background preloader

Creare lezioni con ClassFlow in 5 min

Creare lezioni con ClassFlow in 5 min
Related:  Presentare idee - Presentation Tools - Digital Story Telling

Beamium: da un file PDF ad una presentazione sincronizzata online Beamium è una soluzione gratuita, pratica e veloce per trasformare un file PDF in una presentazione da condividere online. Si tratta di una risorsa che permette di caricare i vostri PDF senza la necessità di registrarvi al servizio e, al termine dell'upload, disporrete del codice ID o del link, da mostrare a chi dovrà visualizzare la presentazione sul proprio dispositivo. Chiunque entrerà in beamium.com e digiterà il codice univoco della presentazione, la visualizzerà online e, ogni volta che il relatore si sposterà tra le pagine, vedrà il browser sincronizzarsi automaticamente, trovandosi sempre nella stessa area della presentazione. Beamium permette inoltre di spostarsi tra le miniature della presentazione, di utilizzare un "puntatore laser", lo zoom di navigazione e di scaricare il pdf sui propri pc. Ogni presentazione resta online per 14 giorni, limite che puo' essere totalmente cancellato se vi registrerete al servizio. Vai su Beamium Articoli correlati

CLASSFLOW OnTopReplica - Home Atavist: dallo storytelling alla pubblicazione di qualsiasi contenuto multimediale online Atavist è un altro strumento molto versatile con cui è possibile realizzare digital storytelling in classe, ma anche utilissimo per la flipped classroom in quanto è possibile costruire lezioni, arricchendole di ogni tipologia di media. Si tratta di una piattaforma freemium che prevede un profilo free in grado di soddisfare le esigenze per un utilizzo di questo strumento nella didattica. Nato come vero e proprio strumento editoriale, Atavist si propone come utilissima risorsa per la scuola, grazie alla facilità con cui è possibile digitalizzare contenuti di apprendimento. Come potrete verificare, accanto all'editor di testo è presente un comando + che permette di inserire vari blocchi corrispondenti a media diversi (immagini, video, slideshow, podcast o file musicali, mappe, grafici, codici embed, tabelle e molto altro ancora. Al termine potrete pubblicare le vostre narrazioni digitali rendendole fruibili a tutti oppure proteggendole attraverso una password. Articoli correlati

Oilproject: letteratura e matematica online, lezioni gratuite, video, esercizi, analisi e riassunti Interactive Video Learning Compton: creare presentazioni e condividerle da remoto Compton è una nuovissima risorsa gratuita che permette di creare e condivdere presentazioni da remoto. Una volta registrati al servizio potrete iniziare a creare le slides della presentazione trascinando delle immagini nello spazio indicato e disporre di un URL univoco da inviare a chi dovrà consultarla dai propri dispositivi. Compton offre la possibilità di inserire note di testo per ogni diapositiva e consente di visualizzare in qualsiasi momento le statistiche di accesso per sapere chi sta guardando le immagini. Come nel caso di Beamium si tratta di uno strumento che consente la sincronizzazione tra chi ha generato la presentazione ed i dispositivi delle persone in posesso del relativo indirizzo URL. Interessante il fatto che le immagini vengono riprodotte ad alta definizione a differenza di servizi analoghi. Compton si propone come interessante soluzione per lezioni a distanza o in presenza con divrsi dispositivi collegati. Articoli correlati

AulaBlog: VideoANT: creare una lezione aggiungendo testo di commento a un video Vorrei proporre un percorso guidato alla conoscenza e all'utilizzo del metodo Cornell, uno dei più noti sistemi non lineari per "prendere appunti", perché senza un metodo per prendere appunti il rischio è quello di non imparare nulla. Naturalmente il metodo Cornell è solo uno dei tanti possibili modi di prendere appunti, l'ideale sarebbe che ciascuno studente metta a punto un proprio personale ed efficace modo di appuntare. Personalmente penso che il sistema Cornell, senza essere assunto come un dogma, possa essere un punto di partenza per imparare a realizzare gli appunti di una lezione o un libro e anche per imparare a studiare, poi ciascuno può mettere a punto un proprio personale sistema che si adatti alle proprie esigenze e caratteristiche. Importante è fare un primo passo, il metodo Cornell può essere questo primo passo. WikiHow - Come prendere appunti con il metodo Cornell Prendere apputi Struttura della guida La guida si suddivide in 4 Parti: Sommario prima parte Scheda del Video G.

Scaricare convertitore video gratis, strumenti audio e video gratuiti: editor video gratuito, convertitore video gratuito Google Story Builder: costruire storie digitali in maniera collaborativa immagine: www.spectronics.com.au/ Google Story Builder è uno strumento gratuito per il digital storytelling davvero particolare. Con questa risorsa è infatti possibile raccontare una storia a più mani, utilizzando testo e musica. Non è richiesto alcun login, anche se gli alunni possono iscriversi con i loro account Google. Si comincia aggiungendo due o più "narratori" che dovranno alternarsi nel racconto della storia. Trattandosi di una risorsa esclusivamente testuale, gli studenti dovranno concentrarsi sulla narrazione verbale, sulla ricchezza lessicale, sulle tecniche di scrittura. Man mano che la storia procede, lo schermo farà apparire il colore dell'autore delle varie parti, esaltando l'aspetto collaborativo di questo strumento. Una volta completata la storia, è possibile aggiungere musica da un archivio di risorse di brani di libero utilizzo. La storia ultimata viene visualizzata e condivisa come un video in cui la digitazione è animata, come se venisse digitata in quel momento.

INDICE DELLE SEZIONI E DELLE SOTTOCARTELLE Archivi di immagini liberamente utilizzabili per le vostre presentazioni Sappiamo ormai tutti che uno dei problemi più importanti per chi condivide contenuti digitali online è quello di inserire immagini liberamente utilizzbili. Capita infatti, anche solo per abbellire una presentazione, di dover far ricorso a foto non disponibili nei nostri dispositivi e, per questo, possiamo attingere ad una serie di archivi che vado a presentarvi. Alcune di queste risorse possono essere utilizzate senza alcun problema, per altre occorre citare l'autore o la piattaforma digitale da cui sono state prelevate. Un database che consiglio in particolare agli Animatori Digitali delle scuole, da condividere con i colleghi. Pixabay Un' dei database di foto gratuite più popolari le foto gratis in tutto al mondo. Can We Image Attinge all'archivio Wikimedia Commons, rimandando per ogni immagini direttamente al link dove sono specificati i diritti di utilizzo della risorsa. Compifight Creative Commons Search Foter EveryStockPhoto Image Finder StockPhotos.io Freepik Articoli correlati

MoodleCloud

Related: