background preloader

Coding - Toolbox - Coding - Toolbox

Coding - Toolbox - Coding - Toolbox
Il modo più rapido per realizzare le proprie idee è dare istruzioni ai computer e ai tanti oggetti "smart" che aspettano solo di essere programmati per fare cose sempre nuove. La programmazione è una straordinaria palestra per esercitare in modo costruttivo la creatività e sviluppare il pensiero computazionale. Sempre di più si sta diffondendo nelle scuole italiane la pratica del "coding", l'uso intuitivo e interdisciplinare dei principi base della programmazione a supporto della didattica. Rai Cultura racconta il coding a scuola in 20 puntate condotte da Alessandro Bogliolo, coordinatore di Europe Code Week, campagna di alfabetizzazione promossa dalla Commissione Europea per la diffusione del pensiero computazionale. Insegnanti e alunni iniziano giocando insieme con noti strumenti di coding e finiscono per familiarizzare con i principali elementi della programmazione applicandoli in classe durante le normali attività didattiche. Le puntate per insegnanti sono suddivise in quattro parti:

http://www.raiscuola.rai.it/programma-coding/default.aspx

Related:  martinapCoding

Se gli algoritmi a Scuola uccidono il pensiero analitico – ROARS Perché in un compito di analisi matematica gli studenti sono tipicamente in grado di calcolare le derivate ma vanno in crisi di fronte ad un limite? Questo accade perché sempre più spesso vengono addestrati a risolvere i problemi in termini di “pattern matching”. Davanti a un problema si cerca nella memoria un caso simile per poter applicare meccanicamente qualche regola standard. Ma così non si va molto lontano. Per risolvere i veri problemi, anche nella vita di tutti i giorni, quello che serve è il pensiero analitico, non quello meccanico. Coding e pensiero computazionale nella scuola primaria Coding e pensiero computazionale: cosa significano questi due termini, come stanno cambiando i metodi di insegnamento e di apprendimento a partire dalla scuola primaria e dell’infanzia e perché ne sentiremo parlare sempre più di frequente? Proviamo a dare qualche risposta. Coding e pensiero computazionale: significato Coding è un termine inglese al quale corrisponde in italiano la parola programmazione. Parliamo di programmazione informatica ovviamente ma non nel senso più tradizionale dell’espressione.

Attività complete di coding con Blockly da Ivana Sacchi Ivana Sacchi ha aggiornato la sua sezione dedicata al coding con Blockly, aggiungendo alcune attività, riorganizzando i menù e segnalando con il colore le attività risolte (solo sessione della pagina). Si tratta di interi percorsi interattivi utilizzabili tramite browser, anche senza connessione in rete, finalizzati ad introdurre i bambini (con o senza la presenza di adulti) ad attività di coding. Naturalmente possono essere utilizzate anche in aula alla LIM. Corredo importante di questa ricca piattafoma è il testo scritto da Ivana (Attività di coding per la scuola primaria € 4.99) che rappresenta una guida a a tutti i percorsi e permette il download del pacchetto delle attività per l'utilizzo anche off-line.

Cody & Roby – codeweek.it Non perdetevi l’edizione Europe Code Week del kit Cody Roby e i nuovi video tutorial! Cody & Roby sono gli strumenti più semplici (fai da te) per giocare con la programmazione a qualunque età, anche senza computer. Scarica il nuovo Kit fai da te! Roby è un robot che esegue istruzioni, Cody è il suo programmatore. Per iniziare le istruzioni sono solo 3: vai avanti, gira a sinistra e gira a destra.

Google Blocky, il modo più semplice per (imparare a) programmare Giuseppe Tripodi Sotto tanti punti di vista, programmare è come giocare con i Lego o, almeno, questo era quel che mi ripetevo quando stavo iniziando a sviluppare e mi trovavo sempre più infognato in righe di codice e pezzi di programma da combinare tra loro. Per questo motivo, credo che chiunque voglia imparare a programmare dovrebbe dare un’occhiata a Blocky, nuovo strumento didattico realizzato da Google che permette di scrivere programmi più o meno semplici semplicemente trascinando e incastrando tra loro blocchi che rappresentano i concetti principali della programmazione. Ci sono i blocchi Logic in cui si trovano gli if e i confronti, i blocchi per le operazioni matematiche, quelli per i cicli, quelli per le variabili e così via. LEGGI ANCHE: LEGO, robot e droni prenderanno vita con Swift Playgrounds Il progetto Blocky era stato annunciato cinque anni fa e, da allora, era stato già incluso in alcuni progetti famosi come Code.org o littleBits.

Cubetto, il coding senza computer per bambini da 3 anni in su - Macitynet.it Cubetto è un gioco che insegna la programmazione e le competenze STEM per bimbi dai tre anni in su, già impiegato in 300 scuole e 500 famiglie nel mondo. Ecco il nuovo modello fino al 7 aprile su Kickstarter Cubetto è un giocattolo per la programmazione informatica, approvato dagli educatori Montessori e progettato da Primo per bambini in fase di pre-alfabetizzzazione, dai tre anni in su, per insegnare le basi della programmazione e le competenze STEM (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica) senza l’utilizzo di un computer e di uno schermo. Coding, solo una moda? - Orizzonte Scuola Qualche settimana fa mi è capitato di leggere un commento sul coding di una insegnante di scuola primaria, iscrittasi in un noto gruppo Facebook che trattava questo argomento. Ora, questa docente sosteneva che il famoso coding era una pratica da scoraggiare in particolare nel primo ciclo, in quanto non proficua e dannosa per l’apprendimento nei primi anni formativi. Questa posizione critica, che premetto non condivido, mi ha dato modo di pensare e approfondire ulteriormente l’argomento.

Craft-Ed: un nuovo portale per la didattica della manipolazione dei saperi La Fondazione UIBI di Lucca è un'autentica fucina di iniziative mirate all'innovazione padagogico-didattica. Ultima in ordine di tempo è Craft-Ed, un portale della didattica che utilizza la manipolazione e l'esplorazione del materiale come strumento privilegiato per l'accesso al sapere. I saperi della pratica, lo sviluppo delle competenze manuali ed operative e la conoscenza saranno dunque il focus attorno al quale ruoteranno i contributi sotto forma di Materiali, Situazioni, Suggestioni (le categorie relative alla tipologia di contenuto) e Fare è pensare, Co-conoscere, Imparare ad imparare, Giocare (le categorie connesse all'identità artigiana)

Related: