background preloader

Didattica

Facebook Twitter

Corso formazione AD Sicilia - 3192 Patti (ME) Learning Bird. Mario Castoldi: Rubriche di valutazione. Giuseppe Ellerani: Rubriche e valutazione autentica. The Tech. K-12 Education Tips & Strategies That Work. Online math and English language arts practice. Mathematics. School Yourself - Free online math lessons. An MIT Learning Program Challenges Many Ed-Tech Assumptions. Biblioteca online completa sobre permacultura, bioconstrucción, agricultura ecológica y más.

Apreciados lectores, Parece un contrasentido, crear un método en la Apicultura del “no hacer” (Wu Wei, como lo denominó su creador), cuando precisamente esta “cultura” estudia a las abejas, que conforman uno de los modelos asociativos más complejos, organizadas y trabajadoras que se conocen de los seres vivos.

Biblioteca online completa sobre permacultura, bioconstrucción, agricultura ecológica y más

Sin embargo, si juntamos las técnicas… En "CSA ENTRANSICIÓN 2.0" Qué es la permacultura y cómo podemos aplicarla La permacultura es una respuesta que entrega herramientas factibles a nivel individual y colectivo, a la inquietud interna de cada ser humano, por querer conectarnos con la tierra. Por vivir una vida mas ecológica y consciente con nuestro entorno. En "Permacultura" National Resource & Referral Website for K-12 Education in the U.S. Learning Soft Skills In Childhood Can Prevent Harder Problems Later. Bjorn Rune Lie/Getty Images/Ikon Images Academic learning is usually in the spotlight at school, but teaching elementary-age students "soft" skills like self-control and social skills might help in keeping at-risk kids out of criminal trouble in the future, a study finds.

Learning Soft Skills In Childhood Can Prevent Harder Problems Later

Duke University researchers looked at a program called Fast Track, which was started in the early 1990s for children who were identified by their teachers and parents to be at high risk for developing aggressive behavioral problems. The students were randomized into two groups; half took part in the intervention, which included a teacher-led curriculum, parent training groups, academic tutoring and lessons in self-control and social skills. The program, which lasted from first grade through 10th grade, reduced delinquency, arrests and use of health and mental health services as the students aged through adolescence and young adulthood, as researchers explained in a separate study published earlier this year.

Minecraft in classe? «I bambini andrebbero a scuola anche la domenica» Sono un professionista informatico da parecchi anni ed ho sempre trovato divertente la paradossale battuta riproposta spesso come personalizzazione della propria firma sui forum della grande rete: “Al mondo esistono solo 10 tipi di persone: quelle che capiscono il codice binario e quelle che non lo capiscono”.

Minecraft in classe? «I bambini andrebbero a scuola anche la domenica»

Quando sono stato invitato il mese scorso al Microsoft Edu Day per raccontare dell’esperienza didattica introdotta presso la classe elementare IV A di Allumiere utilizzando lo “strumento” Minecraft non ho potuto fare a meno di esordire raccontando cio’ che in questi anni ho avuto modo di verificare sul campo: “Al mondo esistono solo due tipi di persone: quelle che conoscono Minecraft e quelle che non hanno figli (dai sei anni in su)”.

Minecraft come strumento di apprendimento basato sul gioco Minecraft come gioco inclusivo di genere Solo che invece di “limitarsi” a costruire la navicella spaziale di Star Wars, i ragazzi possono costruire pianeti interi. Video tutorial per insegnanti. La scuola senza classi: 5 soluzioni adottate in Europa. L’"aumento” digitale degli spazi della scuola, il ribaltamento del setting didattico implica un complessivo ripensamento dell’organizzazione scolastica, anche nei suoi spazi fisici e ambienti architettonici.

La scuola senza classi: 5 soluzioni adottate in Europa

Si prenda ad esempio il caso del cooperative learning, tipico della didattica digitale: l’accentuazione della collaborazione fra studenti, dello scambio di conoscenze, dell’aiuto reciproco - pur con tutte le mancanze, i vuoti, le delusioni, che l’apprendimento in rete può incontrare - ha invogliato a progettare una scuola che tenesse nel dovuto conto la vita sociale degli studenti a scuola. Si tratta di un bisogno di incontro, di vita e di apprendimento non limitato entro mura dell’aula, che, però, può essere assecondato e non represso dagli spazi stessi. Gli “spazi funzionali” sono stati attrezzati sulla base teorica degli studi di Nair, Finley e Lackney (2013).

Si tratta di spazi digitalmente e analogicamente infra-strutturati per rispondere alle esigenze degli studenti. 1. 2. Sviluppare le competenze attraverso compiti autentici. Scuola secondaria di primo e di secondo grado Le competenze, queste sconosciute Dalla scuola del primo ciclo d’istruzione all’obbligo formativo e ai percorsi d’istruzione secondaria superiore, i risultati scolastici vengono sempre più spesso declinati in termini di competenza e viene posto l’obbligo di certificare le competenze dimostrate dagli studenti.Due semplici definizioni per iniziare.

Sviluppare le competenze attraverso compiti autentici

Il Parlamento europeo nella sua raccomandazione del 23.04.2008 così definisce le competenze: «Le competenze sono la comprovata capacità di utilizzare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale. Nel contesto del Quadro europeo delle qualifiche le competenze sono descritte in termini di responsabilità e autonomia.» Qui viene messa in evidenza la dimensione dell’utilizzo per uno scopo di conoscenze, abilità e capacità. Se faccio capisco. La scuola dei laboratori. Di Fiorella Palomba* Premessa Se faccio, capisco è una frase magica che molti hanno utilizzato convenientemente.

Se faccio capisco. La scuola dei laboratori

Faccio riferimento a situazioni che conosco, ma immagino siano molte di più (Museo dei bambini di Washington, Bruno Munari – laboratorio “Giocare con l’arte” a Milano, accademia di Brera).