background preloader

Esplorazioni spaziali

Facebook Twitter

It's a trap! A cold trap. @NASA_Dawn sees icy craters on dwarf planet #Ceres. Vega #VV06 with #LISAPathfinder in its mobile gantry. Launch tonight 04:04 GMT/05:04 CET. We're #15YearsOnStation & we've conducted more than 1,760 @ISS_Research investigations. ESA Missione Rosetta : straordinario sfogo della cometa 67P il 22 Agosto 2015. ESA La missione Rosetta. Una nuova vista della cometa 67P , questa volta da164 km il 20 Maggio 2015. Gli astronauti della spedizione 42 al lavoro sulla Iss. Collage di Marte Cerere cometa P67 paesaggi di Marte. Il tragitto del rover Curiosity su Marte. L'astronauta Wilmore della spedizione 42, al lavoro all'esterno della Iss. ESA IXV al rientro dopo la missione esplorativa!

Immagine di Cerere proposti dalla sonda Dawn. Gli anelli di Saturno. Il lander Beagle su Marte. Sistema di comunicazioni (HLA) delle sonde spaziali. Curiosity Rover: certificate sostanze organiche sulla superfice di Marte. Le meteoriti Geminidi viste da Londra. Il telescopio EELT. Il VLT mentre insegue la cometa 67 P della sonda dell'ESA, Rosetta.

L'asteroide 25143. Il tragitto del Rover Curiosity su Marte. Immagini del suolo marziano riprese dal Rover Curiosity. Un altro luogo individuato dal rover Curiosity: nel passato c'era acqua. Il Monte Sharp su Marte: un tempo vi era un grande lago. I contrafforti rocciosi del Monte Sharp_Marte. Lo stesso percorso (Alexander Hills) frutto di immagini composte_Marte. Il percorso di Curiosity sino ad Alexander Hills. Archivio - Cristoforetti. Raccoglitore di polveri per la missione News Horizons su Plutone. "Crazy Space Christmases" _Natale da pazzi sulla stazione spaziale internazionale! Orion pronto sulla rampa di lancio. Suolo marziano ripreso da un Rover della NASA. Diagramma dell'aumento della densità elettronica nell'atmosfera marziana all'approssimarsi della cometa Siding Spring.

Wdowiak Ridge, montagna marziana, osservata speciale. Il lander Philae in simulazione di procedure di accometaggio. La cometa Siding Springs in avvicinamento a Marte. La cometa P67 coi sbuffi in aumento, avvicinandosi al Sole. Stazione spaziale internazionale. Splendide immagini spaziali riportate dai potenti telescopi terrestri.

Un telescopio spaziale. La cometa Siding Spring ripresa dal rover Opportunity. Paesaggio marziano proposto da Opportunity. ESA Rosetta Mission: Philae 2014 incredibile panoramica cartolina dalla superfice della cometa 67P. Cratere da meteorite in Siberia. Il lander Philae al lavoro sulla cometa P67. Il rover Curiosity su Marte. Il lander Philae sulla cometa P67 Gerasimienko. Parte del vettore Orion. NAVCAM di Philae cattura immagine a 10 km – 6. Twitter _Rosetta_Philae il punto esatto dove si trova il lander sulla cometa P67. ESA Rosetta Philae il lander fa un selfie ad uno dei suoi 3 piedi!

OSIRIS strumento di Rosetta, riprende dettagli ravvicinati della cometa P67. Astronauta. L'asteroide 243 Ida e la Luna. Esplorazione del suolo marziano. Allineamento dei pianeti. Asteroide. Il nuovo vettore Orion. Il tragitto su Marte della sonda Opportunity. Braccio robotico della stazione spaziale internazionale. La disposizione strumentistica di un rover marziano. Immagine ripresa da Hubble. Il kit in preparazione di un telescopio spaziale terrestre. Il lato "oscuro" della cometa P67, ripreso dalla macchina fotografica Osiris di Rosetta. Imagini di archivio La Silla _ ESO Italia. NASA Goddard IronMike astronauta della NASA.

NASA _ Il nuovo razzo Orion in preparazione per il lancio. Le tappe di avvicinamento del lander Philae alla cometa P67. Astronauta Wiseman al lavoro sperimentale sulla stazione spaziale internazionale. Il VLTI cioè l'insieme di quattro grandi telescopi tutti collegati. Uno dei grandi telescopi dell'osservatorio astronomico di Paranal.

L'ammasso globulare Messier 54 _ESO Italia. Questa immagine del VST (VLT Survey Telescope) all'Osservatorio dell'ESO al Paranal nel Cile settentrionale mostra l'ammasso globulare Messier 54.

L'ammasso globulare Messier 54 _ESO Italia

Questo ammasso assomiglia a molti altri, ma nasconde un segreto. Messier 54 non appartiene alla Via Lattea, ma fa parte di una piccola galassia satellite, la Galassia Nana del Sagittario. Questa insolita parentela ha permesso agli astronomi di usare il VLT per verificare se i livelli di litio inaspettatamente bassi si trovano anche nelle stelle al di fuori della Via Lattea.

Crediti: A proposito dell'immagine A proposito delll'oggetto Coordinate Vista con il WorldWide Telescope: Colori e filtri Vedere anche. Rapporto del rover Curiosity _ 23 agosto 2013. Un cielo stellato sopra l'osservatorio La Silla. Al lavoro nella stazione spaziale internazionale. HARPS per i telescopi di La Silla. Alla ricerca del fermione di Maiorana. Getti di prodotti volatili dalla cometA P67. Al lavoro dentro la stazione spaziale internazionale. Il nuovo telescopio ESO. Astronauti al lavoro attorno la stazione spaziale internazionale. I pannelli solari della ISS. Hyperion su Saturno con un suolo bombardato da cariche elettriche,molto potenti come ha dimostrato la sonda Cassini. Il nuovo vettore Orion in preparazione. Scoperto l’asteroide 2013 TV135. Recentemente scoperto l’asteroide 2013 TV135 ha avuto un approccio vicino alla Terra il 16 settembre, arrivando a circa 6,7 milioni km.

Scoperto l’asteroide 2013 TV135

L'asteroide inizialmente stimato grande circa 400 metri, presenta un orbita che lo porta a una distanza massima di circa tre quarti della distanza dell'orbita di Giove e più vicino al Sole come l'orbita della Terra. E ' stato scoperto l’8 ottobre 2013, dagli astronomi dell'Osservatorio Astrofisico di Crimea in Ucraina. A partire dal 14 ottobre, l'asteroide 2013 TV135 è uno dei 10.332 oggetti, vicini alla Terra, che sono stati scoperti. Con solo una settimana di osservazioni per un periodo orbitale che si estende su quasi quattro anni, il suo futuro percorso orbitale è ancora piuttosto incerto, ma quest’asteroide potrebbe essere di nuovo nell’ambito della Terra nel 2032.

NEEMO 19: La missione al terzo giorno. Risultanze delle indagini sul meteorite Chelyabinsk. Il peso iniziale dell'oggetto celeste che si è schiantato a terra nelle vicinanze di Chelyabinsk il 15 febbraio 2013 è stata di circa 10.000 a 18.000 tonnellate, con una meteora di misura 17-20 metri .

Risultanze delle indagini sul meteorite Chelyabinsk

Questo è il dato significativo secondo Erik Galimov , il direttore del Vernadskij Istituto di Geochimica e di Chimica Analitica sotto l'Accademia Russa delle Scienze .Non più del 10 per cento del peso iniziale della meteora -ha detto Galimov- in realtà ha colpito la superficie - circa 1.000 tonnellate . Sono già state presentate quattro domande di registrazione di marchi che utilizzano la frase " meteora Chelyabinsk " . " I marchi proposti sono per lo più per i beni di pasticceria ", ha detto Levina .Il meteorite Chelyabinsk che ha colpito la Terra il 15 febbraio ha prodotto il più grande evento d’ impatto degli ultimi cento anni. La sonda di SpaceX coi pannelli solari dispiegati. Giovani stelle in formazione. Il sito J scelto per il lander Philae della sonda Rosetta. Il rover Curiosity della NASA sta rivelando molto sulla presenza d'acqua su Marte. La sonda del gruppo SpaceX agganciata alla stazione spaziale internazionale.

Tracce di antica erosione fluviale sul suolo marziano. Nettuno e le sue tre Lune. Strana roccia sferica sul suolo marziano. Le apparecchiature a bordo della sonda spaziale marziana Curiosity. Velivolo per il lancio di navette spaziali della Virgin Galactic dalla stratosfera. Il tettuccio del nuovo telescopio spaziale Webb. Un trio di astronauti a bordo della Soyuz si prepara a rientrare sulla Terra.

Dalla stazione spaziale ci si prepara a rientrare a Terra con la Soyuz – giuseppebenanti

La nuova navetta spaziale Orion (NASA)