background preloader

SCHEMA PER LA PROGETTAZIONE DI UN’UNITÀ DI APPRENDIMENTO

SCHEMA PER LA PROGETTAZIONE DI UN’UNITÀ DI APPRENDIMENTO
Riteniamo sia importante che gli insegnanti condividano, oltre a linee di progettazione, anche una struttura di progetto, soprattutto se lavorano congiuntamente. Hanno modo così di godere del passaggio di comunicazione grazie all’uso degli stessi strumenti e, di necessità, del medesimo lessico. Lo schema proposto dal Laboratorio RED Scarica lo schema Lo schema viene di seguito spiegato nelle sue parti, ma lo scopo che ci guida è leggere l’orizzonte pedagogico-didattico, concettuale e metodologico che supporta la progettazione di un’unità formativa. L’elaborazione delle quattro sezioni dello schema è distribuita nel tempo. Le sezioni 1 e 2 rappresentano la progettazione preliminare. La sezione 3, inizialmente, ha un carattere previsionale, sarà un punto di ritorno in itinere e a conclusione dell’unità poiché sarà la realtà classe a determinare questa o quella espansione del lavoro. Perchè uno schema di progetto? Uno schema di progetto, condiviso fra gli insegnanti, può fungere da:

http://www.univirtual.it/red/limguaggi/06.html

Related:  SUSSIDI DIDATTICIdidattica*

Sussidi didattici per la scuola secondaria di primo grado - Index Sussidi didattici per la secondaria di 1° grado (e per le quarte e le quinte) °°° CDD - Contenuti Didattici Digitali (interattivi) per pc, tablet e smartphone. ° Geografia: Il Volga; Monti , curve di livello e profilo altimetrico ° Momenti scolastici Tullio De Mauro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Tullio De Mauro (Torre Annunziata, 31 marzo 1932) è un linguista italiano. Biografia[modifica | modifica wikitesto] LA SECONDA GUERRA MONDIALE Mappe concettuali sulla SECONDA GUERRA MONDIALE Nel 1939 la Germania nazista di Adolf Hitler, desiderosa di espandere i propri confini invade la Polonia. La Francia dichiarò guerra alla Germania e così iniziò la II guerra mondiale. L'Italia entrerà nel conflitto nel 1940, con l'alleanza tra Mussolini e Hitler.

Luca Serianni Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Luca Serianni (Roma, 30 ottobre 1947) è un linguista e filologo italiano. Biografia[modifica | modifica wikitesto] Serianni è professore ordinario di Storia della lingua italiana all'università "La Sapienza" di Roma[1]. Allievo di Arrigo Castellani, ha condotto indagini su vari momenti e aspetti della storia linguistica italiana, dal Medioevo a oggi.[2] Le mappe concettuali CHE COSA SONO Una mappa concettuale è una versione, piuttosto elaborata, del tradizionale "schema"; essa si presenta come un insieme di bolle contenenti brevi caratterizzazioni di concetti e collegate tra loro. Una differenza evidente dagli schemi tradizionali sta nel fatto che la mappa concettuale deve rispondere a requisiti "formali" un po' più stretti. Si tratta però della differenza meno importante; la differenza principale sta infatti nell'uso che si fa delle mappe concettuali. Riflessioni Nel lessico comune possiamo incontrare diversi termini che vengono occasionalmente utilizzati in modo indifferente per cui è opportuno precisare alcuni termini: rifacendoci a "Sistemi/strumenti di rappresentazione mentali della conoscenza" (Bargero): SINTASSIUna mappa concettuale rappresenta graficamente una rete di relazioni tra concetti.

Speciale LIM « Zona Geografia Accedi alle risorse dedicate alla lavagna interattiva. Presentazioni multimediali, carte geografiche, dati e grafici da proiettare, visualizzare, rielaborare. Una scelta di carte geografiche per scoprire i caratteri peculiari dei territori di tutto il mondo. STORIA - III media Mappe concettuali dell'Italia nella Seconda Guerra Mondiale - Mappa n°1)1940: L'Italia dichiara guerra alla Francia e alla Gran Bretagna1943: Armistizio, 8 settembre Italia divisa in due: - Repubblica di Salò (al Centro-Nord, con i tedeschi) - Regno d'Italia (a sud, con gli Alleati) (periodo dal 1940 al 1943) -Mappa n°2) La fase più drammatica della guerra per l'Italia: dal 1943 al 1945.La Resistenza: i partigiani, la resistenza civile, il Comitato di Liberazione Nazionale (CLN); La risposta tedesca: le rappresaglie, drammatiche vendette nelle quali erano coinvolti civili innocenti. Il 25 aprlile 1945: i partigiani riuscirono a scacciare i tedesci dalle città del Nord, mentre gli Alleati conquistavano il Nord Italia. La cattura e l'uccisione di Mussolini il 28 aprile. (periodo dal 1943 al 1945)

metodi Perchè una zona del sito sui metodi? Perchè sono convinta che possano fare davvero la differenza. All'obiettivo (o se preferite, alla competenza...) si può arrivare per mille strade diverse: facili o impervie, piacevoli o terribilmente noiose e faticose, generatrici di ansie e confusione, oppure di allegria e curiosità. Chi decide la strada non sono certo i bambini, ma è il depositario della didattica : il docente, con i suoi metodi. Con ciò mi metto in discussione per prima: non è facile capire come rendere facile e piacevole l'apprendimento e si sbaglia spesso e volentieri, stretti da un lato dai tempi sempre più ristretti e dai ritmi frenetici e dall'altro dalle indicazioni mutevoli che arrivano "dall'alto". Nelle classi, sempre più alunni con bisogni educativi diversi, differenti prerequisiti ...

Isole Misteriose, Robinson Crusoe: l'isola che non c'era una realt - GlobalGeografia Robinson Crusoe: l'isola che non c'era è una realtà Quanti di noi hanno sognato almeno una volta nella vita di ripercorrere l'avventura del protagonista del film "Castaway", costretti dalle circostanze a vivere un'esperienza survival, abbandonati su un'isola deserta? Il romanzo "Robinson Crusoe" non è unicamente il frutto della fantasia dello scrittore Daniel Defoe, ma si ispira a una vicenda realmente accaduta. miei_materiali Spiegazioni, mappe, schemi... siamo spesso alla ricerca di materiali già pronti, o da riadattare per le esigenze degli alunni che abbiamo di fronte. Metto quindi a disposizione, come molti altri colleghi in rete, alcuni file che possono venire utili per lezioni, esercitazioni, ripassi e verifiche. Altri materiali particolari sono a QUESTA PAGINA ed anche QUI. Le mappe (concettuali, mentali, diagrammi...) e gli schemi di sintesi, ad esempio, possono essere un grande aiuto per gli alunni dislessici, per quelli stranieri ed in generale per tutti per quelli in difficoltà. Ma tutta la classe se ne può avvantaggiare! Certamente la cosa migliore è che gli alunni si costruiscano da soli questi strumenti, magari con l'aiuto dell'insegnante e dei compagni... ma anche avere materiali già pronti può essere utile e stimolare ad un metodo di studio più efficace e ad una maggiore autonomia.

Chi ha creato Superman: la storia di Joe Shuster e Jerry Siegel - Lo Spazio Bianco Speciale: Superman: speciale 75° anniversario Joseph Shuster nacque in Canada, nella città di Toronto, il 10 Luglio 1914. La sua famiglia, non proprio benestante, nel 1924 si trasferì a Cleveland, nello stato americano dell’Ohio; questo semplice trasferimento, seppur non lontanamente associabile a un evento epocale (quasi lo stesso clima e poco più di 400 km di distanza, che sono davvero poco in una nazione come l’America), è un qualcosa che inciderà molto sul corso della vita di Joe e, senza voler esagerare, anche sul corso della storia (del fumetto, della cultura nordamericana). I genitori di Joe erano l’ebreo olandese Julius e la sua moglie russa Ida, anch’essa ebrea. I pochi anni trascorsi nella bellissima città canadese lasciarono nel timido e giovane Joseph ricordi piacevoli e impressioni visive che sarebbero state riportate anche nei suoi fumetti. Veduta aerea di Toronto negli anni Trenta.

Loescher WebTV News & Events In concomitanza con il lancio del nuovo sito di Loescher Editore, da oggi si può fruire anche di una novità assoluta, una webTV dedicata al mondo della scuola, accessibile anche dal sito della Casa editrice. Dalla webTV verranno diffusi in streaming materiali video di grande valore didattico legati ai diversi libri di testo: documentari originali, interviste, videolezioni o estratti da film. In esclusiva fino all’estate 2014 i video saranno tutti visibili liberamente. Indire, sito ufficiale Il 18 dicembre 2006, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno approvato una Raccomandazione relativa a competenze chiave per lapprendimento permanente. Questo documento, si inquadra nel processo, iniziato a seguito del Consiglio europeo di Lisbona del 2000 e conosciuto come strategia di Lisbona, che ha come obiettivo finale quello di fare dellEuropa leconomia basata sulla conoscenza pi competitiva e dinamica del mondo (...). Per ottenere questo risultato, stata fissata (Consiglio europeo, Barcellona marzo 2002) una serie di obiettivi che devono essere raggiunti per il 2010, attraverso limpegno di tutti gli Stati membri e delle istituzioni europee, costantemente impegnate nel monitoraggio sui progressi fatti e nellindividuazione di ulteriori strategie da adottare.I 13 obiettivi, fanno riferimento a 3 finalit strategiche che coinvolgono tutti i settori dell'educazione e della formazione, nella prospettiva di dare vita a un sistema di apprendimento permanente.

Related: