background preloader

The Odyssey Map

The Odyssey Map
A story map

http://esripm.maps.arcgis.com/apps/MapTour/index.html?appid=4fc9153f4d9248b9bab7011e3950b552&webmap=962ca9da38bf4c5e9439a6acf3dd1b3e

Related:  Story Maps (Best of)Didattica digitaleBazar temporaire 4Letteratura

Guamodì Scuola: Blendspace, come creare una lezione multimediale in pochi click Blendspace è una risorsa ottima per creare lezioni multimediali in modo facile ed intuitivo. Non è esagerato dire che in pochi click potrete avere a disposizione una lezione interessante - con video, immagini, testi, file - da condividere con la vostra classe. La registrazione è gratuita e avviene anche, semplicemente, con un account google. Nella schermata iniziale avrete, nella parte alta, lo spazio dedicato alle lezioni create, chiamato my lessons.

Introduzione all’epica. Cari ragazzi di I B, abbiamo finalmente iniziato il nostro viaggio nell’epica, che ci porterà a conoscere grandi poemi con l’Iliade, l’Odissea e l’Eneide. Prima di tutto ripercorriamo brevemente la storia del genere lettarario. Clicca sull’immagine per accedere alla presentazione: Adesso sei pronto per rispondere (per scritto, sul quaderno) alle seguenti domande: Che cos’è l’epica? Google Classroom: guida rapida per l’insegnante Recentemente, il 12 agosto 2014, Google ha lanciato il nuovo servizio chiamato Classroom, un’innovativa piattaforma che consente agli insegnanti di assegnare e monitorare i compiti agli studenti con tutta la semplicità e l’efficienza a cui ci ha ormai abituati il colosso di Mountain View. Ho pensato di realizzare questo tutorial per incuriosire insegnanti e studenti nella speranza che la piattaforma, che per inciso mi ha subito conquistato, venga adottata da un altissimo numero di utenti. Classroom attualmente consente di fare (benissimo) poche cose, ma questo è un pregio: la semplicità e l’intuitività del prodotto sono sbalorditive! Sono certo che Google ci riserverà ulteriori sorprese introducendo nuove funzionalità e miglioramenti di continuo, soprattutto se il prodotto, disponibile per le scuole e le università dotate del servizio gratuito Google Apps for Education, otterrà il successo che merita. P.S.: sono graditi suggerimenti e/o correzioni di eventuali inesattezze. Grazie

La scuola tartalenta: UGO FOSCOLO E NOI (Terza media) Il percorso per affrontare lo studio di Foscolo è stato il seguente: 1. Preparazione della base per creare il lapbook, dove raccogliere tutti i materiali 2. Presentazione del neoclassicismo in modo molto sintetico, concentrandosi sulle caratteristiche principali Risorse di didattica digitale Esempio di tavola Symbaloo con Great classroom tools LiveBinders: content curation, start page, organizzazione segnalibri; Lino.it: condivisione note, immagini, etc. (organizer e strumento di collaborazione e content curation); Qwiki: iPhone app che trasforma immagini e video in un video; LA TEORIA DEL PIACERE by giansi on Genially Transcription Prof. La Giansanti Leopardi e la teoria del piacere Digital Storytelling: Cos’è, come utilizzarlo nella didattica, con quali strumenti si realizza Il Digital Storytelling ovvero la Narrazione realizzata con strumenti digitali (web apps, webware) consiste nell’organizzare contenuti selezionati dal web in un sistema coerente, retto da una struttura narrativa, in modo da ottenere un racconto costituito da molteplici elementi di vario formato (video, audio, immagini, testi, mappe, ecc.). Caratteristiche di questa tipologia comunicativa sono: # il fascino: derivante dal carattere fabulatorio che possiedono le storie, dato che si tratta, fondamentalmente, di racconti; # la ricchezza e varietà di stimoli e significati: derivanti dall’alta densità informativa e dall’amalgama di codici, formati, eventi, personaggi, informazioni, che interagiscono tra loro attraverso molteplici percorsi e diverse relazioni analogiche. # Si tratta quindi di una forma di narrazione particolarmente indicata per forme comunicative come quelle proprie del giornalismo, della politica, del marketing, dell’autobiografia e anche della didattica. 1. 2.

Cosa vogliamo LN si articola in tre sezioni: una d'intervento culturale, una di letteratura contemporanea ed una di riflessione didattica. La prima sezione segue il Dibattito sulla "letteratura" e su di "noi", donne e uomini contemporanei, e contiene, saggi, interpretazioni, interviste, filmati, recensioni. La seconda sezione, La scrittura e noi, acccoglie testi di poeti e narratori contemporanei autocommentati e accompagnati da note critiche. La sezione didattica, intitolata La scuola e noi, tratta di riforma del pensiero e di riforma dell'insegnamento, cioè di scelte didattiche, organizzative e delle loro implicazioni culturali. La letteratura e noi è in breve un nuovo spazio di lavoro critico con una duplice ambizione: quella di partecipare al dibattito letterario e culturale in corso nel nostro paese e quella di contribuire concretamente alla costruzione di un nuovo paradigma d'insegnamento della letteratura italiana.

CreaLibro: un programma per realizzare libri multimediali “Un libro per me” è un progetto di ricerca per l’innovazione tecnologica e didattica nell’uso di nuove tecnologie per l’integrazione scolastica approvato e finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del progetto “Nuove tecnologie e Disabilità”. Il progetto “Un libro per me” intende promuovere l’attività di lettura in bambini e ragazzi che, per deficit nell’area motoria, sensoriale o cognitiva, o per la presenza di un disturbo dell’apprendimento, come ad esempio la dislessia, siano impossibilitati o incontrino difficoltà nel fruire dei tradizionali libri cartacei. L'Istituto Comprensivo Borgoncini Duca di Roma ha partecipato al progetto, realizzando il software Crealibro. Crealibro è un programma aperto che permette di realizzare libri multimediali contenenti testi, immagini, suoni e filmati. In generale, l’insegnate troverà nel Crealibro un duttile strumento per la creazione e l’adattamento di materiali didattici.

Related: