background preloader

Come evitare di sprecare l'acqua?

Come evitare di sprecare l'acqua?

http://blog.edidablog.it/edidablog/IIID/files/2009/04/sprecare-acqua.jpg

Related:  acqua-2cacqua-2Dacqua-2c

Acquedotti di Roma Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Ci informa Frontino, nel suo De aquis urbis Romae, che “nei 441 anni che seguirono la fondazione di Roma, i Romani s’accontentarono di usare le acque tratte dal Tevere, dai pozzi e dalle sorgenti”, che però nel 312 a.C., non erano più sufficienti a coprire il maggior fabbisogno dovuto allo sviluppo urbanistico ed all’incremento demografico. L’opera di realizzazione degli acquedotti fu di tale impegno ed efficacia che Dionigi di Alicarnasso poteva scrivere: "Mi sembra che la grandezza dell'impero romano si riveli mirabilmente in tre cose, gli acquedotti, le strade, le fognature"[1]. E più tardi Plinio il Vecchio osservava che: "Chi vorrà considerare con attenzione … la distanza da cui l’acqua viene, i condotti che sono stati costruiti, i monti che sono stati perforati, le valli che sono state superate, dovrà riconoscere che nulla in tutto il mondo è mai esistito di più meraviglioso"[2]. Tecniche di realizzazione[modifica | modifica sorgente]

Giornata Mondiale dell'Acqua 2014: Acqua ed Energia Oggi, 22 marzo, si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day), una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 allo scopo di mantenere sempre viva l’attenzione sulla critica questione dell’acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all’accesso all’acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici. Obiettivi ribaditi anche durate il recente vertice di Saragozza, svoltosi dal 13 al 16 gennaio 2014, in cui gli Stati membri hanno stabilito i capisaldi in merito al tema della Giornata Mondiale dell’acqua 2014, ossia le relazioni tra “Acqua ed energia”. Gli Obiettivi posti dalle Nazioni Unite per l’edizione 2014 possono dunque essere così sintetizzati. • Aumentare la consapevolezza delle interconnessioni tra acqua ed energia • Contribuire ad un dialogo politico sulla vasta gamma di questioni relative alla connessione tra acqua ed energia • Identificare i principali attori da coinvolgere per affrontare i legami e le problematiche fra acqua-energia;

Ghiaccio Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Descrizione[modifica | modifica sorgente] Solidificazione[modifica | modifica sorgente] Acquedotto Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Un acquedotto è il complesso delle opere di presa convogliamento e distribuzione dell'acqua necessaria ad una o più utilizzazioni : uso potabile, uso irriguo, uso industriale, ecc. La parola deriva dai due termini della latino aqua ("acqua") e ducere ("condurre"). Costruttivamente può essere realizzato in vari modi: con canali artificiali, con tubazioni o con soluzioni miste. Roma Sotterranea - Rome Underground Fin dalla fondazione di Roma, le acque sorgive e piovane, originate dai colli e dalle sorgenti naturali posti sulla riva sinistra del Tevere, venivano incanalate attraverso ruscelli spontanei che convogliavano poi verso il fiume. L’Amnis Petronia, ad esempio, convogliava le acque tra il Pincio ed il Quirinale fino alla zona a nord dell’attuale ponte Garibaldi; Lo Spinon raccoglieva le acque tra il Quirinale e l’Esquilino ed attraverso l’Agrileto, il Foro ed il Velabro, le portava all’attuale uscita della Cloaca Maxima; tra l’Esquilino, il Celio e l’Aventino, il torrente Nodinus le convogliava poco più a valle dello sbocco della Cloaca Maxima.L’esistenza di questi torrenti determinava però numerosi impedimenti allo sviluppo della città, come l’impaludamento del fondo delle valli attraversate. Il chiavicone Schiavonia: A monte del porto di Ripetta raccoglieva le acque del Campo Marzio settentrionale, del Pincio e in parte del Viminale.

Acqua potabile Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Acqua potabile Acqua potabile che sgorga dal rubinetto casalingo. Inquinamento dell'acqua L'acqua può raggiungere il mare non solo attraverso i fiumi ma anche passando dal suolo, dopo essersi infiltrata ed aver raggiunto una falda acquifera. Si può quindi facilmente intuire che l'acqua si può inquinare non solo tramite i fiumi ma anche con i prodotti inquinanti del suolo. Un'importante causa dell'inquinamento delle acque, in particolare delle acque dolci sono gli scarichi di materiale organico. Le principali fonti di inquinamento organico sono: Le fogne delle città.

L Oro Blu La Battaglia Per L Acqua in “XXI Secolo di Giorgio Cancelliere L’oro blu: la battaglia per l’acqua Kofi Annan, ex segretario generale dell’ONU, ha previsto che l’accesso alle risorse idriche e il loro controllo potranno essere una tra le cause delle guerre del 21° secolo. La definizione di oro blu, in riferimento all’acqua, evidenzia come una risorsa basilare e prioritaria, bene comune dell’umanità, stia rappresentando un interesse economico tale da essere paragonato a un bene di consumo e di mercato (Barlow, Clarke 2002). Oggi, alla crisi idrica che coinvolge molte popolazioni che vivono nei Paesi a basso reddito si affianca una scarsità di risorse in quelli più sviluppati che – a causa di politiche ambientali discutibili e della crescita demografica – si stanno trasformando in aree a stress idrico o con scarsità idrica. Disponibilità e consumi

Laguna Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La laguna di Venezia vista dal satellite Questo termine deriva dal latino lacuna, spazio vuoto. Descrizione[modifica | modifica sorgente] Le lagune vive hanno uno o più collegamenti o sbocchi con il mare aperto che permettono il naturale passaggio dell'acqua marina. Fiumi d'Italia Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. I fiumi italiani rispetto a quelli delle altre regioni europee, sono assai più brevi perché l'Italia è una penisola lungo la quale si eleva la catena degli Appennini che divide le acque in due versanti opposti. In compenso sono numerosi: ciò è dovuto alla relativa abbondanza delle piogge di cui fruisce l'Italia in generale e alla presenza della catena alpina nella parte nord del paese, ricca di nevai e di ghiacciai. La loro importanza (portata, lunghezza, ecc.) dipende naturalmente anche dai caratteri del suolo, cioè più precisamente dalla sua ripidità e dalla sua maggiore o minore permeabilità. Il fiume italiano più lungo è il Po, che scorre per 652 km lungo la Pianura padana, mentre il più corto è l'Aril, immissario del Lago di Garda in provincia di Verona, che ha una lunghezza di 175 metri. Caratteristiche dei fiumi italiani[modifica | modifica sorgente]

Tipi di acqua Le acque termali vengono classificate in base ad alcuni criteri identificativi che corrispondono ai caratteri generali (colore, odore, sapore, limpidità, colloidi); ad analisi chimico-fisiche (temperatura, densità, indice di rifrazione, abbassamento crioscopico, pressione osmotica, pH, conducibilità elettrica); ai risultati delle analisi chimiche (residuo fisso a 100°C, a 180°C, al rosso scuro, ammoniaca, nitriti, nitrati, ossigeno, idrogeno solforato, grado solfidrometrico, durezza, alcalinità, arsenico, ozono, azione catalitica, reazione al cloridrato di benzidina, gas). Le acque minerali possono essere classificate in maniera diversa a seconda del parametro considerato (proprietà terapeutiche, caratteristiche chimiche, fisiche, chimico-fisiche). Con riferimento alla concentrazione salina, in base al residuo fisso a 180°, le acque vengono distinte in:

Related: