background preloader

Gerlandetta

Facebook Twitter

Geraldina Cipolla

SCUOLA

Attualità. Le domande da farsi sulla scuola del futuro - Christian Raimo. Oggi alle 16.30 modererò l’incontro sulla scuola tra Tullio De Mauro e Lizanne Foster.

Le domande da farsi sulla scuola del futuro - Christian Raimo

Mentre mi preparavo – le domande da porgli, i temi da affrontare – mi sono reso conto che praticamente nessuna delle questioni che mi sembrava interessante discutere in un dibattito sulla scuola, a partire da quello che dicono e scrivono De Mauro e Foster, aveva a che fare con tutto ciò che si è dibattuto quest’anno a proposito della riforma della Buona scuola. Entrambi per esempio si occupano di cosa vuol dire studiare, di come è cambiato il cervello degli adolescenti e le relazioni tra docenti e studenti o dei ragazzi tra loro… Mentre sulla Buona scuola abbiamo sentito fiumi di parole a proposito di organico funzionale, di presidi manager, di comitati di valutazione. Da una parte insomma chi è interessato alle trasformazioni cognitive e sociali, dall’altra chi è interessato all’ultima moda del management.

Chissà quale delle due sarà la scuola del futuro.

Musica

Paolo Berra. DIDATTICA E TECNOLOGIE. DIDATTICA - ITALIANO. DIDATTICA - GESTIONE DELLA CLASSE. Marcello Festeggiante. Maturità 2015, il bestiario dei maturandi: dallo spritz di Kant ai lupetti di Verga. VIAGGI. Palermo. DIDATTICA INCLUSIVA-BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI. DIDATTICA - museale. DIDATTICA - LATINO. Metodologie didattiche. STRUMENTI DIDATTICI - STORIA. Didattica. DIDATTICA - LETTERATURA ITALIANA. VALUTAZIONE - INVALSI. Le competenze. ARTE. Letteratura. Fotografia. Le Accademie delle Belle Arti fanno rete nell’interesse dei giovani e per rilanciare la creatività. L’arte, la bellezza e la creatività sono le risorse sulle quali il paese può ricostruire una prospettiva di sviluppo e di benessere diffuso.

Le Accademie delle Belle Arti fanno rete nell’interesse dei giovani e per rilanciare la creatività

Le Accademie di Belle Arti italiane hanno da sempre accompagnato il progresso civile ed economico, formando intere generazioni di artisti e di uomini di cultura in tutti gli ambiti espressivi. I Presidenti e i Direttori delle Accademie di Belle Arti, riuniti a Torino, in occasione della giornata inaugurale del 1° Festival Internazionale delle Scuole d’Arte e Design (FISAD) 2015, ribadiscono il ruolo educativo primario di queste istituzioni nella certezza che solo puntando sull’eccellenza del sistema formativo artistico l’Italia potrà tornare ad avere il ruolo e la vocazione che la Storia le ha assegnato e che il mondo le riconosce. L’Italia è il paese con la più grande concentrazione di ricchezze artistiche e culturali.

Federculture. Alinari – Applications Android sur Google Play. Fondata a Firenze nel 1852, la Fratelli Alinari è la più antica azienda al mondo nel campo della fotografia,cioè della comunicazione per immagini.La nascita della fotografia e la storia dell'Azienda sono legate da un percorso comune di evoluzione e crescita, testimoniato oggi dall'immenso patrimonio di oltre 5 milioni di fotografie: dai dagherrotipi ai moderni fotocolor; dai negativi su lastra alle pellicole, oltre ad album, macchine fotografiche, cornici ed una importante biblioteca di Storia della Fotografia.

Alinari – Applications Android sur Google Play

Il licensing delle immagini è disponibilie dal sito www.alinariarchives.it dove, oltre al proprio patrimonio fotografico, Alinari rappresenta i più importanti Archivi nazionali ed internazionali, dalla Réunion des Musées Nationaux a Roger Viollet, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali all'Osservatore Romano, da Bridgeman a Ullstein, dall'Istituto Luce al Touring Club Italiano, da Top Foto a Ria Novosti,da Folco Quilici a Fosco Maraini,e molti altri ancora.

Cultura - Bene comune

CINEMA - AUDIOVISIVO. Joseph Stiglitz: how I would vote in the Greek referendum. The rising crescendo of bickering and acrimony within Europe might seem to outsiders to be the inevitable result of the bitter endgame playing out between Greece and its creditors.

Joseph Stiglitz: how I would vote in the Greek referendum

In fact, European leaders are finally beginning to reveal the true nature of the ongoing debt dispute, and the answer is not pleasant: it is about power and democracy much more than money and economics. Of course, the economics behind the programme that the “troika” (the European Commission, the European Central Bank, and the International Monetary Fund) foisted on Greece five years ago has been abysmal, resulting in a 25% decline in the country’s GDP.

I can think of no depression, ever, that has been so deliberate and had such catastrophic consequences: Greece’s rate of youth unemployment, for example, now exceeds 60%. It is startling that the troika has refused to accept responsibility for any of this or admit how bad its forecasts and models have been. But, again, it’s not about the money.