background preloader

Storia

Facebook Twitter

Le origini del manifesto pubblicitario in Italia. La storia della grafica dal 1890 a oggi, in due volumi. I manifesti che hanno fatto la storia della pubblicità italiana. Ciao! Italia 90. Homepage - AIS/Design. Associazione.

Homepage - AIS/Design

La comunicazione e la propaganda nella grafica pubblicitaria del ventennio fascista. Dino Villani, dalla Colomba a S. Valentino. 30 anni fa moriva il pubblicitario più geniale d'Italia. Petite Histoire du Graphic Design. Pubblicità! - Fondazione Magnani Rocca. La nascita della comunicazione moderna 1890-1957 – La storia della Pubblicità in Italia. 200 opere nella Villa dei Capolavori Èla Pubblicità la protagonista della grande mostra in programma dal 9 settembre al 10 dicembre 2017 nei saloni della Fondazione Magnani-Rocca – la ‘Villa dei Capolavori’ a Mamiano di Traversetolo presso Parma che fu la sontuosa dimora di Luigi Magnani.

Pubblicità! - Fondazione Magnani Rocca

Volete la salute?? Bevete il Ferro China Bisleri È il 22 giugno 1890 e sulla ‘Tribuna Illustrata’ appare il primo e più antico slogan italiano a cui ne seguirono tanti negli anni successivi come: Bianchezza dei denti Igiene della Bocca …. La vera Eau de Botot è il solo dentifricio approvato dall’Accademia di Medicina di Parigi. fino al celebre A dir le mie virtù basta un sorriso per il dentifricio Kaliklor (1919) esito felice di un concorso aperto a tutti divenuto una pietra miliare della storia della comunicazione pubblicitaria. Dal 9 settembre al 10 dicembre 2017. Art Deco - Historia del Diseño Gráfico. A pesar de que la Exposición Internacional de París en 1900 había atraído a un gran número de visitantes no se puede decir que Francia mostrara una gran innovación en las artes decorativas, debido a esto ya en 1905 los diseñadores franceses eran urgidos a abandonar la ornamentación orgánica del Art Nouveau.

Art Deco - Historia del Diseño Gráfico

La Société des Artistes-Décorateurs planificó una exposición dedicada exclusivamente a las artes fabricadas para 1915, pero debido a la Primera Guerra Mundial y la situación política y económica de Europa luego de ella, la exposición no tuvo lugar sino hasta 1925. Las raíces del Art Deco se encuentran en la tradición artesanal y las artes decorativas francesas, y en Francia el "nuevo" estilo incorporó gran parte del pasado. El Art Deco es a menudo interpretado como una reacción formal contra las tendencias curvilíneas del Art Nouveau, sobre todo por su amplio uso de las formas rectilíneas y la geometría en todos los géneros del diseño.

Otras referencias: ¿Qué es el Art Decó? COMUNICAZIONE GRAFICA. LEZIONI DI DESIGN. La scheda introduttiva racconta come, dagli inizi del Novecento, il secolo della comunicazione, la progettazione grafica abbia trovato la sua vera fondazione disciplinare: nascono le scuole di grafica nazionali e una precisa specificità professionale.

COMUNICAZIONE GRAFICA. LEZIONI DI DESIGN

Nel 1933 lo Studio Boggeri è il primo a fornire a grandi aziende, come la Olivetti, non solo una consulenza grafica, ma la progettazione di un prodotto comunicativo finito. In questo studio passano i più grandi professionisti del settore, come Marcello Nizzoli, Bruno Munari, Max Huber, Bob Noorda, Albe Steiner. Più tardi, negli anni dello sviluppo delle grandi infrastrutture di trasporto su committenza pubblica, si sviluppano nuovi progetti di segnaletica: nel 1964 lo Studio Unimark di Bob Noorda, in collaborazione con lo Studio Albini-Helg, cura la grafica della Metropolitana Milanese, quindi segue il progetto grafico per la metropolitana di New York e quella di San Paolo. Home. Famous poster designers. Appunti del corso di Storia dell’arte e del design grafico. L'evoluzione dello stile grafico dagli anni '20 agli anni '90. Il termine “grafica” indica il settore della produzione artistica orientato alla progettazione e realizzazione di prodotti di comunicazione visiva.

L'evoluzione dello stile grafico dagli anni '20 agli anni '90

“Il designer grafico è un comunicatore: qualcuno che conferisce alle idee una forma visiva che sia comprensibile per gli altri. Il designer utilizza immagini, simboli, caratteri, colori e materiali di ogni tipo – tangibili come la stampa o immateriali come i pixel di un monitor o la luce di un video – allo scopo di tradurre idee in forma visiva e organizzarle in un messaggio integrato. […] Il design grafico è parente prossimo della pubblicità e condividono un obiettivo specifico: comunicare l’esistenza di beni, servizi, eventi o idee a un determinato pubblico, ma ciò che li differenzia è il fine ultimo. History of Graphic Design. Graphic Design + Architecture: A 20th-Century History. Parigi di fine secolo nei poster di Henri de Toulouse-Lautrec. I 10 loghi più antichi ancora in uso. La storia di “Rosie the riveter" Gli esordi della grafica parte I: il teatro – Robadagrafici.net. N/a shares condividi per primo.

Gli esordi della grafica parte I: il teatro – Robadagrafici.net

Il trailer di Graphic Means, il documentario sugli albori del graphic design. L'affiche est un scandale visuel - Cassandre et Raymond Savignac : interview post-mortem. Inaugurée mi-janvier à Paris, la troisième édition de la Fête du graphisme a été agitée par une vive polémique.

L'affiche est un scandale visuel - Cassandre et Raymond Savignac : interview post-mortem

L’affiche sélectionnée pour annoncer l’événement, pour beaucoup, ne semblerait pas à la hauteur. Elle ne remplirait pas le contrat… Afin de tirer au clair cette affaire, Strabic s’en est remis aux grands affichistes du XXe siècle. Nous avons sauté dans notre DeLoréan et nous avons décidé d’aller interroger Adolphe Mouron, dit A. Archivio Grafica Italiana. The Doves Type: storia di un litigio, una vendetta e un’eredità donata al fiume. Nonostante i suoi 76 anni, le passeggiate notturne del tipografo Thomas Cobden-Sanderson nel freddo inverno londinese non avevano mai insospettito nessuno.

The Doves Type: storia di un litigio, una vendetta e un’eredità donata al fiume

Lo si vedeva percorrere sempre le stesse strade, sostare qualche minuto sull’Hammersmith Bridge ad osservare lo scorrere del Tamigi, e poi rientrare. Come sono cambiati negli anni i loghi delle case cinematografiche. Quando andiamo al cinema, il momento in cui appare il logo della casa cinematografica sullo schermo è il segnale preciso ci predispone mentalmente alla visione del film.

Come sono cambiati negli anni i loghi delle case cinematografiche

La tradizione di inserire nei titoli di testa – oltre al titolo del film, ovviamente – anche i loghi delle case cinematografiche è vecchia come la storia del cinema: molte di queste immagini sono entrate nell’immaginario collettivo, diventando delle vere e proprie icone. Nel corso degli anni le case cinematografiche più importanti hanno cambiato spesso la loro identità grafica, ma quasi tutte sono rimaste legate a immagini storiche che hanno subìto solo qualche cambiamento: la caratteristica che le lega tutte è la scelta di simboli definiti, come spazi ampi (le stelle, i pianeti, le nuvole) e la dominanza del colore blu, che evoca il mare e il cielo. 20th Century Fox Warner Bros. Addio a Oriano Niccolai, il grafico del Pci amico di Berlinguer - 1 di 1. "Conta il partito, non il singolo", diceva Oriano Niccolai, storico grafico del Pci e amico di Berlinguer.

Addio a Oriano Niccolai, il grafico del Pci amico di Berlinguer - 1 di 1

E proprio seguendo questa ideologia, nella maggior parte dei casi, non firmava i suoi manifesti. Anche se lui, Oriano Niccolai, il Rosso creativo, in cinquant'anni di disegni, slogan, di manifesti ha raccontato un pezzo dell'Italia rossa, operaia, comunista. Bruno Munari Will Make You Fall In Love With Books All Over Again. With some books, reading on a screen is virtually the same as on paper. Swipe or turn a page and you'll see words organized into sentences organized into paragraphs organized into chapters. Not so with the work of Bruno Munari (1907–1998), an artist, graphic designer, inventor, futurist, and all around maestro of visual language.

Dan Friedman, Radical Modernist, Part 1: Design Observer. In 1991, my wife Esther and I rented a cottage on the coast north of Boston. One of our visitors was Dan Friedman. That summer our dog Pica had given birth to three puppies, and Dan planned his stay to correspond with maximum puppy cuteness. He was a regular guest through the 1980s and ’90s, an escapee from Gotham.

Two years later, he came with his friend Laurie Mallet (then president of the clothing line WilliWear), and hung out for several days. Breve storia del logo della Metro-Goldwyn-Mayer. Everything is Design. Everything is Design: The Work of Paul Rand. Feb 25 - July 19, 2015 "Everything is Design. Everything! " 150 anni di grafica in 15 nomi. Sintetizzare 150 anni di grafica italiana in 15 nomi non è stato facile, non per trovare i nomi, ma per mettere d’accordo un po’ tutti. Con l’aiuto di Gianni Latino, docente di Graphic Design all’Accademia Belle Arti di Catania, ci abbiamo provato. La scelta è caduta su quindici grafici che hanno avuto riconoscimenti nazionali ed internazionali e che con il loro lavoro progettuale, la sperimentazione e la ricerca hanno esportato il made in Italy nel mondo. Une approche décontractée de l'histoire du graphisme. Une approche décontractée de l'histoire du graphisme. Tutte le grafiche dei campionati mondiali di calcio.

L' uomo che ha disegnato New York. NEW YORK Se siete a New York, e nella metropolitana alzate gli occhi cercando il segnale per Brooklyn, quello è Massimo Vignelli. Se siete arrivati fin qui con un volo American Airlines, quello è Massimo Vignelli. Se bazzicate nell' Upper East Side, e nella bramosia delle compere finite da Bloomingdale' s, quello è Massimo Vignelli. Se invece vi basta l' inseparabile golf Benetton, beh, anche quello è Massimo Vignelli. MSGDH / Timeline. Graphic Design History Timeline. COMUNICAZIONE GRAFICA. LEZIONI DI DESIGN.

Scuola svizzera

Campari.