background preloader

CMI

CMI
Related:  opps&support

Alta formazione Al centro di ogni strategia innovativa si trova il capitale intellettuale. Per questo La fondazione Democenter-Sipe progetta e realizza master universitari e corsi di alta formazione aziendale per assicurare alle imprese le competenze necessarie per supportare processi di innovazione. L’offerta formativa La Fondazione Democenter-Sipe, insieme all’Università di Modena e Reggio Emilia, intende intercettare le esigenze aziendali ed implementare le proprie attività di Alta Formazione, rivolte al mondo produttivo e ai servizi, attraverso la realizzazione di corsi professionalizzanti in ambiti di particolare interesse e che siano una diretta espressione delle eccellenze imprenditoriali espresse dal territorio e riconosciute a livello nazionale ed internazionale. I docenti della Fondazione Democenter

Leeaarn, l'université collaborative des entrepreneurs La mappa d’Italia degli incentivi ai giovani Regione per regione, per sfidare la crisi l’elaborazione dell’associazione adapt: come districarsi nella giungla di fondi La mappa d’Italia degli incentivi ai giovaniRegione per regione, per sfidare la crisi Tiraboschi: «Troppe sovrapposizioni tra Stato ed enti locali e il rischio di dissipare le risorse». Ma la youth guarantee... In Abruzzo stanno provando a fare «goal»(giovani opportunità per attività lavorative) con incentivi all’imprenditorialità per i giovani fino a 35 anni. LE RISORSE - L’Emilia Romagna è la più generosa: un fondo da 20 milioni di euro per la stabilizzazione dei lavoratori con incentivi fino a 12mila euro per le aziende che trasformano un contratto precario in assunzione a tempo indeterminato. I PROBLEMI - Rileva Tiraboschi: «Spesso l’informazione dell’apertura dei bandi non arriva ai potenziali destinatari. LA YOUTH GUARANTEE - Peccato che anche i propositi migliori vengano attenuati da questa parcellizzazione degli interventi.

Human Coders Formations Dragon Innovation 10 métiers qui risquent de disparaître Dans une étude intitulée « Le futur de l’emploi », Carl Benedikt Frey et Michael A. Osborne, deux chercheurs de l’Université d’Oxford, ont examiné plus de 700 métiers pour savoir lesquels avaient le plus de chances d’être remplacés par des machines dans un futur proche. En se basant sur un algorithme complexe et les prédictions de Keynes sur le développement du « chômage technologique », les deux chercheurs ont établi un classement des métiers en fonction de leur probable « computerisation » (le remplacement de certaines tâches répétitives par des machines ou des ordinateurs). Aucun risque pour les métiers de la santé En tête de liste on retrouve les emplois pour lesquels la probabilité de remplacement par des machines est très faible. En queue de peloton, avec un taux de probable computerisation proche de 1, de nombreux métiers d’aujourd’hui sont sans doute voués à disparaître. 1. C’est le métier qui a le plus de probabilité d’être automatisé dans les années à venir. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Switch to Product: la competizione dove si incontrano idee e talento Switch2Product è la gara di POLIHUB per lo sviluppo di prodotti innovativi. La novità di questa edizione è la ricerca non solo di idee, ma anche di persone pronte ad entrare nel team dei fondatori di una startup. Cerchiamo idee e prototipi di futuri prodotti ad alto potenziale: le intuizioni e le creazioni di persone innovative, brillanti e cariche di energia, capaci di trasformarsi in realtà, pronte per il mercato nel minor tempo possibile. Se pensi di avere un’idea vincente o se pensi di essere la persona giusta per fare squadra e per fare la differenza, manda la tua candidatura! Ti aiuteremo in una grande impresa: far partire una startup ad alto potenziale. I 10 migliori progetti selezionati da PoliHub accederanno all’Innovation Camp: una settimana di formazione, di tutoring, di team building per capire come meglio sviluppare la tua idea d’impresa. Invia la tua proposta o candidatura al sito www.polihub.it e avrai l’opportunità di accedere a POLIHUB.

Quels seront les métiers de demain ? Métiers émergents, emplois nouveaux ou en mutation… quels seront les jobs porteurs à l’avenir ? Vaste question. Ces dernières années on attendait beaucoup des emplois verts ou des services à la personne, censés créer des centaines de milliers d’emplois à court terme. <img class="alignright" style="margin: 0px 0px 1em 1em;" title="Dico futur metiers demain" alt="Dico futur metiers demain" src="/content/uploads/sites/2/2013/05/dico-futur-metiers-demain.jpg" width="211" height="326" />Les métiers du futur. A lire également : A quoi ressemblera le travail demain ? Crédit photo : Digital screen – Shuterstock

Innovazione in sanità. Nasce un team di esperti per affiancare le aziende in progetti di ricerca e finanziamento 06 MAR - Sottoscritto nei giorni scorsi a Roma il protocollo d'intesa tra la Società Italiana di Telemedicina e sanità elettronica ed il gruppo di Europrogettazione per la realizzazione di progetti di ricerca europei in telemedicina, sanità elettronica e robotica, anche alla luce del piano d’azione “sanità elettronica” 2012-2020 – una sanità innovativa per il 21esimo secolo - presentato dalla Commissione europea. Obiettivo dell'iniziativa, fortemente voluta da Francesco Gabbrielli, vicesegretario generale Sit e coordinatore del gruppo, è il finanziamento, il coordinamento e la conduzione tecnico-scientifica di innovativi progetti dei trattamenti medico-chirurgici grazie all’impiego combinato delle più avanzate tecnologie, ma anche di una diversa organizzazione del sistema sanitario. 06 marzo 2014© Riproduzione riservata Altri articoli in Cronache Quotidianosanità.it Quotidiano online d'informazione sanitaria. Direttore responsabile Cesare Fassari Direttore editoriale Francesco Maria Avitto

Related: