background preloader

Le Migliori App per gli Insegnanti Raccolte in una Mappa

Le Migliori App per gli Insegnanti Raccolte in una Mappa
Non è facile integrare la tecnologia in classe e insegnare a utilizzarla in modo consapevole e equilibrato. La tecnologia è una componente sempre presente nella vita dei nostri studenti e si impone come un nuovo paradigma educativo. I discenti di oggi fin da piccoli vivono una vita digitale ricca di esperienze e aspirano ad apprendere agendo in modo innovativo e creativo. Noi docenti siamo chiamati a esaminare i nuovi scenari didattici reali/virtuali e le loro implicazioni, valutandone la loro eventuale utilità nel contesto del processo di apprendimento. I dispositivi mobili regalano l’accesso a un mondo di informazioni da esplorare, interpretare, comunicare e rappresentare che la scuola non può continuare a considerare marginali così come ad ignorare le aspettative degli alunni. È tuttavia opportuno chiarire che gli strumenti multimediali sono solo degli artefatti e non possono sostituire il docente. All’inizio è sicuramente complicato orientarsi nel mare magnum delle app. Autore articolo

http://www.youreduaction.it/migliori-app-per-gli-insegnanti-raccolte-in-una-mappa/

Related:  Italiano - imparare la linguaCristiana Pivetta portfoliostrumentiOutils numériques

Italiano per Stranieri » Schede d’italiano per stranieri Il progetto/Chi siamo Schede d’italiano per stranieri Elenco di schede di italiano per stranieri da scaricare gratis. Scheda n.1: io e gli altri Scheda n.2: l’abbigliamento Chi è il docente Innovative Design? Il docente Innovative Design è un professionista dei processi di insegnamento/apprendimento, in grado di governare la complessità odierna e di proporre un modello educativo-didattico adatto ad una società liquida. Il docente Innovative Design fa sue le esigenze del territorio e dei suoi allievi per ridisegnare l’apprendimento sulla base di pratiche e azioni efficaci. Tutte le azioni del docente Innovative Design sono tese ad arricchire la comprensione collettiva e a sviluppare in ogni singolo allievo la conoscenza, la comprensione, la responsabilità e l’autonomia creativa nello svolgimento dei compiti. Attraverso l’uso del metodo “Service Design Thinking”, che si articola in quattro fasi (esplorare, ideare, sviluppare, sperimentare), guida l’evolversi dei processi educativi, verifica le risorse funzionali a propria disposizione per attivare le competenze. Nel contempo osserva e valuta le prospettive che si delineano per la costruzione di nuovi percorsi didattici. In pratica

Italiano per ragazzi Salta la navigazione. Italiano per ragazzi 1. Presentazione 2. A scuola Docenti e innovatori - La Nuova Sardegna NUORO "Innovare i processi educativi: esperienze a confronto". Un tema la centro di un seminario di formazione promosso dalla sezione provinciale dell'Anp, l'Associazione nazionale presidi, nei locali dell'Istituto di istruzione superiore Ciusa di viale Costituzione, davanti a una nutrita platea di docenti e dirigenti scolastici di Nuoro città e del territorio. Lo scopo dell'appuntamento era quello di formare e divulgare un nuovo metodo di insegnamento flessibile e creativo, in grado di dare vita ad ambienti di apprendimento efficaci e cercare di creare comunità tra docenti, alunni e genitori, partendo sempre dalle esigenze del territorio e contestualizzando il tutto nell'ambito di una nuova comunità scolastica.

I migliori bot di Telegram per l'istruzione e lo studio Conosci Telegram? È un'app di messaggistica molto simile a Whatsapp famosa per la natura open source e sicura, le chat segrete e gli stickers. Da poco ha introdotto tante nuove funzioni tra cui i super gruppi con più di 5000 utenti, i canali e i bot. I bot di Telegram, (introdotti da poco anche su Facebook) sono dei veri e propri sistemi di risposta automatica che ricordano molto i chat bot di msn messenger ma che fanno molto di più. Descrivi la tua città Ecco una UD per studenti principianti in cui impariamo a descrivere la città in cui viviamo. Si inizia mostrando agli studenti le immagini dei luoghi e dei negozi della città (per ora senza dirne i nomi), poi si prende la cartina della città in cui siamo e si descrive il quartiere in cui ci troviamo. Quando si nominano edifici nuovi si chiede agli studenti di indicare l’immagine corrispondente.

Il Service Design Thinking Tabella 7. L’utilizzo di una piattaforma collaborativa ha rappresentato per lei un valore aggiunto rispetto ai workshop? v.a. v. I Migliori Strumenti Digitali Didattici Presenti Gratuitamente in Rete Oggi per rendere l’insegnamento/apprendimento più motivante ed efficace, dal punto di vista metodologico, occorre integrare la didattica con la tecnologia e gli strumenti digitali didattici, prendendo spunto da varie opportunità offerte dalla Rete. Ogni insegnante sa bene che la lezione frontale (nella sua forma tradizionale) può essere una cosa meravigliosa ma anche noiosissima per gli studenti. La lezione tradizionale, nel periodo storico in cui viviamo, non soddisfa le esigenze di coloro che chiamiamo “nativi digitali”, che di digitale hanno, appunto, solo la nomea di essere nati in un contesto sociale, dove si è legati all’utilizzo del tecnologico in tutti i settori del vivere quotidiano. Oggi i ragazzi si ritrovano ad essere vittime del sistema, incapaci di gestire la quantità di informazioni digitali infinite, passando dall’uso ad un abuso non consapevole.

Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia BENVENUTI NELLA SCUOLA ITALIANAZanichelli Editore presenta i suoi manuali di lingua italiana per studenti stranieri ed offre gratuitamente esercizi interattivi di lessico e grammatica da fare online. Inoltre, in un blog dedicato alla lingua italiana e all'intercultura, il professor Giacalone propone ogni settimana articoli, esercizi, materiali e link. IMPARIAMO L'ITALIANOUna nutrita serie di esercizi e test online di grammatica, lessico e modi di dire e cultura generale (con possibilità di verifica) oltre a risorse video ed audio e giochi per conoscere la lingua e la cultura italiana in maniera divertente.

Wikipedia va a scuola - Wikimedia Italia Wikipedia va a scuola è un progetto di Wikimedia Italia che si occupa di portare Wikipedia nelle classi, facendola conoscere agli studenti e ai docenti di scuole di ogni ordine e grado. L’assunto fondamentale è che il processo di alfabetizzazione informatica (information literacy) passa anche attraverso l’insegnamento dei principi e dei modi d’uso di Wikipedia e dei progetti fratelli.Wikimedia Italia concorre in questo modo a sanare il digital divide, che molto spesso si riscontra nei metodi d’insegnamento italiani, in modo coerente con l'inserimento della figura dell'animatore digitale previsto dal piano nazionale scuola digitale (PSND). Beneficiari del progetto sono: gli studenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, i cosiddetti nativi digitali, e gli studenti universitari. Ci rivolgiamo inoltre a insegnanti, professori e dirigenti scolastici coinvolti nel progetto, con l'intento di inserire Wikipedia nel piano di offerta formativa (POF).

Italiano per Stranieri » La favola di Esopo “il vento e il sole” in lingue diverse! La favola di Esopo “il vento e il sole” tradotta in diverse lingue! Da aggiungere alla favola “il leone e il topo” e “il topo di campagna e di città” di Esopo! Il sito del DOP – Dizionario italiano multimediale e multilingue d’Ortografia e di Pronunzia presenta una sezione con la traduzione della favola di Esopo in diverse lingue: greco antico e moderno, italiano, francese, inglese, portoghese, spagnolo, tedesco, sloveno e polacco.

All’IIS Pantini-Pudente un corso di formazione per dirigenti scolastici e docenti L’associazione nazionale dei dirigenti e delle professionalità della scuola (Anp) e la Fondazione Telecom, in collaborazione con DIRSCUOLA SOC. COOP. A R.L., ente accreditato per la formazione del personale della scuola con Decreto MIUR del 18 luglio 2005, organizzano un seminario di formazione per dirigenti scolastici e docenti intitolato “Innovative Design dei processi educativi scolastici – Esempi di innovazione didattica in classe”. L’evento si terrà giovedì 27 marzo 2014, dalle ore 15.00 alle 18.00, all’ IIS “Pantini – Pudente” in via dei Conti Ricci.

A scuola di lavoro ben fatto, di tecnologia, di consapevolezza Il tema è il #lavorobenfatto e l’uso consapevole delle tecnologie nelle scuole di ogni ordine e grado, dalle elementari alle università. La buona notizia è che continua a crescere la voglia di connettersi, di aprire nuovi cantieri, di sperimentare, di partecipare. Ecco perciò uno schema di progetto e un po’ di link che spero possano incuriosire, interessare, essere di aiuto a chi è interessato ad approfondire, a partecipare alla discussione o anche unirsi, perché no, alle attività già previste per il prossimo anno scolastico. L’indirizzo dove inviare le vostre idee, riflessioni, proposte di ampliamento o di modifica è partecipa@lavorobenfatto.org Buona partecipazione. Titolo Lavoro ben fatto e uso consapevole delle tecnologie

Italiano L2 Formazione per insegnanti di italiano L2 Formazione Centro DITALS Didattica dell'Italiano come Lingua Straniera, Università per Stranieri di Siena.

Related: