background preloader

Greco Alfabeto e scrittura

Facebook Twitter

Precari. Grècia (civiltà antica) Potete parlarmi dell'importanza della lingua greca. Per lingua greca o ellenica (dal nome nativo Ελληνικά; greco antico ἡ Ἕλλην διάλεκτος) si intende la lingua parlata dalle popolazioni greche, sia nella Grecia propria sia nei vari territori in cui i Greci si insediarono nel corso dei secoli, in un arco di tempo che va almeno dalla metà del II millennio a.C. al giorno d'oggi.

Potete parlarmi dell'importanza della lingua greca

Lingua con 3500 anni di storia, il greco ha subìto varie evoluzioni nel corso dei secoli ed è possibile individuare nel corso della sua ininterrotta evoluzione almeno tre grosse fasi linguistiche: greco antico (dal XIV secolo a.C. sino al V secolo d.C.), greco medioevale o bizantino (dal VI secolo al XV secolo) e il greco moderno o neogreco (dal XVI secolo fino ad oggi); ognuna di queste fasi, a sua volta, ha conosciuto tanto un'evoluzione storica che una diversificazione geografica, con l'esistenza di una serie di dialetti distinti. Le prime attestazioni. Alfabeto della lingua greca antica. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alfabeto della lingua greca antica

Il sistema di scrittura usato per il greco antico e le sue varietà consisteva nell'alfabeto greco e in sue varianti. Di seguito, saranno delineate le caratteristiche salienti dell'alfabeto del greco antico (attico). L'alfabeto[modifica | modifica sorgente] L'alfabeto greco era composto di ventiquattro lettere, di uso comune, più alcuni segni caduti in disuso in età arcaica come segni fonetici, e rimasti nella compitazione scritta dei numerali. Qui di seguito sono elencate le lettere dell'alfabeto greco ionico, che a partire dalla Ionia micro-asiatica venne soppiantando gli antichi alfabeti locali (alfabeti epicorici), dalla seconda metà del VI secolo a.C Osservazioni sommarie sulle lettere e sui segni diacritici[modifica | modifica sorgente] Segni di interpunzione[modifica | modifica sorgente] Il greco antico possedeva i seguenti segni di interpunzione: Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Greek alphabet (Ελληνικό αλφάβητο) — www.omniglot. Greek belongs to the Hellenic branch of the Indo-European language family, and is spoken by about 13 million people mainly in Greece and Cyprus, where it is an official language.

Greek alphabet (Ελληνικό αλφάβητο) — www.omniglot

Greek is also recognised as a minority language in parts of Italy, and in Albania, Armenia, Romania and Ukraine. Greek was first written in Mycenae with a script known as Linear B, which was used between about 1500 and 1200 BC. This variety of Greek is known as Mycenaean. On Crete another script, known as the Cypriot syllabary, was used to write the local variety of Greek between about 1200 and 300 BC. Abbeccedario. Alfabèto s. m.[dal lat. tardo alphabetum. Storia dell'alfabeto greco. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Storia dell'alfabeto greco

Origine dell'alfabeto secondo le fonti antiche[modifica | modifica sorgente] Omero menzionò per primo una scrittura greca, narrando nell'Iliade l'episodio di Bellerofonte [2], inviato da Preto presso il suocero in Licia con una lettera che richiedeva di metterlo a morte. Lo storico Erodoto, nel V secolo a.C., affermava[3] che la scrittura greca fosse stata adattata da quella fenicia, attraverso i Gefirei, un gruppo di Fenici che si era stabilito in Beozia guidato da Cadmo. I Greci utilizzavano il termine phoinikeia ("cose fenicie") per indicare il proprio alfabeto. Secondo Igino[4] sarebbero state le Parche a creare le cinque vocali e le consonanti B e T, mentre Palamede avrebbe aggiunto altre undici consonanti: questo alfabeto sarebbe stato poi trasmesso in Grecia da Cadmo, venuto con i Fenici. Plutarco[6], in contrasto con l'opinione di Erodoto, sostenne che i Gefirei provenissero dall'Eubea o da Eretria.

Storia greco. Nestor_Cup_Cumae. Breve storia della scrittura — www.pennestilografiche.org. Www.pennestilografiche.org - club@pennestilografiche.org Torna al menù principale Potremo anche darle il titolo: “dalla pittografia all’alfabeto” perché è questa una delle tappe più importanti della civiltà umana.

Breve storia della scrittura — www.pennestilografiche.org

La scrittura è infatti uno dei primi segni arrivati dalla notte dei tempi fino a noi, di un nuovo modo di organizzare la vita sociale dei nostri antenati. Mentre avanzava la civiltà preistorica tra scoperte ed invenzioni, gli uomini si trovarono a dover organizzare secondo nuovi schemi anche i rapporti umani che nel frattempo erano divenuti sempre più complessi, particolarmente dopo la scoperta dei metalli e la loro lavorazione.

C’era la necessità di usare altri sistemi oltre alla parola e occorreva trovare comunque il modo di dare un aspetto formale alle parole e farle arrivare dove la voce non poteva giungere. Oggi studiamo le testimonianze dei grandi maestri dell’oratoria quali Platone, Socrate, Omero, Pitagora, Cicerone, proprio grazie alla scrittura. Lingue indoeuropee. Alfabeto fenicio. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alfabeto fenicio

L'alfabeto fenicio è un'evoluzione dell'alfabeto protocananeo, per convenzione fatto risalire al 1050 a.C. Era in uso presso i fenici per scrivere nella loro lingua, un idioma nord semitico. Quello fenicio era un alfabeto puramente consonantico, il che significa che era un sistema di scrittura composto da lettere consonanti della lingua. Mentre alcune evoluzioni di questo alfabeto iniziarono a rappresentare tutti i suoni di un linguaggio, comprese le vocali. Questo alfabeto divenne uno dei maggiori sistemi di scrittura, diffuso dai commercianti fenici attraverso Europa e Medio Oriente, dove divenne impiegato per una grande varietà di linguaggi. Alfabeto in Vocabolario. Potere e scrittura.