background preloader

Uno strumento per creare lezioni con i video di RaiScuola

Uno strumento per creare lezioni con i video di RaiScuola
Fra gli strumenti online utili a creare lezioni aggregando contenuti multimediali ce n’è adesso disponibile anche uno completamente sviluppato in Italia dalla Rai. Si tratta di un ambiente cloud che permette l’aggregazione di risorse presenti in rete e non solo. RaiScuola ha reso disponibile questo web-tool ottimo per un approccio didattico di tipo “capovolto”. Mediante tale strumento è possibile collezionare e condividere materiali multimediali e documenti su specifici argomenti. Il risultato sarà una lezione pubblicata in rete (sul sito di RaiScuola) fruibile da chiunque in qualsiasi momento e con qualsiasi dispositivo. Il tool di RaiScuola si presta alla creazione di lezioni per qualsiasi disciplina e destinate a qualsiasi livello scolastico. Si può inizialmente scegliere fra centinaia di lezioni già pubblicate da altri insegnanti. Registrazione Prima di poter utilizzare lo strumento per la creazione delle lezioni è necessario registrarsi. Creiamo la nostra prima lezione Mi piace: Related:  UN ESEMPIO: L'UTILIZZO DEI VIDEOaudiovisivoapp web

Approfondimento: Il jigsaw (una tecnica per il lavoro cooperativo) Stoodle CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE, VELOCEMENTE E GRATIS | Francesco Valeriani Si intende la creazione di uno STORYBOARD. E’ una tecnica inventata da Walt Disney intorno al 1920 per pre-visualizzare un filmato prima della sua realizzazione. La strategia si è dimostrata così efficace da divenire uno strumento essenziale in TUTTE le produzioni multimediali. Ulteriori informazioni sulla video didattica si trovano all’interno del mio e-book “Creare un video didattico efficace” Acquisire un video è un’operazione molto semplice che si realizza collegando il dispositivo di registrazione, ad esempio il nostro cellulare o una qualsiasi videocamera, al pc o al notebook in cui produrremo il video didattico. Perché è importante la conservazione dei video? Il montaggio di un video è l’aspetto che richiede più tempo e necessita di due condizione per la riuscita di un buon prodotto, ovvero, passione per l’insegnamento e buona volontà per acquisire nuove competenze. Ho scritto un articolo in cui scrivo che cosa ti occorre per creare una video lezione, eccolo di seguito.

How to Receive Files in your Google Drive Folder from Anyone You can use Google Drive as a public drop box and receive files directly in Drive from anyone. Guests can even upload files to your Drive folder anonymously. A school teacher wants to have a public drop box (not Dropbox) where students can upload homework assignments. Google Forms would have been a perfect solution here but unfortunately you cannot upload files to Google Forms. The other option is to have a shared folder inside Google Drive where others may upload files but this approach does have limitations. What you can do is create a regular web form (written in HTML and CSS) and then use Google Scripts to upload the content of this form into a folder in your Google Drive. Before diving into the implementation, take a look at this sample form. Click here to make a copy of the Google Script into your Google Drive. The Google Script will now offer you the link (URL) of your form. The advanced version of the file upload form is even more capable.

Videotutorial Coggle: come creare mappe e diagrammi con Coggle Tecnologie Digitali e Tecnologie dell'Apprendimento E' indubbio che da sempre le tecnologie si usano e si debbano usare nella didattica e quelle digitali non possono né devono fare eccezione, altrettanto condivisa è la convinzione che le tecnologie digitali divengano "Tecnologie dell'Apprendimento", solo se e nella misura in cui, siano strumenti nelle "mani" della pedagogia. Il concreto processo di insegnamento e apprendimento muove da scelte educative, didattiche, metodologiche, istituzionali che vanno commisurate e tarate sulla "situazione" concreta, ovvero su quell'insieme di variabili di contesto che esprimo la reale situazione della classe, dell'ambiente di apprendimento, delle esigenze degli studenti, degli obiettivi disciplinari, dei tempi e degli spazi, etc. Anche la scelta e le modalità di impiego delle tecnologie digitali e del Web devono rispondere agli stessi criteri ed essere subordinate ad un disegno educativo e alle variabili situazionali. Tic e Tac E allora? 1. 2.

Due proposte didattiche con utilizzo di video scarica la versione PDF del lavoro Uno dei vantaggi dell’invecchiare è che si riesce a guardare le cose con maggior distacco. Sarà la presbiopia incalzante che mi costringe ad allontanarmi per meglio vedere, però io non riesco più ad appassionarmi a teorie palingenetiche e risolutive, non riesco a pensare che le soluzioni alle complesse problematiche della didattica possano trovarsi in una sola metodologia, in un ribaltamento risolutivo delle strategie d’insegnamento/apprendimento. Mi sembra infatti che – anche a prescindere dalle ovvie interrelazioni tra la didattica e il sistema scuola nel suo complesso che tanto peso hanno nel rendere il nostro apparato scolastico così farraginoso ed arretrato (non solo dal punto di vista tecnologico) – il discorso sia molto più complesso e che attenga soprattutto alla professionalità del docente. Proviamo a ragionare sulle tipologie. Video autoprodotti dall’insegnante. Figura 1 – Uso dei materiali di RAI scuola. Figura 2 – Worldcloud.

Creare immagini interattive con ThingLink L’immagine che vedete alla fine di quest’articolo è molto diversa dalle altre che si trovano su Internet, perché si tratta di un’immagine interattiva. Per molto tempo siamo stati convinti che questo tipo di foto fossero appannaggio di web designers, programmatori, etc. Invece, questa è la dimostrazione che ormai tutti possono creare delle immagini nelle quali inserire, link a pagine web, video, audio o addirittura altre immagini. Si tratta infatti di una mia creazione grazie ad un sito molto utile che si chiama ThingLink. L’iscrizione è gratuita (come sempre basta solo la vostra email) ed in pochi minuti potrete creare qualcosa di simile. ThingLink vi lascia caricare le vostre foto (da computer, da Facebook o anche direttamente da un link) ed in pochi semplicissimi passaggi vi permette di aggiungere i tag, ovvero quei cerchietti bianchi, ai quali potete collegare qualsiasi cosa troviate in Rete.

Lezioni Interattive con TED Ed Lesson Perché approcci quali il Blended Learning e la Flipped Classroom non si riducano alla migrazione di un modello di didattica trasmissiva dall’ambiente fisico dell’aula a quello virtuale del web, occorre sfruttare tutte le potenzialità della comunicazione digitale per assicurare alle nostre lezioni pubblicate online il maggior grado possibile di interazione dialogica e ricchezza comunicativa. Qualora ci si limitasse a pubblicare online video lezioni, non si farebbe altro che perpetuare i limiti della lezione frontale intesa come trasmissione di contenuti predefiniti a un “pubblico” di video spettatori passivi. 1. 2. 3. Cos’è TED-Ed Lessons Worth Sharing – Lezioni che vale la pena condividere TED Ed è la comunità di TED dedicata al mondo educativo e fornisce un servizio di creazione e condivisione di “lezioni“. Mi piace: Mi piace Caricamento... insegno Storia e Filosofia nel Liceo Scientifico "G.

Creazione e gestione dell'area riservata · PorteAperteSulWeb/pasw2015 Wiki ##Creare un'area riservata grazie ai plugin User Role Editor e User Access Manager ###(di Christian Ghellere) In questo mini tutorial verrà spiegato come creare una area riservata con l'ausilio dei plugin User Role Editor (autore Vladimir Garagulya), User Access Manager (autore Alexander Schneider) e Widget Logic (autore Alan Trewartha). Grazie ai primi due plugin si gestirà la riservatezza, mentre il terzo tornerà utile per la gestione della visualizzazione dei contenuti nell'area riservata. N.B. Si informa che modificare i ruoli è una operazione delicata e un eventuale errore potrebbe creare dei problemi nel corretto funzionamento del sito. Si invita pertanto di fare molta attenzione e per i meno pratici di wordpress effettuare solo quanto descritto in questo tutorial. Tutto il tutorial è scritto al fine di creare una area riservata per un sito scolastico che utilizza il template Pasw2015. ###1. Terminata l'installazione procedere con l'attivazione del plugin. ###2. ! ! ! ! ! ! ! ! ###3. ! ! ! ! ! !

Related: