background preloader

Risorse flipped learning

Facebook Twitter

Lezione Capovolta - Software. Classi a testa in giù: 9 consigli per capovolgere la scuola. L’innovazione a scuola spesso nasce da un’esigenza concreta.

Classi a testa in giù: 9 consigli per capovolgere la scuola

Raramente un insegnante si sveglia la mattina con in testa un’idea geniale che rivoluzioni il modo d’insegnare; la maggior parte delle volte si deve risolvere un problema, e la sua soluzione, apparentemente banale, diventa una di quelle cose che ci fanno esclamare: “Perché non c’avevamo pensato prima?! “. La flipped classroom è una di quelle cose. Talmente semplice, talmente immediata da essere geniale. Flipped Classroom: tre strumenti per creare lezioni capovolte. Si parla sempre con maggior insistenza di Flipped Classroom, metodologia in cui viene capovolto il normale schema di lavoro in classe che non vede più al centro l'insegnante e la lezione frontale, ma sono gli alunni a costruire collaborativamente i loro percorsi di apprendimento, lavorando su materiali didattici selezionati dal docente-facilitatore.

Flipped Classroom: tre strumenti per creare lezioni capovolte

Le tecnologie consentono di utlizzare piattaforme digitali per la gestione della flipped classroom e per creare lezioni capovolte. Ve ne segnalo tre. eduCanon è un servizio gratuito per la creazione di "lezioni capovolte", l'assegnazione di attività e il monitoraggio dei progressi dei vostri studenti. EduCanon permette agli insegnanti di creare lezioni utilizzando video YouTube e Vimeo, di creare domande relative ai video, quindi di assegnare compiti agli studenti. Per creare una lezione occorre identificare un argomento e un obiettivo ed operare la ricerca su YouTube e Vimeo all'interno del sito.

Lezione Capovolta - Esperienze. Flipped EAS 2. Classe Capovolta - FC e EAS - Esempi di Flipped. In questo spazio sono stati inseriti alcuni esempi di lezioni in modalità flipped sperimentate da alcuni docenti e condivise in rete. di seguito troverete una lezione svolta da me in una classe gweb nel 2012.ESEMPIO DI FLIPPED LESSONSCONTESTO: questa lezione è stata sviluppata con gli alunni della 3^ API settore chimico biologico dell'ISIS Ponti di Gallarate.

Classe Capovolta - FC e EAS - Esempi di Flipped

ARGOMENTO: Spettrofotometria in assorbimento atomico. FASE 1: Ogni ragazzo dovrà accedere al mio sito www.smauro.it, che è libero senza alcun account, per visionare la lezione, generalmente si tratta di un video o di una semplice presentazione multimediale, tutto questo entro una data prestabilita.SMU (Supporto multimediale usato): per questa fase è necessaio disporre di un sito ma va anche bene una piattaforma tipo Moodle o Kairos dove è possibile appendere il materiale da visionare, potrebbe bastare anche un cloud ma con molti limiti di organizzazione dei materiali. Edmodo: il ‘social network’ didattico. Edmodo, con una grafica molto simile a Facebook, è una piattaforma didattica che consente di gestire la propria classe come gruppo virtuale.

Edmodo: il ‘social network’ didattico

E’ un ambiente sicuro e controllato, in quanto si accede con password personale, ed è semplice nell’uso, in quanto non richiede alcuna installazione nè scaricamenti. Ne sono venuta a conoscenza circa due anni fa grazie a Edshelf, una directory di siti web, applicazioni mobili e programmi desktop che sono valutati e recensiti da parte di educatori per gli educatori e che aiutano a trovare gli strumenti giusti per esigenze specifiche. Cos'è Edmodo, il social network per le scuole. Nato nel 2008 dall'idea di due tecnici scolastici di Chicago, ha come obiettivo quello di connettere diverse esperienze scolastiche in tutto il mondo Somiglia a Facebook sotto molti aspetti.

Cos'è Edmodo, il social network per le scuole

Per l'interfaccia grafica, ad esempio. Per le modalità di utilizzo e di interazione tra gli utenti. Cos'è e come funziona Moodle. Creata nel 2002 da Martin Dougiamas, conta oggi oltre 68 milioni di utenti e migliaia di portali web registrati in oltre 230 Paesi Con oltre 54mila portali web registrati in 230 Paesi, 7 milioni e mezzo di corsi avviati, 68 milioni di utenti e diversi milioni di insegnati (statistiche novembre 2014), Moodle è la piattaforma di e-learning (o Learning managment system, sistema di gestione dell'apprendimento) più utilizzata al mondo.

Cos'è e come funziona Moodle

Ideato dall'ingegnere australiano – con esperienze nel mondo dell'insegnamento – Martin Dougiamas, Moodle (acronimo di Modular Object-Oriented Dynamic Learning Environment; “ambiente per l'apprendimento modulare, dinamico, orientato ad oggetti” in italiano) nasce come progetto per la tesi di dottorato – mai terminata – dello stesso Dougiamas. Come funziona Google Classroom.

Lanciata nel 2014, Google Classroom offre gratuitamente alle scuole dei servizi per rendere più interattive lezioni e interrogazioni Le lavagne interattive multimediali presenti da qualche anno nelle aule delle scuole italiane sono solo il primo passo compiuto dal Ministero dell'Istruzione al fine di rendere più coinvolgenti e istruttive le lezioni degli insegnanti.

Come funziona Google Classroom

Una scelta che vede in prima linea alunni e insegnanti, impegnati a migliorare l'interazione e a scoprire le potenzialità dei nuovi dispositivi elettronici. Il futuro però, non sarà solamente guidato dalle LIM: le lavagne dovranno essere accompagnate da applicazioni e software in grado di sfruttare a pieno tutte le opportunità del device: lezioni interattive con video e immagini, professori sempre disponibili per suggerimenti e chiarimenti, una piattaforma online dove poter interagire con i propri compagni di classe per portare avanti progetti e interrogazioni.

“Aula 3.0”, la classe flessibile del futuro - Organizzazione della scuola. Il progetto ”Aula 3.0” fa diventare la classe flessibile, trasformandola in un laboratorio attivo di ricerca.

“Aula 3.0”, la classe flessibile del futuro - Organizzazione della scuola

La progettazione e l’attuazione di una classe flessibile implicano la correlazione di alcuni elementi fondamentali: l’organizzazione dello spazio fisico puntando su arredi funzionali agli studenti e alla didattica; l’uso delle nuove tecnologie della comunicazione; l’applicazione di metodologie innovative basate sul dialogo e sulla collaborazione tra insegnanti e studenti. Pochi mesi fa gli studenti dell’ITS “Luca Pacioli” di Crema, entrando nella propria classe, si sono trovati di fronte a una sorpresa: l’aula è priva di banchi e di cattedra; la classica lavagna nera (con i gessetti) è sparita. Lo sbalordimento è stato quello di trovarsi di fronte a un’aula arredata con tavoli colorati di forma circolare, scomponibili, adatti a essere utilizzati per il lavoro di gruppo.