background preloader

Alle origini di noi. Evoluzione, creazione o altro?

Facebook Twitter

“Se c’è fede, studiare l’universo con la scienza è un atto di preghiera” – ZENIT – Italiano. “All’inizio del tempo Dio ha parlato a noi attraverso il creato, come dice la Lettera ai Romani di san Paolo. Quindi studiare l’universo con la scienza è un atto di preghiera, un modo per incontrare Dio.” Ma prima occorre incontrare Dio come Padre, se no, non si riesce a incontrare Dio nella scienza. Quindi, viene prima la fede, se vuoi vedere Dio nella creazione. Lo ha dichiarato il gesuita e astronomo statunitense Guy Consolmagno parlando con ZENIT a margine della conferenza stampa di presentazione del convegno scientifico “Buchi Neri, Onde Gravitazionali e Singolarità dello Spazio-Tempo” (Black Holes, Gravitational Waves and Space-Time Singularities), che si terrà dal 9 al 12 maggio presso la Specola Vaticana a Castel Gandolfo. “Dio è la prova dell’esistenza dell’Universo. Perché se non si crede in un Dio si potrebbe pensare che l’Universo non esiste, che è tutta una immaginazione”, ha detto il gesuita, a cui è stato intitolato l’asteroide “4597 Consolmagno”, detto anche “Little Guy”.

Stephen Hawking. La Teoria del tutto. Stephen Hawking si Pone le Grandi Domande sull'Universo. Sub. ITA. A New History for Humanity – The Human Era. Hello! World. Da tempo immemore l’uomo si interroga sull’origine dell’universo, quella scintilla che ha generato tutto quello che esiste e che conosciamo. Ovviamente è un concetto piuttosto labile e di difficile interpretazione, ma sappiamo che tutto è iniziato con il famoso Big Bang. Attraverso le nozioni più basilari di astronomia, siamo abituati a considerare il Big Bang come una gigantesca esplosione che ha proiettato tutta la materia dello spazio in tutte le direzioni, dando vita a quei meccanismi che hanno formato i corpi celesti. Ma in realtà, le cose non stanno così. In un video pubblicato sul sito della BBC, l’astrofisico Adam Becker spiega che la nostra percezione di questo fenomeno è errata, e dovuta a una concezione che si rifà a dinamiche che hanno senso sulla Terra, ma non nello Spazio.

L’inizio del tutto non è avvenuto con un’esplosione, ma con un’espansione. In compenso, sappiamo che il Big Bang ha generato anche delle onde gravitazionali che gli astrofisici stanno studiando. Che differenza c’è tra l’uomo e la scimmia?