background preloader

PNSD #PianoScuolaDigitale mappizzato - di Anna Rita Vizzari @latiranna

PNSD #PianoScuolaDigitale mappizzato - di Anna Rita Vizzari @latiranna
Il PNSD mappizzato Ambito "Strumenti" Accesso Azione #1: Fibra per banda ultra-larga alla porta di ogni scuola Azione #2: Cablaggio interno di tutte le scuole (LAN/W-Lan) Azione #3: Canone di connettività: il diritto a Internet parte a scuola Spazi e ambienti per l’apprendimento Azione #4: Ambienti per la didattica digitale integrata Azione #5: Challenge Prize per la scuola digitale (Ideas’ Box) Azione #6: Linee guida per politiche attive di BYOD (Bring Your Own Device) Azione #7: Piano per l’apprendimento pratico Identità digitale Azione #8: Sistema di Autenticazione unica (Single-Sign-On) Azione #9: Un profilo digitale per ogni studente Azione #10: Un profilo digitale per ogni docente Amministrazione digitale Azione #11: Soluzioni abilitanti e Digitalizzazione amministrativa della scuola Azione #12: Registro Elettronico Azione #13: Strategia “Dati della scuola” Ambito "Competenze e contenuti" Le competenze degli studenti Azione #14: Un framework comune per le competenze digitali degli studenti

https://www.mindomo.com/mindmap/pnsd-pianoscuoladigitale-mappizzato-di-anna-rita-vizzari-latiranna-d458185f95ba4ae1959314a1a161dabc

Related:  Corso neoassunti 2016Computer in classanimatore digitalePNSDIl PNSD

Le tre caratteristiche che rendono straordinario il Piano Nazionale Scuola Digitale C'è chi alza i muri e chi costruisce mulini. Forse questa volta i secondi sono di più dei primi. Ci sono molte buone ragioni per apprezzare il documento Piano Scuola Digitale che il Ministro Giannini ha presentato in un'affollatissima conferenza stampa il 27 ottobre scorso. tecnologie didattiche TFA - PAS a cura di Patrizia Vayola rappresentazioni grafiche TECNOLOGIE DIDATTICHE PAS - CORSO H Università di Torino, dipartimento di Scienze dell'Educazione a cura di Patrizia Vayola I prodotti dei corsistidei corsi PAS PRODOTTI CORSISTI TFA -CORSO L 043-050 Prof. Vayola TESTI D'ESAME = Calvani A.

35 punti per capire tutto sul Piano Nazionale Scuola Digitale Martedì 27 ottobre il ministro dell’istruzione Stefania Giannini ha presentato il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD), un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella riforma della Scuola approvata quest’anno (legge 107/2015 – La Buona Scuola). Il documento ha funzione di indirizzo; punta a introdurre le nuove tecnologie nelle scuole, a diffondere l’idea di apprendimento permanente (life-long learning) ed estendere il concetto di scuola dal luogo fisico a spazi di apprendimento virtuali. Le azioni previste, (35 punti), sono state già finanziate, attingendo alle risorse messe a disposizione dalla legge La Buona Scuola e dai Fondi strutturali Europei (Pon Istruzione 2014-2020) per un totale di un miliardo di euro. Il Piano sarà attuato da qui al 2020. Abbiamo letto il PNSD per capire quanti soldi verranno spesi sulle singole azioni e come si intende attuarle. Digitale tra i banchi: i numeri

Barca (Miur): "Il Piano Scuola Digitale è una suite di app interoperabili" Il PNSD, come documento, ha qualche settimana di vita ed almeno un triennio davanti per essere compiuto; ma in quel centinaio di pagine vi sono molti aspetti interessanti e nuovi. In primo luogo di policy. Non è frequente, infatti, che in un documento ufficiale del ministero si coniughino indirizzi forti, fattibilità amministrativa e progettualità dal basso. Sono molti anni che collaboro con il MIUR in tante delle tornate "digitali", con persone che ci credevano, tensioni sempre positive, ottime idee (per quanto sia difficile programmare in un settore per cui il domani è già passato). Archivi di immagini liberamente utilizzabili per le vostre presentazioni Sappiamo ormai tutti che uno dei problemi più importanti per chi condivide contenuti digitali online è quello di inserire immagini liberamente utilizzbili. Capita infatti, anche solo per abbellire una presentazione, di dover far ricorso a foto non disponibili nei nostri dispositivi e, per questo, possiamo attingere ad una serie di archivi che vado a presentarvi. Alcune di queste risorse possono essere utilizzate senza alcun problema, per altre occorre citare l'autore o la piattaforma digitale da cui sono state prelevate. Un database che consiglio in particolare agli Animatori Digitali delle scuole, da condividere con i colleghi. Pixabay

crea lezioni Gentile utente, Per poter usufruire dei servizi offerti all’interno della Community Rai è necessario registrarsi inserendo i dati richiesti nell'apposito form di registrazione, previa lettura e accettazione dell'Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n. 196. Con la registrazione riconosci ed accetti che RAI EDUCATIONAL possa modificare, sospendere, interrompere e disabilitare in qualsiasi momento, anche senza alcun preavviso, il servizio. Informativa ai sensi del D.Lgs. 196/2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali"). Ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n.196 recante il Codice in materia di protezione dei dati personali, RAI EDUCATIONAL fornisce l’Informativa riguardante il trattamento degli stessi. Per offrirLe i servizi di Community, RAI EDUCATIONAL - Titolare del trattamento - deve trattare alcuni dati identificativi, come meglio specificato nelle sezioni relative ai servizi stessi.

Strumenti per registrare quello che fate sullo schermo Lo screencast è una pratica particolarmente utile per preparare lezioni nella metodologia della classe capovolta. E' la registrazione digitale di quello che fate sullo schermo, una procedura per creare tutorial e lezioni che gli studenti possono visualizzare a casa, prima di lavorare in classe in maniera collaborativa. Si ricorda, una volta scelto lo strumento di screencasting, di non realizzare registrazioni troppo lunghe (attorno ai 2 minuti va più che bene), di aggiungere didascalie e sottotitoli per sottolineare i passaggi più rilevanti, di non utilizzare sfondi che distraggano l'attenzione dei ragazzi, di condividere il video su youtube, blog di classe, sito di classe. Ecco un elenco di risorse per relizzare screencast: Educreations - app iPad (freemium)

Vademecum per figure di sistema nella scuola per persone competenti. Strumenti di lavoro e pacchetti formativi - Piazza delle Competenze Da Piazza delle Competenze. Introduzione: le ragioni della proposta Gli strumenti di lavoro e i percorsi formativi documentati in PIAZZA delle COMPETENZE sono finalizzati allo sviluppo della Scuola per persone competenti e sono rivolti a chi, in varia forma e a livelli diversi, intenda sostenerla: sia coloro che vogliano orientare ad essa il proprio approccio didattico, utilizzando le Linee Guida per la pratica didattica, la valutazione e la certificazione, le Linee guida per la valutazione finale e la prova esperta e i materiali esemplificativi proposti, sia coloro che intendano anche farsene promotori, rivestendo all'interno del proprio istituto e del sistema scuola ruoli e/o funzioni vitali dal punto di vista gestionale e organizzativo (dirigenti scolastici, docenti con funzioni strumentali, coordinatori dei consigli di classe e dei dipartimenti, tutor di gruppi di ricerca e di formazione, consulenti dei consigli di classe...).

Related: