background preloader

Guide

Facebook Twitter

PubMod2. Le figure dei libri » Blog Archive » La carta preferita dai grandi illustratori. Javier Zabala Ho chiesto ad alcuni colleghi su quali tipi di carta preferiscono disegnare (risposte in ordine di arrivo): LORENZO MATTOTTI Io disegno sempre su carta Fabriano 4 o 6 o 100/100 cotone ruvida.

Le figure dei libri » Blog Archive » La carta preferita dai grandi illustratori

È bianca forte e tiene benissimo la matita e i pastelli. Senza Fabriano non avrei gli stessi risultati. Per china nera e acrilici la 100/100 cotone è luminosissima. VALERIO VIDALI Anni fa mi affezionai alla rosaspina che è una carta da incisione piuttosto economica. BEATRICE ALEMAGNA Io uso spesso o la Arches da acquarello o una carta da imballaggio riciclata di cui non conosco il nome, né la ditta.. non riesco mai a ritrovarla…, sono una frana e sono sempre, perennemente alla ricerca della carta ideale. LegaTeoria-Pratica-ok.pdf. Come scegliere un font - la guida completa - Grafigata! Quante volte ti sei trovato nella situazione di dover decidere quale font usare?

Come scegliere un font - la guida completa - Grafigata!

Quante volte ti sei messo a cercare il font più adatto al tuo progetto scorrendo per ore la tendina dei font, frugando tra le centinaia di caratteri che hai scaricato o acquistato? Vuoi sapere come poter scegliere un font che sia perfetto per il tuo progetto? Questo articolo è una guida alla scelta del font più adatto al tuo progetto che ti aiuterà in quei momenti in cui scorrere la tendina dei font di Illustrator o Word sembra la sola ed unica speranza.

Dopo la lettura di questo articolo avrai sicuramente le idee più chiare non solo per il progetto a cui stai lavorando ora ma anche per tutti i progetti futuri. Non ci credi? Pronto? Decidere quale font utilizzare è una parte importantissima, a volte quasi essenziale, all’interno del processo creativo e da questa decisione può dipendere addirittura la riuscita o meno di un intero progetto. Supporting Innovation in SME: 1.1.2.4 La strategia innovativa. Ripresa e montaggio di un reportage video girato con Reflex DSLR. In alta montagna con Nikon D3200 e gli amici, a tu per tu con la natura e le marmotte per costruire un ricordo dai contorni cinematografici.

Ripresa e montaggio di un reportage video girato con Reflex DSLR

Backstage di Luca Paglialonga, Andrea De Amici e Rosario Antonuccio L’introduzione delle modalità video anche estese nelle fotocamere reflex, ha determinato una rivoluzione profonda nel mondo dei videomaker; il peso, il costo contenuto, le dimensioni, la maneggevolezza, lo sfocato impareggiabile permesso dalle grandi dimensioni del sensore e dall'elevata luminosità ottica, assieme alla qualità straordinaria delle riprese, offrono un mix di caratteristiche così esaltanti che hanno decretato il loro successo nel mondo del video, tanto da intaccare settori altamente professionali come quelli del cinema e delle produzioni televisive, fino a poco tempo fa gestite esclusivamente da costose cineprese e telecamere di alto livello.

Formati pellicola e formati sensore Scelta dell'attrezzattura e accessori. Reflections of a beginning urban sketcher......or what I wish someone had told me at the start of the year. Guest Post by Lucie Golton As I write this I’m sat at a café in a small seaside town where my family live; I'm reflecting on my urban sketching adventures and thinking about what I would tell myself as I sat here last New Years Eve having not picked up a pencil in 15 years.

Reflections of a beginning urban sketcher......or what I wish someone had told me at the start of the year.

Perhaps this might inspire someone else to pick up a pencil and draw his or her life. Le 45 regole per progettare un buon logo. Longstitch Binding Tutorial Plus Source Of Leather. Named for the long stitches visible on the spine, the Longstitch binding, which involves sewing directly through the covering material, is an ancient bookbinding method that has become popular in Europe and America since the 1980’s, though it must be said that Longstitch binding has never died out completely.

Longstitch Binding Tutorial Plus Source Of Leather

It was practiced by a previous generation of bookbinders and has origins dating back to the 2nd-3rd centuries but more familiarly were found to be popular in the medieval period where variations of Longstitch binding and Tacketed bindings were prevalent. The Longstitch binding was certainly in use in the middle ages (possibly as early as the Romanesque period, certainly by the 14th century) as a structure for stationery bindings across Europe, and continued to be used for small notebooks, etc, well into the 16th century. The beauty of the Longstitch binding style for me is it's simplicity and robustness; also you need very few tools to make this style of book. Japanese Bookbinding Tutorial (How to make "Asa-no-ha Toji")

I colori dei brand: 6 casi eccellenti. Lo sai che i colori hanno un significato?

I colori dei brand: 6 casi eccellenti

E lo sai che i brand non scelgono a caso questi colori? Ecco una manciata di esempi concreti. Postato il 27/11/2014 da Riccardo Esposito Di colori ne abbiamo analizzati tanti. Abbiamo dato spazio al bianco e al nero, abbiamo elencato le caratteristiche del rosa, abbiamo dato luce al rosso. Però c'è un aspetto che non abbiamo ancora definito: l'uso dei colori nei brand più importanti. No di certo. 1. Iniziamo con un logo semplice, apparentemente senza grandi sfumature di colore. Sul logo si distingue l'arancione, un colore che di solito viene affiancato alla vitalità, all'energia, a forze positive. 2.

Prima il logo della Starbucks era marrone, poi ha preso il colore verde e si è evoluto nella sua forma senza mai abbandonare questa scelta. Un concetto che viene ricercato anche nella scelta degli ingredienti e nel rapporto tra spazi e cliente. 3. Il logo dell'American Express è chiaro, semplice, pulito. Nozioni base di prestampa.