vota l'articolo: 4 su 5.00 basato su 6 voti. Facebook, 4 studenti battono le bufale. Il problema delle false notizie presenti all’interno di Facebook che avrebbero aiutato in qualche modo la vittoria di Donald Trump alle presidenziali è un tema molto caldo di cui si sta dibattendo moltissimo in questi giorni.

Facebook, 4 studenti battono le bufale

Su questo tema si sta dicendo ogni giorno il contrario di quello affermato il giorno precedente, ma la realtà è che il social network ha un problema e cioè deve lavorare di più per eliminare il problema delle notizie false che circolano con troppa facilità all’interno della piattaforma. Come riporta il Washington Post, una soluzione ai problemi di Facebook potrebbe arrivare da un gruppo di quattro ragazzi, Anant Goel, Nabanita De, Qinglin Chen e Mark Craft, che avrebbero rapidamente risolto il problema del social network. Nel corso di una hackathon alla Princeton University, questi ragazzi sarebbero riusciti a risolvere il problema delle false notizie di Facebook in appena un giorno e mezzo.

Bufalopedia. Bufale internet - bufale facebook - Notizie false e bufale girano su internet, prima di condividere o indignarti, visita bufale.net! Bufale un tanto al chilo Home Page Butac - Bufale un tanto al chilo. Il Disinformatico.