background preloader

Dipartimento della Protezione Civile

Dipartimento della Protezione Civile
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Esso si occupa a livello nazionale della previsione, prevenzione, gestione e superamento di disastri, calamità, umane e naturali, di situazioni di emergenza, di eventi straordinari ed in generale anche ad attività di difesa civile. Può anche avvalersi della collaborazione dei soggetti operanti nell'ambito del servizio civile nazionale. L'attuale capo del Dipartimento Nazionale è l'ex prefetto dell'Aquila Franco Gabrielli. Storia[modifica | modifica sorgente] Classificazione sismica del territorio italiano, a cura del Dipartimento della Protezione Civile, nel 2012. Prima della costituzione di un servizio statale di protezione civile vero e proprio, un servizio di soccorso pubblico non era previsto a livello legislativo, essendo rimesso alla discrezione di privati e di organizzazioni non statali né pubbliche; solitamente era l'esercito che forniva un primo intervento nelle aree interessate da disastri. La riforma del 2012[modifica | modifica sorgente] Related:  sicurezza - 3c

Incendio Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. L'incendio è una reazione ossidativa (o combustione) non controllata che si sviluppa senza limitazioni nello spazio e nel tempo dando luogo, dove si estende, a calore, fumo, gas e luce. Gli incendi rappresentano e hanno rappresentato da sempre il fattore di maggior rischio per le attività umane e pertanto nel corso dei tempi sono state create metodologie per prevenirli e strumenti per combatterli. In particolare, con l'aumento delle concentrazioni di persone in spazi chiusi o comunque limitati, tipico degli agglomerati urbani e con l'aumento delle attività potenzialmente pericolose, il rischio incendi è divenuto uno dei più comuni. Cause[modifica | modifica sorgente] Incendio di sostanza chimica (combustione violenta ad alta temperatura) Un incendio può essere provocato da diverse cause sia naturali (autocombustione, fulmini, ecc) che per mano dell'uomo per motivi casuali, leciti o illeciti (fortuito, provocato o doloso). Il triangolo del fuoco dove:

calamità naturali definizione di certificato di conformità Strada Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Una strada fra i boschi La strada è un'infrastruttura di trasporto destinata alla circolazione di veicoli terrestri (in special modo su ruota) ed, in misura marginale, pedoni e animali. Generalmente presenta una struttura (spesso composta di materiali lapidei) a strati, da cui il nome, sormontata da una pavimentazione destinata a migliorare l'aderenza delle ruote ed il comfort di persone e merci. Storia[modifica | modifica sorgente] È facile intuire come la strada (così come sopra definita) sia stata con buona probabilità una diretta conseguenza dell'invenzione della ruota. In epoca greca si costruivano strade lastricate con solchi longitudinali come sede per le ruote dei carri (sorta di binari di pietra). Il termine deriva infatti da strata ossia strati, in quanto la posa di strati di materiale adeguato forniva alle strade romane le loro caratteristiche tecnologiche. Progettazione stradale[modifica | modifica sorgente] Strada extraurbana Strada urbana

Frana Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Con il termine frana si indicano tutti i fenomeni di movimento o caduta di materiale roccioso o sciolto dovuti alla rottura dell'equilibrio statico preesistente ovvero all'effetto della forza di gravità che, agendo su di esso, supera le forze opposte di coesione del terreno. Descrizione[modifica | modifica sorgente] Le frane possono dare luogo a profonde trasformazioni della superficie terrestre, e a causa della loro alta pericolosità, in alcune aree abitate, devono essere oggetto di attenti studi e monitoraggi. Per frana o dissesto è da intendersi qualsiasi situazione di equilibrio instabile del suolo, del sottosuolo o di entrambi, compreso fenomeni di intensa erosione superficiale, o fenomeni franosi che interessano i pendii in profondità, tali movimenti sono controllati dalla gravità. Parti di una frana[modifica | modifica sorgente] In genere una frana è caratterizzata da tre parti: nicchia di distacco;alveo o pendio di frana;accumulo della frana

rischio definizioni regole stradali Codice della strada Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Ogni Stato definisce il contenuto e le modalità di esecuzione e di attuazione di tali norme in base al proprio ordinamento interno e agli accordi internazionali. Storia[modifica | modifica sorgente] Le strade degli antichi romani non furono le sole a solcare l'Italia, eppure costituirono una delle prime reti più organizzate. Si sa che Giulio Cesare, un anno prima della sua morte, promulgò la Lex Iulia Municipalis. Sicuramente altri simili regolamenti sono stati dettati anche nei secoli successivi, in varie parti del mondo, per quanto non sia sempre facile documentarli. Nel mondo[modifica | modifica sorgente] Belgio[modifica | modifica sorgente] Nel 2003 nel paese è stata introdotta una riforma del codice, in vigore dal 1975, che introduce per la prima volta l'obbligo del rispetto nei confronti dell'utente più debole da parte dell'utente più forte. Italia[modifica | modifica sorgente] Le classificazione dei veicoli[modifica | modifica sorgente]

Related: