background preloader

Invalsi lettura

Facebook Twitter

Animatori Digitali e Didattica per Competenze: Comunicare in Madrelingua. Spunti Didattici. In un precedente contributo, intitolato “Animatori Digitali e Competenze: un matrimonio possibile!”

Animatori Digitali e Didattica per Competenze: Comunicare in Madrelingua. Spunti Didattici

(clicca qui per leggerlo) si invitavano i docenti Animatori Digitali a non concentrare i propri sforzi solo nella scelta di soluzioni hardware e/o software, ma anche e soprattutto nella individuazione di soluzioni pedagogiche e metodologiche innovative, a prescinde dall’apporto tecnologico eventualmente utilizzato. In tal senso si individuava nella “Didattica per Competenze” una possibile strada da intraprendere per avviare delle sperimentazioni didattiche attive da affiancare alla lezione frontale. Al termine della riflessione venivano alcuni spunti didattici connessi alle 8 competenze chiave (qui un approfondimento su di esse). In questo contributo, ed in altri a venire, verranno prese in considerazione tutte le 8 competenze chiave e per ciascuna si tenterà di suggerire una o più sperimentazioni didattiche. Comunicare in Madrelingua: gli approcci tradizionali Conclusioni. MATEMATICA E STUDENTI ITALIANI: TUTTO DA RIFARE? Intervista con Rosetta Zan.

Secondo l’ultima indagine OCSE-PISA i quindicenni italiani hanno scarse competenze in Matematica.

MATEMATICA E STUDENTI ITALIANI: TUTTO DA RIFARE? Intervista con Rosetta Zan

Come leggere questi dati? Come farli diventare un pungolo positivo per gli ordini inferiori di scuola? Riprendiamo un'intervista con Rosetta Zan, che ha insegnato Didattica della Matematica all’Università di Pisa, apparsa pochi giorni fa sul sito La Vita Scolastica. Gli ultimi dati OCSE-PISA sulle competenze dei quindicenni italiani sono piuttosto sconfortanti. In alcune scuole, a quanto pare, l'80% degli alunni è analfabeta in Matematica. Cominciamo con un’osservazione: le domande dei test OCSE-PISA rispecchiano un modello educativo tipicamente anglossassone, più attento ai legami tra Matematica e realtà e meno attento del nostro agli aspetti teorici e riflessivi di questa disciplina, che rimangono a mio modo di vedere essenziali in ogni ordine e grado di scuola.

Da dove vengono queste cattive abitudini degli studenti italiani? Non c’è un solo responsabile. Martini 2febb2016. Presentazione Italiano. Cosa dicono dati apprendimenti. Daniela Bertocchi La%20prova INVALSI 2013. Prove invalsi, anche on line, per la scuola primaria e secondaria ( elementari medie superiori ) Scaricare la Prova Invalsi, fotocopiarla, correggerla, richiede tempo e denaro (tre prove per allievo in una scuola di media grandezza richiedono 140.000 fotocopie).

Prove invalsi, anche on line, per la scuola primaria e secondaria ( elementari medie superiori )

Una soluzione può essere quella di trasformare la Prova Invalsi in Prove Invalsi On Line. I ragazzi possono compilarla al computer e vedere la correzione subito dopo aver finito la prova. L'ideale è lavorare con una piattaforma tipo Moodle che oltre a mostrare le risposte esatte agli allievi inserisce automaticamente voti e punteggi nel registro dell'insegnante insieme a tutti i dati. L'insegnante sa così cosa ogni allievo ha risposto ad ogni domanda e può avere anche tantissime statistiche. L'uso di Moodle non è del tutto facile e richiede per certe funzioni, tipo i quiz, una password. Con i miei allievi uso Moodle, ma ho deciso di realizzarle anche con Quiz Faber (un programma semplice ed efficace che non richiede password) in modo da poterle mettere in rete a disposizione di tutti. Indirizzi utili: privacy policy. Risorse online per la scuola. Le tappe istituzionali e politiche Le principali tappe del dibattito politico-culturale nel 1990 nella Conferenza Nazionale sulla Scuola (link is external) vengono lanciati due obiettivi innovativi per il sistema scolastico: l’autonomia e un sistema di valutazione; nel 1990 il Ministero della Pubblica Istruzione (oggi MIUR) affida al Censis l’incarico di effettuare uno studio di fattibilità di un Sistema Nazionale di Valutazione (link is external) anche in riferimento alle soluzioni adottate all’estero;nel 1993 il DL 35 art.8 afferma l’esigenza di verificare gli effetti dei miglioramenti introdotti dal contratto collettivo di lavoro dei docenti affidandone il compito al sistema CEDE, BDP, IRRSAE;nel 1999 le nuove funzioni dell’Invalsi sono, tra le altre, quelle di: valutare l’efficienza e l’efficacia del sistema di istruzione; valutare la soddisfazione dell’utenza e realizzare la promozione della cultura dell’autovalutazione nella scuola.

Risorse online per la scuola

Snv INVALSI. Informativa sui Cookie Questo sito utilizza cookie di terze parti per monitorare gli accessi e migliorare la tua esperienza di navigazione.

snv INVALSI

Per maggiori informazioni sui cookie e su come modificare le impostazioni del tuo browser, leggi la nostra politica in materia di cookie. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. [X] Chiudi Banner Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione ·vai al contenuto della pagina·· salta la prima barra di navigazione··salta alla barra di navigazione a fondo pagina·· Prima barra di navigazione· Ti Trovi in invalsi.it \ ·Homepage \ snv I contenuti del sito.

Guida%20lettura Italiano II sup 2015%20 %20Fascicolo%201. 10 Italiano fasc 1. 10 Italiano fasc 1. APPENDICE B. Fascicololetture. Itemfascicololetture. PresentazionePISA2012 MS. Lettura. Siniscalco.