background preloader

Storytelling in classe: gli strumenti per le nostre storie - GRIMPO!

Storytelling in classe: gli strumenti per le nostre storie - GRIMPO!
Le storie potenti e commoventi sono fondamentali per la nostra esistenza. Con gli strumenti disponibili per la narrazione digitale di oggi è più facile che mai raccontarle. Ecco quali vale la pensa utilizzare con i nostri allievi: siano essi adulti o bambini. La pratica dello storytelling attiene ad una componente fondamentale di ogni essere umano, anche nel mondo moderno di oggi. E ‘infatti uno dei modi con cui connettersi alle altre persone, che ci permette di condividere le nostre speranze e i nostri sogni, le nostre paure e le preoccupazioni, le nostre esperienze e i nostri progetti. Raccontare storie, appunto lo storytelling, sottolinea ciò che abbiamo in comune e così ci può aiutare a colmare i divari e le distanze che troppo spesso si frappongono. Tuttavia una buona narrazione, insomma uno storytelling fatto bene, non è un tratto ereditario: deve essere insegnata e praticata. Insegnamento del Digital Storytelling Strumenti di narrazione digitale per qualsiasi dispositivo

http://www.grimpo.it/blog/storytelling/

Related:  DIDATTICA E DIGITAL STORYTELLINGDigital StorytellingDIGITAL STORY TELLING

22 forme di narrazione per scrittori e storyteller Quanti modi esistono per raccontare una storia? O, meglio, quante forme di racconto possiamo usare per la nostra storia? In ogni progetto narrativo va decisa anche la struttura del racconto – romanzo, racconto propriamente detto, dramma teatrale, storytelling, fino ai progetti transmediali – e le sue caratteristiche. In questo post ho elencato 22 forme narrative che possono essere utili a chi scrive, a chi deve raccontare per lavoro o per puro piacere personale. Libro-gioco o librogame (Gamebook) Il Digital Storytelling in classe: le tipologie Il digital storytelling, la tecnica con cui imparo contenuti didattici (e non solo) tramite la narrazione di storie, può essere declinata in varie tipologie. Si premette che il Dst (digital storytelling), diversamente da quanto si possa immaginare, non è adatto solo alle discipline umanistiche come la letteratura e la filosofia, ma ben si presta anche a quelle cosiddette scientifiche come la matematica, fisica, informatica e scienze. Il limite sta nella fantasia del docente e nella sua disponibilità a sperimentare nuove metodologie didattiche non frontali. A questo proposito vediamo dunque quali possano essere alcune diffuse tipologie di Dst: Prologhi e/o finali alternativi; adatta alla riflessione su un’opera letterariaSpin Off; si tratta di una narrazione che parte da personaggi e situazioni nati come secondari in altre narrazioni, ma particolarmente apprezzati dal pubblico da meritare una produzione a sè (celebre il caso de I Pinguini di Madagascar!) Emiliano Onori

Il Digital Storytelling in classe: i prodotti Il digital storytelling è una metodologia didattica attiva, vale a dire un approccio didattico che vuole mettere al centro del processo di apprendimento lo studente, mediante l’elaborazione di storie. Dopo aver visto le tipologie più note di digital storytelling (clicca qui per leggere l’articolo), è il momento di elencare i prodotti multimediali che dagli studenti possono essere realizzati. Vediamo i principali: – Pagina Web: tramite siti ad hoc lo studente può pubblicare una storia tramite una pagina web. Il vantaggio è che tale soluzione non richiede il salvataggio di un file specifico e la condivisione è immediata. Tuttavia se sono presenti foto o video di altri studenti è opportuno prevedere soluzioni ad hoc per il rispetto della privacy.

Storytelling step by step inCondividi (Contributo originale di Anna Rita Vizzari) Le sezioni in cui si articola il presente contributo sono le seguenti (cliccando si approda alle singole sezioni): A) Che cos’è e a che cosa serve lo Storytelling. B) Tipologie di “prodotto” di Storytelling. Risorse per la narrazione 2 Proseguo con la pubblicazione delle edizioni della mia video rubrica dedicata alla segnalazione di risorse e strumenti per la narrazione digitale (e non). Risorse per lo Storytelling Digitale GNAM è una video rubrica nutriente per la segnalazione di risorse e strumenti sulla Narrazione Digitale che ho realizzato per scherzo durante un corso di formazione sul tema del Digital Storytelling per l'insegnamento. L'acronimo, in cui la "G" non vuol dire nulla e il resto "Narrazione Agglutinata Multimediale", oltre che nascere dal disgusto per la sindrome acronimica, voleva indicare il valore nutritivo delle risorse offerte ma anche il fatto che la narrazione è ciò di cui ci nutriamo e quella forma di pensiero e discorso che costituisce il collante (agglutinare) della nostra cultura e delle nostre esistenze. In ogni edizione di GNAM vengono sinteticamente presentate diverse risorse e proposti link di approfondimento o video tutorial. Gnam Giallo

Percorsi di Digital Storytelling: dalla teoria alla pratica La narrazione digitale puó ampliare gli scenari di apprendimento, poiché consente ai ragazzi di usare la propria esperienza e creativitá per creare prodotti multimediali all’interno del curriculum di studio. Le attivitá di Digital Storytelling in classe si inseriscono nella logica dei percorsi di apprendimento student-centred. L’allievo diviene protagonista del proprio processo di apprendimento e può mettere a frutto le proprie conoscenze, competenze e creativitá per realizzare prodotti originali nella forma di video, presentazioni multimediali, libri e racconti digitali, fumetti e poster, ecc. come esito dei propri apprendimenti. Il Digital Storytelling può facilitare l’apprendimento di contenuti e nozioni disciplinari complessi in modo divertente e più coinvolgente! Per gli allievi piú giovani le attivitá possono richiedere la collaborazione fra pari per la creazione di un testo interattivo di non-fiction su un’area di studio ovvero la creazione di una storia inventata.

risorse e strumenti per il digital storytelling - Applicazioni per la narrazione digitale Digital Story Tools Digital Story Tools è un sito che propone un elenco di risorse e strumenti selezionati e ordinati in categorie per costruire storie digitali. La lista di strumenti e applicazioni web per il digital storytelling viene aggiornata periodicamente. La classificazione degli strumenti offerti in categorie agevola gli utenti nella scelta di quelli più adatti alle loro esigenze. Scopo del sito Questa la presentazione dell'archivio offerta dai suoi autori e tradotta dall'inglese:

Story starters – Idee per inventare storie Inventare storie è un’attività molto divertente in cui si esercita la lingua inglese. Per aiutarci in questo esercizio possiamo realizzare degli ‘story starters’, immagini e schemi che ci aiuteranno a inventare delle storie. Ci possono essere molti spunti per inventare storie: aprire a caso un giornate e mischiare i titoli, scegliere casualmente due sostantivi da cui partire, ispirarsi a oggi che abbiamo in casa, ecc. Vi racconto una storia… ma digitale Da che l’uomo è sulla Terra ha sempre raccontato storie in tanti modi diversi. La narrazione, infatti, è una tecnica molto antica e molto variegata. All’uomo piace raccontare storie, ma soprattutto farsele raccontare! Nell’antichità ha prevalso per lungo tempo il racconto orale a cominciare dai cacciatori del Paleolitico riuniti intorno al fuoco fino alla civiltà greca con i capolavori dell’Iliade e l’Odissea! Ma il racconto non è stato sempre e solo orale, anche le immagini hanno avuto il loro spazio e le pitture rupestri ne sono la testimonianza più antica. Poi si è passati alle storie scritte quando l’oralità ha ceduto il passo alla scrittura.

Digital Storytelling: Cos’è, come utilizzarlo nella didattica, con quali strumenti si realizza Il Digital Storytelling ovvero la Narrazione realizzata con strumenti digitali (web apps, webware) consiste nell’organizzare contenuti selezionati dal web in un sistema coerente, retto da una struttura narrativa, in modo da ottenere un racconto costituito da molteplici elementi di vario formato (video, audio, immagini, testi, mappe, ecc.). Caratteristiche di questa tipologia comunicativa sono: # il fascino: derivante dal carattere fabulatorio che possiedono le storie, dato che si tratta, fondamentalmente, di racconti; # la ricchezza e varietà di stimoli e significati: derivanti dall’alta densità informativa e dall’amalgama di codici, formati, eventi, personaggi, informazioni, che interagiscono tra loro attraverso molteplici percorsi e diverse relazioni analogiche. # Si tratta quindi di una forma di narrazione particolarmente indicata per forme comunicative come quelle proprie del giornalismo, della politica, del marketing, dell’autobiografia e anche della didattica. 1. 2. 3.

Related: