background preloader

Shoah

Facebook Twitter

Architettura e Poesia

Ti raccoto una storia. Giorno della Memoria. Menu di scelta rapida Menu di navigazione base torna al menu di scelta rapida Ricerca Menu contenuti 27 gennaio 2014Celebrazione del Giorno della Memoria al Quirinale Intervento di Giorgio Napolitano Intervento Maria Chiara Carrozza.

Giorno della Memoria

Preparazione della Giornata della Memoria. Giornata della Memoria. Mondodiluna. Viaggi della Memoria. Un treno per Auschwitz. Descrizione a cura di Costantino Corbari e Ferruccio Valerio Auschwitz, luogo di sterminio e di morte.

Un treno per Auschwitz

In treno per la memoria. Museo Ebraico Venezia. ISRAL - Luoghi della Memoria. Dal 2007 l'Isral ha avviato un progetto di coordinamento e valorizzazione dei luoghi più significativi del territorio provinciale legati alla storia del Novecento, in collaborazione con il Consiglio Regionale del Piemonte e tutti gli altri Istituti della Resistenza.

ISRAL - Luoghi della Memoria

E' prevista la realizzazione di una guida regionale (in collaborazione con il Touring Club) e di una guida ai luoghi della provincia di Alessandria. Su alcuni di questi luoghi l'Isral ha anche avviato progetti di collaborazione scientifica. Da tempo studiosi e operatori culturali, in provincia di Alessandria come a livello nazionale e internazionale, riflettono sui problemi di agibilità, fruizione didattica, allestimento museografico, gestione culturale, di quelle strutture in cui si conserva la memoria della guerra, della resistenza, della deportazione: musei, scuole di pace, sentieri della memoria, luoghi delle città, strutture espositive multimediali, saranno al centro della riflessione.

Le pietre raccontano. Memoriali e monumenti - Lager e luoghi vari I superstiti della deportazione hanno cercato di portare la propria testimonianza, tentando di esprimere l’indicibile, a volte scrivendo, a volte raccontando, a volte, come nel caso di alcuni artisti, affidando alle pietre un segno tangibile che attestasse l’evento storico e rendesse onore ai caduti.

Le pietre raccontano

Alcuni architetti, pittori e scultori di chiara fama hanno firmato monumenti e memoriali, in gran parte nei luoghi della memoria della deportazione, per indurre al ricordo, alla riflessione e alla preghiera, per lasciare testimonianza di quel dramma che travolse donne, bambini e uomini. Museo Ebraico Danase. Raccontare la Shoah a bambini e ragazzi. Come ha costruito questa bibliografia?

Raccontare la Shoah a bambini e ragazzi

Davanti al numero crescente delle pubblicazioni per ragazzi riguardanti tematiche storiche, mi è venuta la curiosità di indagare ed evidenziare come la produzione editoriale loro rivolta potesse diventare anche strumento di conoscenza storica. Così, un anno di ricerche tra biblioteche, cataloghi, bibliografie proposte da varie riviste specializzate e saggi sull’argomento, mi hanno permesso di evidenziare un corpus letterario che non può lasciare indifferenti né gli esperti di letteratura per l’infanzia né gli insegnati. Il modo di raccontare e di illustrare la Shoah per i più giovani è cambiato dal dopoguerra ad oggi? Come? Sì. Quali testi consiglierebbe particolarmente di utilizzare agli insegnanti della Scuola primaria? In linea di massima non c’è un libro più adatto di un altro – anche se per i bambini del primo biennio della scuola primaria proporrei la sola lettura degli albi illustrati guidata dall’insegnate in classe.

Maestra Mette. 27.01.2006 aggiungo in questa pagina: La prima pattuglia russa giunse in vista del campo verso il mezzogiorno del 27 gennaio 1945.

Maestra Mette

Fummo Charles ed io i primi a scorgerla (...). Erano quattro giovani soldati a cavallo, che procedevano guardinghi, coi mitragliatori imbracciati, lungo la strada che limitava il campo. Maestra Sabry: Shoah, per non dimenticare. Inviato il: 10/1/2008, 13:32da grazia72 Gentilissime colleghe, cosa state preparando per questa occasione?

Maestra Sabry: Shoah, per non dimenticare

Sopravvivere a Dachau. Primo Levi: l`Olocausto. L'11 aprile 1945 i soldati statunitensi liberarono il campo di concentramento di Buchenwald.

Primo Levi: l`Olocausto

Nello stesso giorno del 1987 fu trovato morto in fondo alle scale di casa lo scrittore Primo Levi, che negli anni della guerra aveva conosciuto il dramma della deportazione ad Auschwitz. “Meditate che questo è stato”, si legge in una poesia di Primo Levi (Torino 1919-1987). Il verso riflette l’importanza della memoria, non solo affinché ciò che è stato non si ripeta, ma anche e soprattutto perché essa custodisca nel tempo “l’impossibilità di rassegnarsi al fatto che il mondo dei lager sia esistito, che sia stato introdotto irrevocabilmente nel mondo delle cose che esistono e quindi sono possibili”. Primo Levi (Torino 1919-1987) venne deportato ad Auschwitz nel 1944. Visita ad Auschwitz. Des Terrors - Topography of Terror. Topografia del Terrore - Arper. La Topografia del Terrore è un museo e un monumento commemorativo di Berlino situato nel luogo in cui si trovava il quartier generale del programma di persecuzione e sterminio attuato dalle SS e dalla Gestapo.

Topografia del Terrore - Arper

È stato voluto per documentare e far comprendere le dimensioni europee del regime di terrore nazista. Tra il 1933 e il 1945, dove ora sorge la Topografia del Terrore, c’erano i quartieri generali della Gestapo e delle SS: l’Ufficio Centrale per la sicurezza del Reich, il Comando Generale con il proprio Servizio di Sicurezza e il carcere.

Gli edifici che ospitavano l’organizzazione furono abbattuti poco dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e l’area, contaminata dalle ombre del passato, fu destinata a vari usi e infine abbandonata. Berlin Memorials: University of Minnesota. L'Olocausto. L’olocausto è quel tremendo atto di genocidio, compiuto dalla Germania nazista e dai suoi alleati, nei confronti del popolo ebreo.

L'Olocausto

Circa 6 milioni di ebrei sono morti, senza distinzione di sesso o età: giovani, adulti e tanti, tanti bambini. Il 27 Gennaio si celebra in tutto il mondo la “giornata della memoria“, per non dimenticare quello che è accaduto e non permettere mai più a nessuna nazione, popolo o governo di perpetuare un genocidio. Taskforce Holocaust - Education. Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /var/www/cms/htdocs/administrator/components/com_joomfish/classes/JoomfishManager.class.php on line 218 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /var/www/cms/htdocs/administrator/components/com_joomfish/classes/JoomfishManager.class.php on line 227 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /var/www/cms/htdocs/administrator/components/com_joomfish/classes/JoomfishManager.class.php on line 251 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /var/www/cms/htdocs/administrator/components/com_joomfish/classes/JoomfishManager.class.php on line 260.

Enciclopedia dell’Olocausto. Sitografia - Museo della Shoah. Www.fondazionefossoli.org * www.retecivica.trieste.it/triestecultura/new/musei/risiera_san_sabba/default.asp www.viatasso.eu www.auschwitz.org.pl * www.belzec.org.pl www.bergenbelsen.de www.buchenwald.de (Buchenwald e Mittelbau-Dora) www.kz-gedenkstaette-dachau.de. Il Portale italiano sulla Shoah. Ogni tempo ha il suo fascismo. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente col terrore dell'intimidazione poliziesca, ma anche negando e distorcendo l'informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti sottili modi la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l'ordine, Ogni tempo ha il suo fascismo: se ne notano i segni premonitori dovunque la concentrazione di potere nega al cittadino la possibilità di esprimere ed attuare la sua volontà.

A questo si arriva in molti modi, non necessariamente con l'intimidazione poliziesca, ma anche negando o distorcendo l'informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti modi sottili la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l'ordine, ed in cui la sicurezza dei pochi privilegiati riposava sul lavoro forzato e sul silenzio forzato dei molti.

Fondazione CDEC - Milano. A cura di Alessandra Minerbi, con la collaborazione di Anna Sarfatti e Matteo Collotti.Gennaio 2011 Ultimo aggiornamento, gennaio 2013 In occasione del Giorno della Memoria molti insegnanti si trovano a dover pensare a proposte didattiche, proiezioni di film, letture di brani, che offrano ai ragazzi qualche spunto di riflessione sulla Shoah e su ciò che essa ha significato nella storia italiana ed europea.

Per questo, a supporto degli insegnanti, proponiamo qui una scelta ragionata di film e libri di narrativa sulla Shoah, pensata in particolare per gli studenti, dalla scuola primaria alla secondaria di secondo grado. Per ogni libro o film è stata preparata una scheda di lavoro che ne comprende la trama e caratteristiche salienti, l'età minima degli studenti (indicativa) ed un percorso didattico. Film Letture. Alfabeto di Auschwitz: Dottori. I medici giocarono un ruolo cruciale ad Auschwitz. Partecipavano in sostanza a tutte le selezioni, decidevano della vita e della morte dei pazienti delle baracche infermeria (finendo i più deboli con iniezioni di fenolo), e, in effetti, si affollarono per farsi assegnare ad Auschwitz per via dell’abbondanza di materiale sperimentale umano che era disponibile al Blocco 10.