background preloader

Content Curation: Che cosa è? A che serve?

Content Curation: Che cosa è? A che serve?

http://www.youtube.com/watch?v=frfRjt_q1Bc

Related:  federica92simonaguinciVideotutorialCONTENT CURATION

Content curation: cos'è, a cosa serve, tool indispensabili La content curation è un processo che consente di raccogliere, organizzare, arricchire e condividere attraverso piattaforme specializzate. Può bastare questa come definizione? Sì, è buona ma non abbastanza per dissipare i dubbi. Tutte le specializzazioni del web sono circondate da miti e false credenze. Salvatore Aranzulla - Istruzioni per proseguire Adblock Plus 1. Clicca sull'icona di Adblock Plus presente in alto a destra.

Content curation: cos'è, a cosa serve, tool indispensabili La content curation è un processo che consente di raccogliere, organizzare, arricchire e condividere attraverso piattaforme specializzate. Può bastare questa come definizione? Sì, è buona ma non abbastanza per dissipare i dubbi. Tutte le specializzazioni del web sono circondate da miti e false credenze. Alcuni sostengono che per essere webwriter sia sufficiente saper scrivere, altri pensano che la content curation si riduca alla ripubblicazione di risorse interessanti. Non è così, assicurato.

Che cos'è DigCompEdu, per le competenze digitali di docenti e educatori In un recentissimo articolo apparso su questo sito, la collega Silvia Mazzoni elencava cinque punti “programmatici” per lo sviluppo del PNSD. Tra essi, al quarto posto, si trova il curricolo: “pianificare e supportare il lavoro dei docenti rivolto alla declinazione completa e articolata delle competenze digitali”. In effetti, la definizione di un framework comune per le competenze digitali è una delle azioni del PNSD stesso (#14) per la quale era prevista l’istituzione di un tavolo tecnico già per il dicembre 2015. Nel frattempo, tuttavia, il dibattito internazionale e soprattutto europeo sul tema si è arricchito di una proposta specifica per i docenti: il framework DigComp, pensato come modello delle competenze digitali del “cittadino europeo”, a sua volta citato dal PNSD come importante fonte di ispirazione proprio dell’azione #14 (ma qui si rischia il corto-circuito!)

Franco Torcellan: Content Curation e Didattica Raccolta di Strumenti per creare Giochi Educativi Post pubblicato su Educational Technology and Mobile Learning dedicato all'apprendimento basato sul gioco - Game Based Learning. Se è sicuramente fuori luogo la riduzione dell'apprendimento a gioco, è però altrettanto vero che la dimensione ludica costituisce da sempre uno dei fattori costitutivi dell'apprendere in ambiti informali e nell'infanzia e può essere utilmente impiegato anche nell'istruzione formale e scolastica a condizione di abbandonare il manicheismo didattico e ogni forma di integralismo metodologico tipica di chi ripone la propria fede in questo o quell'altro approccio o metodologia. Il Post Pubblicato l'8/3/2017 con il titolo "12 of the best Tools and Apps for Creating Educational Games", il post si limita a segnalare 12 applicazioni che che permettono di sviluppare giochi didattici mirati a promuovere differenti capacità (creative, analogiche, logiche, etc.) e a coinvolgere maggiormente gli studenti e motivarli. 1.

Content Marketing: cosa è e come farlo bene - Raffaele Gaito Questo sito web utilizza i cookie Questo Sito utilizza alcuni tipi di cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento dello stesso, nonché cookie statistici e di profilazione anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie consulta la Cookie Policy. Cliccando su Accetta, acconsenti all’utilizzo dei Cookie. Usa solo i cookie necessari Accetta tutti i cookie Mostra dettagli Le competenze per la cittadinanza digitale: DIGCOMP Quali competenze sono necessarie all’allievo cittadino digitale? Educare alla cittadinanza digitale è progettare esperienze di apprendimento in cui gli allievi siano chiamati ad agire tutte le competenze integrando la dimensione analogica con quella digitale. La competenza digitale è una delle otto competenze individuate nella Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio “Le competenze chiave per l’apprendimento permanente” del 2006. Essa è stata oggetto di un importante progetto di studio europeo “DIGCOMP: A Framework for Developing and Understanding Digital Competence in Europe” finalizzato a contribuire alla comprensione dello sviluppo della competenza digitale in Europa e a fissare descrittori esaustivi. Il framework DIGCOMP

Perché La Curation Trasformerà Il Mondo Dell'Educazione: 10 Ragioni C'è un numero crescente di nuove tendenze che stanno rivoluzionando rapidamente il mondo dell'educazione, offrendo nuove opportunità per rivedere e migliorare i ruoli e gli scopi di molte delle istituzioni già presenti (che probabilmente diventeranno presto obsolete e insostenibili agli occhi di chiunque). 1) Un Opprimente Abbondanza Di Informazioni Che Implora Di Essere OrganizzataL'obiettivo non è (e probabilmente non lo è mai stato) di imparare o memorizzare tutte le informazioni che percepiamo. Il solo concentrarsi sul loro vero significato sarebbe già troppo.

Bibliotime, XVI, 1 - Laura Testoni, Digital curation e content curation: due risposte alla complessità dell'infosfera digitale che ci circonda, due sfide per i bibliotecari Come abbiamo visto, il termine curation si afferma nella seconda metà degli anni Zero, come possibile risposta all'accresciuta complessità dei contenuti digitali presenti nell'ecosistema informativo. In ambito LIS la digital curation va contestualizzata all'interno degli scenari aperti dai big data e dall' e-science, cioè dell'attività di ricerca data-centrica, che dev'essere supportata da una infrastruttura informativa digitale in grado di gestire il ciclo di vita dei dati e dei documenti. In questo contesto il bibliotecario è un tecnico che, all'interno di una équipe, ed in base a precise linee-guida ed a competenze specifiche, contribuisce ad aggiungere valore ai contenuti digitali, garantendone non solo la conservazione (digital preservation) ma anche l'accesso, la diffusione, il riutilizzo. Laura Testoni, Biblioteca della Scuola di Scienze sociali - Università di Genova, e-mail: laura.test@gmail.com [3] "[…] did not sit at my computer and passively click on images that appeal to me.

Partecipazione e nuova cittadinanza, la via per la Scuola (digitale) a prova di futuro - FPA Tutti, se competenti, abbiamo l’opportunità di agire da attori proattivi e cogliere le opportunità dei cambiamenti che caratterizzano i nostri tempi. La scuola è il luogo in cui formare a vivere il cambiamento, esercitare attivamente la cittadinanza (digitale), immaginare soluzioni innovative, ascoltare, accogliere,anticipare i bisogni. Il “racconto della conoscenza” cede il passo al fare, all’apprendere attraverso la scoperta, alla partecipazione, all’elaborazione critica e creativa attraverso la facilitazione degli strumenti e degli ambienti digitali. Il digitale non è “altro” che va affiancato a percorsi didattici già consolidati, non è evoluzione incrementale.

Come e perchè creare infografiche Negli ultimi anni, le infografiche hanno guadagnato crescente popolarità. Pensa che l’uso delle infografiche è diventato talmente apprezzato che esistono siti che si occupano esclusivamente di questo argomento. Per esempio, Daily Infographic è un sito molto popolare dove viene pubblicata ogni giorno una nuova infografica; ottimo anche per trovare ispirazione. Cosa sono le infografiche Content Curation: cosa è e come farla al meglio – Questione di… Social! La content curation è uno dei più semplici ed efficaci metodi per attrarre visitatori sul tuo sito e generare interesse nella tua attività. Il trucco è ovviamente uno solo: farlo bene. Cosa è la Content Curation

Related: