background preloader

Copyright and copyleft

Facebook Twitter

DIRITTI AUTORE O CC. Copyright. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Copyright

Il copyright sulla cultura, breve documentario di mezz'ora per spiegare il copyright al pubblico medio. Diritto d'autore italiano. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Diritto d'autore italiano

Il diritto d'autore italiano , similmente a quanto avviene in ambito internazionale ed in altri ordinamenti, è quella branca dell' ordinamento giuridico italiano che disciplina l'attribuzione di un insieme di facoltà a colui che realizza un'opera dell'ingegno di carattere creativo, con l'intento di riservargli diritti morali ed economici. Copyleft. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Copyleft

La c rovesciata dentro un cerchio è il simbolo del copyleft. La c cerchiata è il simbolo del copyright. L'espressione inglese copyleft (talvolta indicato in italiano con permesso d'autore [1] ) è un gioco di parole sul termine copyright nel quale la parola "right" significa "diritto" (in senso legale), ma giocando sul suo secondo significato (ovvero "destra") viene scambiata con "left" (sinistra). Copyleft individua un modello di gestione dei diritti d'autore basato su un sistema di licenze attraverso le quali l'autore (in quanto detentore originario dei diritti sull'opera) indica ai fruitori dell'opera che essa può essere utilizzata, diffusa e spesso anche modificata liberamente, pur nel rispetto di alcune condizioni essenziali.

Storia [ modifica ] Il concetto di copyleft nacque mentre Richard Stallman stava lavorando ad un interprete Lisp . Il concetto di copyleft. COPYLEFT NIGHT! Copyleft-italia.it. Il copyleft spiegato ai bambini - di Wu Ming 1. Sapete cos'è il copyleft? Questo è lo scopo ultimo del copyleft applicato alle storie: rendere gratuito il contenuto, restituirlo ai legittimi proprietari, e ricavare un giusto compenso dalla vendita del contenitore, che è un oggetto, con costi produttivi e distributivi.”

Sapete cos'è il copyleft?

(Wu Ming 2). 1. Cosa significa copyleft? Il termine copyleft nasce a metà anni Ottanta, nell’ambito del Free Software Movement 2. 3. 4. 5. Prima o poi, credo, vedranno la luce macchinari di dimensioni e prezzi limitati, che permetteranno agli utenti di stampare e rilegare un libro in casa. L’importante è saper reagire in maniera creativa, senza le isterie liberticide (e perdenti) che hanno caratterizzato negli ultimi anni le case discografiche nei confronti del file sharing una forma di copyleft imposta dal basso, un maremoto che è stupido cercare di fermare: occorre imparare a nuotare, cavalcare l’onda, divertirsi a fare surf… G. Guida per Scuole e Famiglie al Diritto d’Autore. Il diritto d’autore è qualcosa che nessun genitore o insegnante responsabile può più permettersi d’ignorare.

Guida per Scuole e Famiglie al Diritto d’Autore

Il motivo è che oggi è facilissimo, divertente e molto conveniente fare a casa o in classe le cose elencate qui sotto, ma non sempre è legale farlo! Anche quando siete sicuri che lo è o dovrebbe esserlo, o qualche “amico competente” vi ha detto che non c’è problema. Per fare chiarezza ho chiesto quindi a vari esperti di spiegare con chiarezza cosa è legale e cosa no, secondo la legge italiana sul diritto d’autore, nei casi che seguono. Alcune domande hanno già una risposta, le altre arriveranno nei prossimi giorni. Mi raccomando, però: prima di leggere le risposte leggete sempre anche le note in fondo a questa pagina! Privacy, diritto d'autore e condivisione della cconoscenza.

Il diritto d’autore in rete e le licenze Creative Commons. Il riuso di contenuti digitali (foto, video, musica) è oggi decisamente comune nel mondo della scuola: insegnanti e alunni producono spesso lavori multimediali ai quali capita di dover aggiungere una fotografia, una colonna sonora, un piccolo video.

Il diritto d’autore in rete e le licenze Creative Commons

Di solito, questi materiali aggiuntivi si trovano facilmente sul web, attraverso i motori di ricerca e i siti specializzati (ad esempio Flickr o YouTube) ma anche l’inserimento della canzone dell’autore famoso come colonna sonora di una presentazione o di un video girato a scuola è un’esperienza assai diffusa. Qual è l’atteggiamento di docenti e studenti relativamente ai diritti d’autore di questi contenuti pescati qua e là in rete?

Nell’esperienza di chi scrive, emergono due principali tendenze: Naturalmente, la questione si pone anche per le creazioni originali prodotte all’interno delle scuole o da singoli docenti e studenti: come pubblicarle in modo che siano sempre riconosciuti i diritti degli autori? Riutilizzo a scopi non commerciali. Cos'è il Software Libero? - Progetto GNU - Free Software Foundation (FSF) Questa è la traduzione di una pagina scritta originariamente in lingua inglese.

Cos'è il Software Libero? - Progetto GNU - Free Software Foundation (FSF)

Definizione di Software Libero La definizione di Software Libero chiarisce quali sono i requisiti che un certo programma deve soddisfare perché lo si possa considerare “software libero”. La definizione viene occasionalmente sottoposta a revisioni per chiarificarla o spiegare come interpretare alcune sfumature. Per analizzare le modifiche effettuate basta leggere la sezione Storia nel seguito.

L'espressione “software libero” si riferisce al rispetto delle libertà degli utenti e della comunità. Quando non sono gli utenti a controllare il programma, allora il programma controlla gli utenti; e gli sviluppatori controllano il programma, quindi attraverso di esso controllano gli utenti. Quindi il “Software libero” è una questione di libertà, non di prezzo.

Baen Books Science Fiction & Fantasy - Home Page. Internet Archive: Digital Library of Free Books, Movies, Music & Wayback Machine. Licenza Creative Commons (Diventa Creativo) CopyZero e Creative Commons: alternative alla SIAE (1/2)