background preloader

Cyberbullismo

Cyberbullismo
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il contenuto di questa e-mail è un esempio di cyberbullismo Il cyberbullismo o ciberbullismo (ossia «bullismo online») è il termine che indica un tipo di attacco continuo, ripetuto e sistematico attuato mediante la rete. Il termine cyberbullying è stato coniato dall'educatore canadese Bill Belsey. Oggi il 34% del bullismo è online, in chat, quest'ultimo viene definito cyberbullismo. Confronto tra cyberbullismo e bullismo[modifica | modifica wikitesto] Rispetto al bullismo tradizionale nella vita reale, l'uso dei mezzi elettronici conferisce al cyberbullismo alcune caratteristiche proprie: Anonimato del molestatore: in realtà, questo anonimato è illusorio: ogni comunicazione elettronica lascia pur sempre delle tracce. Tipi di cyberbullismo[modifica | modifica wikitesto] Nancy Willard propone le seguenti categorie di cyberbullismo:[4] Diffusione del fenomeno[modifica | modifica wikitesto] Smith et al. Il cyberbullismo nella filmografia Related:  sicurezza-3GSicurezza in internet 3hSicurezza in Internet.-3C

ERUZIONI VULCANICHE Cyberbullismo in Neologismi cyberbullismo s. m. Bullismo virtuale, compiuto mediante la rete telematica. ◆ [tit.] Cyberbullismo, il nuovo pericolo per i giovani arriva sul web [testo] […] Si chiama «cyberbullismo». Nel giro di un anno, sarà una parola familiare agli esperti.

RISCHI E PERICOLI NEL WEB Metodi principali di protezione in Internet I metodi di filtraggio dei contenuti Internet sono numerosi. L'elenco seguente è una sintesi, ad uso di persone non esperte. Non pretende di essere la risposta definitiva ai problemi, né di essere infallibile. Nella tabella di confronto dei software e dei servizi sono elencati prodotti e fornitori che propongono le diverse soluzioni di filtraggio dei contenuti. Limitare Internet ai soli siti conosciuti e verificati: la biblioteca di casa È il metodo più sicuro di accesso. Servizio fornito tramite ISP Puoi collegarti a Internet tramite un ISP che utilizza un filtro di parental control, a volte attivabile a richiesta con una password. Se però il servizio è gestito per una rete locale, le impostazioni sono sul proxy inaccessibile agli utenti che possono perciò navigare solamente attraverso quel canale filtrato. È interessante notare che diversi servizi sono falliti nel corso degli ultimi anni. Programma installato su PC che filtra i contenuti al volo Browser specializzato

Prevenire e affrontare i comportamenti del Cyberbullismo - Counseling Italia - La Comunità dei counselor italiani Il bullismo tra i bambini di scuole elementari, medie e liceo si è diffuso oltre quello che i genitori e gli insegnanti possono aver sperimentato nella loro gioventù. Il prendere in giro e insultare sono cresciuti in attacchi veri e propri diffusi tramite l'uso di Internet, una forma di abuso comunemente noto come il cyberbullismo. Il cyberbullismo si verifica quando i bambini e la tecnologia di impiego dei giovani, quali messaggi di testo, siti internet e telefoni cellulari consentono di prevaricare gli altri. Di seguito vi vengono suggerite alcune idee per contribuire a proteggere il vostro bambino/ragazzo dall’essere coinvolto in situazioni di bullismo e i metodi per ottenere aiuto. Tenere sotto controllo la tecnologia Chiedete ai vostri figli di rivedere le loro comunicazioni on-line, se pensate che ci sia motivo di preoccupazione. Considerare l'installazione di monitoraggio del parental control e / o il filtraggio di programmi sul computer. La comunicazione è la chiave A presto Dr.

incendi La 14enne che si suicida dopo gli insulti dei cyberbulli su Ask.fm Era stata vittima di cyberbullismo la ragazzina di 14 anni che si è tolta la vita domenica scorsa, lanciandosi dal tetto dell’ex hotel Palace di Cittadella (Padova). Come ha spiegato il Mattino, la giovane, originaria del centro padovano di Fontaniva, aveva manifestato il suo disagio su Ask.fm, un noto social network basato su domande e risposte, con più di 60 milioni di utenti (soprattutto tra gli under 18). Se sulla chat di Ask.fm la 14enne tentava di sfogarsi, rivelando le sue difficoltà e il suo sentirsi oppressa, c’era chi, tra gli utenti, potrebbe aver spinto la ragazza a quel gesto disperato, attraverso insulti pesanti. LA 14ENNE SUICIDA VITTIMA DEGLI INSULTI SU ASK.FM – «Fai schifo come persona», si legge tra le risposte. LEGGI ANCHE: La 14enne che si uccide per cyberbullismo su Ask Amnesia era il nickname utilizzato dalla ragazzina sul social network. Photocredit: Il Mattino/Distrettopl.pd1a.it

La sicurezza a scuola di Gabriele Primativo Con la locuzione Legge 626 si intende, in Italia, un decreto legislativo introdotto nel 1994 per regolamentare la sicurezza sui luoghi di lavoro. Il decreto non fu il primo a regolamentare la sicurezza nei luoghi di lavoro, presente sin dagli anni cinquanta, ma superò alcune leggi precedenti, dando una forma organica alle normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, pur non abrogandole formalmente. Le prime leggi sulla sicurezza dei luoghi di lavoro furono introdotte in Italia nel 1942 nel codice civile mentre le prime leggi specifiche sull'argomento risalgono agli anni cinquanta. Con aggiornamento annuale, sono seguiti altri decreti di chiarimento e di miglioramento oltre a leggi regionali. Altra novità introdotta dal D.Lgs. 626/94 è l'introduzione di un Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (art. 18) che deve essere eletto dai lavoratori stessi e deve essere consultato preventivamente in tutti i processi di valutazione dei rischi. il D. 1. 2. 3. 4. 5.

2) Stalking ( cause; conseguenze ; soluzioni) Alcuni comportamenti come telefonate, sms, e-mail, “visite a sorpresa” e perfino l’invio di fiori o regali, possono essere graditi segni di affetto che, tuttavia a volte, possono trasformarsi in vere e proprie forme di persecuzione in grado di limitare la libertà di una persona e di violare la sua privacy, giungendo perfino a spaventare chi ne è destinatario suo malgrado. A diventare “molestatore assillante” o “stalker” può essere una persona conosciuta con cui si aveva qualche tipo di relazione o perfino uno sconosciuto con cui ci si è scontrati anche solo per caso, magari per motivi di lavoro. Inseguimento, molestia, persecuzione Inseguimento, molestia e persecuzione possono manifestarsi sotto innumerevoli forme. In effetti alcuni studi compiuti su questo fenomeno (Mullen P. Il comportamento stalkizzante è stato delineato nei suoi dettagli più specifici che permettono di distinguerlo da comportamenti simili (Galeazzi G.M., Curci P., 2001). La vittima e il legame con il suo Stalker

Caso Amanda Todd Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il 10 ottobre 2012, alle ore 06:00 (UTC-7) ora locale, nella sua casa di Port Coquitlam vicino a Vancouver, nella British Columbia, in Canada, un'adolescente di 15 anni, Amanda Michelle Todd, si tolse la vita impiccandosi.[1][2] Prima di suicidarsi, Amanda pubblicò un video su YouTube, in cui con una serie di bigliettini descrisse la sua esperienza di vittima del bullismo e del cyberbullismo. Il video divenne virale[3], calamitando dopo la sua morte l'attenzione dei media internazionali. §Chi era Amanda Todd[modifica | modifica wikitesto] Amanda Michelle Todd era nata a Port Coquitlam il 27 novembre 1996.[4][5] Al momento della sua morte, frequentava la classe decima (corrispondente alla II superiore italiana)[6] presso la scuola secondaria CABE di Coquitlam,[7] un istituto con programmi di studio alternativi a didattica individuale, dedicato a studenti che hanno problemi di apprendimento e che pertanto non riescono a frequentare scuole tradizionali.[8]

Related: