background preloader

Storytelling digitale in classe: alcuni spunti e consigli per gli insegnanti

Storytelling digitale in classe: alcuni spunti e consigli per gli insegnanti
Cos’è lo storytelling? E’la capacità di raccontare una storia. Niente di più di semplice, dunque, per gli insegnanti. Se parliamo invece di storytelling digitale intendiamo la stessa capacità di raccontare qualcosa, ma utilizzando strumenti digitali come video, immagini, mappe e infografiche, file audio e tutta una serie di strumenti innovativi che possono arricchire lo storytelling e rendere più interessante, coinvolgente e accattivante una lezione. Gli studenti, si sa, sono ormai abituati a un mondo iperconnesso, sempre più social e digitale, con svariati stimoli provenienti dalla tecnologia. Perchè non creare una fusione, allora, tra il mondo della scuola e quello digitale? Gli elementi multimediali e creativi, come evidenziato da diversi studi, favoriscono la memorizzazione e incrementano il coinvolgimento e la motivazione degli studenti. Ecco alcuni spunti di storytelling digitale in classe: Il miglior modo per condividere questi materiali con la classe?

http://blog.socloo.org/2016/07/06/storytelling-digitale-in-classe/

Related:  Story mapping e storytellingilemelliDIDATTICA

Perchè lo storytelling non serve a vendere ma a insegnare Che Futuro! Raccontiamo storie dall’alba dei tempi. Prima lo facevamo con suoni gutturali e disegni, pittogrammi e ideogrammi, poi con l’alfabeto, in lingua sumerica o in latino, ma lo storytelling è antico quanto la civiltà umana e da sempre ne accompagna lo sviluppo. Pensate alle grotte di Altamira e Lascaux, alle scene di caccia che conservano, pensate agli aedi greci e ai trobadori cortesi, alle cosmogonie dei grandi poemi religiosi e all’epica di viaggio. Ogni storia che raccontano ha al centro dei protagonisti, fatti e vicende esemplari con cui identificarsi o dai quali prendere le distanze.

Letture matematica estive: qualche suggerimento di libri da mettere in valigia Anche quest'anno immaginiamo che si riproporrà per i nostri lettori la seguente domanda: "Che libri metterò in valigia da leggere durante le vacanze?" Per aiutarvi a risolvere il dilemma, come abbiamo già fatto lo scorso anno, vi proponiamo una selezione di libri "da leggere"... ovviamente parliamo sempre di libri di divulgazione scientifica (ma non solo).

Raccolta siti didattici: Arte Raccolta di siti che trattano l'Arte e la sua storia dal punto di vista didattico. Troverete materiale didattico adatto per alunni delle scuole elementari fino all'Università. Sito di Cristina Leocata dove troverai tante curiosità sul mondo dell'arte, se vorrai potrai acquistare e leggere il suo nuovo libro "Lo sguardo curioso di Clara", realizzare da casa i tanti laboratori proposti nelle pagine seguenti, guardare i divertenti video e spedirmi commenti, foto e specialmente i tuoi disegni! Il progetto è stato presentato a febbraio 2011 da Google, che ha reso possibile la visita in alta definizione di 17 musei di tutto il mondo; dalla propria casa o ufficio è possibile percorrere stanze e corridoi, ci si avvicina ai quadri catalogati, fino a vederne i particolari in “gigapixel”, il tutto semplicemente muovendosi con il mouse del proprio computer. GAUDIO.ORGSul questo sito è possibile reperire una serie di file mp.3 su contenuti vari di Storia dell’Arte. 1- Presentazione delle opere.

Digital Storytelling: Cos’è, come utilizzarlo nella didattica, con quali strumenti si realizza Il Digital Storytelling ovvero la Narrazione realizzata con strumenti digitali (web apps, webware) consiste nell’organizzare contenuti selezionati dal web in un sistema coerente, retto da una struttura narrativa, in modo da ottenere un racconto costituito da molteplici elementi di vario formato (video, audio, immagini, testi, mappe, ecc.). Caratteristiche di questa tipologia comunicativa sono: # il fascino: derivante dal carattere fabulatorio che possiedono le storie, dato che si tratta, fondamentalmente, di racconti; # la ricchezza e varietà di stimoli e significati: derivanti dall’alta densità informativa e dall’amalgama di codici, formati, eventi, personaggi, informazioni, che interagiscono tra loro attraverso molteplici percorsi e diverse relazioni analogiche. # Si tratta quindi di una forma di narrazione particolarmente indicata per forme comunicative come quelle proprie del giornalismo, della politica, del marketing, dell’autobiografia e anche della didattica. 1. 2.

Fuoriaula blog - Fuoriaula In buona parte delle scuole in cui ho lavorato durante questi anni c'erano biblioteche ben fornite, ma deserte. Complice un servizio di prestito a singhiozzo (per mancanza di personale e/o per assenza di fondi), unito spesso a regolamenti interni pensati quasi per tenere lontani gli studenti, le biblioteche delle scuole in cui ho insegnato risultavano poco frequentate o tutt'al più utilizzate come parcheggio per studenti che non si avvalgono dell'ora di religione cattolica. Tuttavia l’intento di questo post non è però quello di discutere di biblioteche e programmi, ma di raccontare un’esperienza che ho condotto durante quest’ultimo anno: parlo di libri e podcast o, mutatis mutandis, di ascolto e lettura (come già recitava il titolo di questo articolo); due delle competenze-chiave della disciplina scolastica Italiano, ma soprattutto due delle competenze trasversali della cosiddetta educazione linguistica.

Storytelling e schema narrativo Il marketing narrativo o storytelling d’impresa è una disciplina nuova , delineatosi intorno agli anni ‘80/’90 del secolo scorso ma che progressivamente, dato il suo carattere trasversale, ha permeato molti campi, da quello psicologico a quello economico. Mi sono interessata al tema del marketing narrativo soltanto di recente, a seguito di un corso di formazione di Lab121 con i docenti Alessio Giachin Ricca e Piero Camerone e ne sono stata completamente conquistata. Andrea Fontana, docente di storytelling presso l’Università di Pavia, la definisce come “la scienza che traduce e promuove le cose in parole, immagini e suoni. Traducendole le rende vere, quindi legittimate ad esistere”. La narrazione è uno strumento antico che nel corso dei secoli ha svolto differenti funzioni, da quello più tradizionale della formazione di una cultura e di un’identità, a quello di condivisione di conoscenza. “Scegli un personaggio e noi ti forniamo gli accessori “ C.

Che cosa è il Design Thinking e come attuarlo in classe (in 6 step) “Essere empatici. Cercare di capire a che cosa la gente dia veramente valore. La grande cosa del Design Thinking è che permette alle persone di costruire idee sulle idee degli altri. Tu pensi a qualcosa, io ho un’idea, poi qualcuno da qualche parte dice: ‘Ehi, questo mi ha fatto pensare che dovremmo fare questo e potremmo fare quello.’ Così arrivi ad un punto che non avresti mai raggiunto con un’unica mente”. David Kelley (Professore alla Stanford University e fondatore dell’azienda di Design IDEO) sintetizza così il Design Thinking mettendo in evidenza alcune delle principali caratteristiche distintive della metodologia: lo human-centred approach, la multidisciplinarità e la collaborazione, la creatività e la propensione per le “wild ideas” che permettono di andare oltre i limiti della conoscenza, per un approccio innovativo alla didattica.

Leggere ad una velocità di 1 pagina/secondo? E' vero. La scienza ha dimostrato che il cervello è in grado di leggere ad una velocità di 1 pagina/secondo. Ti dirò di più: questa è la velocità normale con cui il cervello è in grado di leggere e fotografare intere pagine. Ma c'è un problema enorme che nessuno ti ha mai detto. A scuola ti hanno insegnato a RALLENTARE la tua velocità! Creare video in stop motion in classe Dettagli Categoria: Strumenti Creato: Sabato, 01 Luglio 2017 09:45 I film in stop motion affascinano sempre adulti e piccini per la loro capacità di fondere la matericità del mondo reale con la fantasia del cartone animato.Non è mai stato facile come oggi creare in classe video in stop motion. Oggi passerò in rassegna 3 strumenti che ci possono aiutare a raggiungere l'obiettivo con grande facilità JellyCam è un tool gratuito che ci permette di utilizzare immagini sul nostro computer oppure catturarne di nuove via webcam e di sistemarle agilmente su di una timeline.

Related:  TAC: Tecnologie per l' Apprendimento e per la Conoscenza