background preloader

SlidePlayer: Caricate e Condividete le vostre presentazioni in PowerPoint

SlidePlayer: Caricate e Condividete le vostre presentazioni in PowerPoint

http://slideplayer.it/

Related:  Materiale per la scuolaScuola

LE REGOLE ALIMENTARI EBRAICHE (CASHERUT) Aldrigo – Bacci – Varangu 4^H Uno dei primi concetti insegnati all’uomo è stato quello di ciò che non si può mangiare. Tali regole trovano origine nella Bibbia, precisamente nel Pentateuco e sono chiamati statuti, ossia regole che ci sono e le cui motivazioni sono incomprensibili all’intelletto. Questa regola di cosa mangiare, e cosa no, chiamata kashrùt insegna ai bambini fin da piccoli il concetto di disciplina. Oltre a questo tipo di esercizio di “controllo” esiste anche una spiegazione più “mistica” secondo la quale, mangiando cibi non permessi, si interferisce la comunicazione con la propria anima. Quiz per concorsi pubblici ed esami - Quiz per materia Questo sito utilizza i cookie per rendere la tua esperienza di navigazione più gradevole e per inviarti, tramite servizi di terze parti, pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, selezionando il pulsante Acconsento o cliccando su qualunque elemento al di sotto di questo banner acconsenti al loro utilizzo. Informativa sulla privacy Gentile Utente, desideriamo informarLa che i Suoi dati personali - raccolti direttamente presso di Lei - saranno utilizzati da parte di quiz-concorsi-online.com, nel pieno rispetto dei principi fondamentali, dettati ai sensi: dell'art. 13 del d.lg. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali, della direttiva 95/46/CE, della Legge 675/96 per la protezione dei dati personali e in attuazione del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell’8 maggio 2014 “Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”

Il Blog delle Ragazze Ieri sera nelle nostre case si è svolto il primo seder di Pesach, la cena tradizionale della pasqua ebraica. Ognuno di noi, seduto intorno alla tavola insieme alla propria famiglia, ha ripercorso attraverso i canti dell’Haggadà, il cammino che ha portato gli ebrei a riconquistare la libertà dopo oltre 200 anni di schiavitù in Egitto. Ognuno lo ha fatto a suo modo: i più osservanti cantando ogni brano in ebraico e spiegandone il significato in italiano. Noi, che di natura siamo un po’ più… casinari… come ogni anno abbiamo zompettato da un brano all’altro cercando di non soffermarci troppo sui particolari, in modo da arrivare non troppo tardi al momento della cena. In ogni caso, comunque sia andato seder, ci attendono 8 giorni di astensione da ogni cibo lievitato. Oltre a pane e pasta, non sono ammessi dolcetti e biscotti, se non “kasher le Pesach” (cioè adatti a essere consumati a pesach) acquistati in negozi specializzati.

QUMRAN NET - Materiale pastorale online Preghiera > Settimana Santa e Triduo Santo Seder pasquale per gruppi cristianiscarica Celebrazione del "seder" pasquale adattata a gruppi cristiani che intendono prepararsi alla celebrazione della Pasqua di resurrezione ripercorrendo anche questa tappa del cammino di Gesù. Pasqua cristiana e Pasqua ebraica: origini storiche e rituali più significativi - Meteo Web La Pasqua è la festività cristiana che celebra la Resurrezione di Cristo, avvenuta nel terzo giorno dopo la sua Crocifissione al Calvario, così come descritto nel Nuovo Testamento. Fu il Concilio di Nicea (325 d.C.) a stabilire che questa ricorrenza cadesse la prima domenica dopo il plenilunio seguente all’equinozio di primavera, nel periodo che va dal 27 marzo al 25 aprile. La Pasqua cristiana, che cade sempre di domenica, comprende un periodo di 7 giorni (Settimana Santa) che fa seguito alla Quaresima e alla festività delle Palme. Nei primi tre giorni, dal lunedì al mercoledì, la liturgia è dedicata alla Riconciliazione; il giovedì si apre con la Messa del Santo Crisma, nella quale sono benedetti i tre Oli Santi usati nella somministrazione dei Sacramenti e si conclude con la Messa della Cena del Signore, ricordando l’Ultima Cena di Gesù, l’istituzione dell’Eucarestia e del sacerdozio ministeriale, ripetendo il gesto simbolico della lavanda di piedi.

LA SACRA BIBBIA ILLUSTRATA E RACCONTATA A BAMBINI E RAGAZZI Quando Gesù decise di incominciare a svolgere il compito per il quale era venuto sulla terra, lasciò il suo villaggio di Nazaret e si trasferì a Cafarnao. A Nazaret aveva trascorso tutta la vita come nascosto, senza che nessuno sapesse che egli era il Figlio di Dio. Soltanto sua madre Maria lo sapeva. Andò dunque ad abitare a Cafarnao, una città importante, che si trovava sulla sponda occidentale del lago Tiberiade, o lago di Galilea. LA SACRA BIBBIA ILLUSTRATA E RACCONTATA A BAMBINI E RAGAZZI Giuseppe, il giovane che i suoi fratelli avevano venduto ai mercanti, da questi ultimi era stato condotto in Egitto e rivenduto a Potifar. Potifar era un uomo importante in Egitto; era il capo delle guardie del Faraone. Egli prese a ben volere Giuseppe, perché vedeva che era un giovane serio, attento a svolgere bene il suo lavoro, e allora gli affidò la direzione della sua casa.

LA SACRA BIBBIA ILLUSTRATA E RACCONTATA A BAMBINI E RAGAZZI Tanto, tanto tempo fa il cielo, la terra e tutti gli abitanti non c'erano. Non c'era nulla di quello che noi vediamo: c'era però Dio, e tutto quello che vediamo l'ha fatto lui. Le cose andarono così.

Related: