background preloader

Graziano Cecchinato: Flipped Classroom 14-05-2014

Graziano Cecchinato: Flipped Classroom 14-05-2014

http://www.youtube.com/watch?v=tpv4CFOTHwY

Related:  Metodologie Didattiche e Tecnologie dell'ApprendimentoFlipped classroomFLIPPED CLASSROOMCorso concorso MussolenteCLASSE INVERSEE

Franca Da Re: La didattica per competenze Impostare nella scuola un curricolo che si ponga come obiettivo il conseguimento di competenze (e non solo di conoscenze e abilità) da parte degli studenti, comporta una profonda revisione delle pratiche didattiche e della visione stessa dell’insegnamento e del modo di fare scuola. In questo testo vengono tracciati gli scenari europei e nazionali in cui la tematica delle competenze è inscritta; il tema della competenza viene analizzato e approfondito dal punto di vista didattico, pedagogico, culturale ed etico e vengono offerti ai docenti strumenti teorici e pratici per impostare il curricolo e la didattica quotidiana nella nuova prospettiva. scarica la guida in formato PDF cliccando sui seguenti link: Capitoli 1 e 2 | Capitolo 3 | Capitolo 4 | Capitolo 5 Esempi di curricoli per competenze per il primo ciclo Leggi la presentazione dei materiali in forma completa Scarica gli esempi di curricoli

Flipping the classroom – Giovanni Bonaiuti Da qualche tempo, in rete, si parla con insistenza di “flipped classroom model”. Il nome è intrigante ed ho pensato valesse la pena provare a capire meglio… Si tratta di una modalità di insegnamento (supportata da tecnologie) in cui si invertono i tempi e i modi di lavoro. Non è tanto la classe ad essere “capovolta” quanto il normale schema di lavoro in classe. Tipicamente, infatti, si ha un primo momento in cui l’insegnante spiega (fa “lezione”) seguito da un secondo momento in cui agli studenti sono assegnati problemi da risolvere tipicamente da svolgere a casa (i “compiti a casa”). Modello tradizionale

Google lancia ufficialmente Expeditions, programma didattico in realtà virtuale alla scoperta di posti lontani Dopo aver attraversato un lungo periodo di test, Google Expeditions è finalmente pronto per diventare un programma didattico completo, in grado di fondere la geografia e la scoperta di posti di lontani ed inesplorati con quello della Realtà Virtuale. Utilizzando un semplice visore Google Cardboard e uno smartphone, chiunque può vedere con i propri occhi posti magnifici, attraverso visite guidate a Macchu Picchu, l'Antartide o addirittura la Stazione Spaziale Internazionale. Il progetto Expeditions nasce innanzitutto come punto di riferimento per scuole e attività collegate all'apprendimento, collegando diversi dispositivi alla stessa rete Wi-Fi, gli studenti potranno effettuare una vera e propria "gita virtuale". Google Expeditions è uno strumento didattico in realtà virtuale che consente di condurre o partecipare a gite virtuali immersive in ​​tutto il mondo - attraverso opere storiche, vere e proprie immersioni subacquee con tanto di squali, e addirittura visitare lo spazio esterno!.

La LIM: che cos’è, come funziona - LIM news - SCUOLA PRIMARIA - DeAgostini scuola Home > Conosciamo la LIM > La LIM: che cos’è, come funziona di Gianni Messina, CREMIT La LIM è una periferica hardware collegabile con un computer, che utilizza la tecnologia touch - rilevazione del tocco - realizzata con varie soluzioni per acquisire come input la posizione del puntatore del mouse e la pressione dei suoi tasti destro e sinistro. La LIM consente a chi ne fa uso di interagire su di una superficie di grandi dimensioni sulla quale viene proiettata l’immagine prodotta da un computer, utilizzando varie tipologie di stilo - apparati di puntamento denominati nel gergo “penne” - o, in alcuni casi, le dita. Il sistema identifica istantaneamente la posizione dello stilo, o del dito, che viene mosso sulla superficie e, nel punto in cui viene esercitata una pressione, esegue la funzione scelta sul software applicativo (scrittura a mano libera, disegno assistito, etc) o di sistema (movimenti del puntatore e ‘click’ del mouse) che si sta utilizzando in quel momento.

Antonio Maiorano: Insegnare per competenze Il concetto di didattica per competenze comincia ad affermarsi intorno alla metà degli anni ’90, nei documenti dell’Unione Europea, come il Libro bianco sull’istruzione e formazione1 a cura di Edith Cresson, allora Commissario Europeo con delega alla scienza, ricerca ed educazione, in cui si legge: «In tutti i paesi d’Europa si cercano di identificare le “competenze chiave” e di trovare i mezzi migliori di acquisirle, certificarle e valutarle. Viene proposto di mettere in atto un processo europeo che permetta di confrontare e diffondere queste definizioni, questi metodi e queste pratiche». L’idea di competenza deriva dall’ambito lavorativo, dove indica “il patrimonio complessivo di risorse di un individuo nel momento in cui affronta una prestazione lavorativa o il suo percorso professionale”.2

Doceri: app iPad per la classe capovolta Se utilizzate l'iPad per la vostra classe capovolta vi consiglio di provare Doceri. Si tratta di un'applicazione che combina in un'unica soluzione una lavagna interattiva, uno strumento per lo screencasting e per il controllo del desktop, quindi risorsa ideale per la creazione di lezioni o presentazioni integranti tutti i tipi di contenuti multimediali. Ecco alcune idee per utilizzare doceri in una flipped classroom: Creare lezione di qualsiasi disciplina sul vostro ipad e postarla sulla vostro social learning o sul vostro canale YouTube per consentire i vostri studenti di visualizzare prima di lavorarci in classe. Dal momento che doceri permette di condividere lo schermo del vostro iPad con quello del pc collegato alla LIM, è possibile visualizzare le lezioni da qualsiasi punto della classe. Gli studenti possono annotare, tramite i loro dispositivi.

Competenze: I percorsi per competenze di Federico Batini - Loescher Editore I volumi si compongono di un quadro teorico e di alcuni percorsi didattici, che guidano l’insegnante passo passo nella lezione per competenze ma possono essere utilizzati anche in parte, come spunti o suggerimenti. ASSE DEI LINGUAGGIParlo, leggo, scrivo ▶Il quadro teorico fornisce gli elementi di base per l’approccio a una didattica per competenze in italiano.▶I sei percorsi didattici sono composti da istruzioni per il docente, brani stimolo e schede attività sul linguaggio e la comunicazione. ASSE STORICO-SOCIALE Quando, dove, perché ▶Il quadro teorico fornisce gli elementi di base per l’approccio a una didattica per competenze nella storia e nella geografia.▶I quattro percorsi didatticisono composti da istruzioni per il docente, brani stimolo e schede attività su carte geografiche, linee del tempo, e altre esercitazioni caratteristiche delle materie affrontate.

Come Prendere Appunti con il Metodo Cornell 4 Parti:Preparare i FogliPrendere AppuntiCorreggere e Ampliare gli AppuntiUsare gli Appunti per Studiare Il metodo per prendere appunti Cornell è stato sviluppato dal Dr. Walter Pauk della Cornell University. Si tratta di un sistema molto usato per fare annotazioni durante una lezione o una lettura, e per ripassare e memorizzare quel materiale. Usando il sistema Cornell puoi ordinare meglio i tuoi appunti, imparare nozioni in modo attivo, migliorare le tue capacità di studio e raggiungere il successo accademico.[1] Cos'è la Piattaforma per la programmazione della didattica per competenze, il video Uno strumento valido per la programmazione della didattica per competenze, oltre alla possibilità di condividere i materiali tra i docenti, suddividendo le risorse per ambiti disciplinare: si tratta di una piattaforma creata per gli insegnanti italiani dalla Fondazione TIM e ImparaDigitale. Sotto la spinta di migliorare e facilitare la creazione di lezioni sempre più accattivanti per uno studente alla ricerca di nuovi stimoli e motivazione allo studio, il progetto della piattaforma per la programmazione della didattica per competenze si inserisce tra le soluzioni più importanti nel raggiungimento di obiettivi soddisfacenti nell'apprendimento personalizzato. Piattaforma programmazione didattica per competenze La piattaforma si basa sullo sviluppo interdisciplinare di aree di apprendimento per offrire una mappatura dei percorsi di studio.

Related:  Flipped classroom