background preloader

Acqua potabile

Acqua potabile
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Acqua potabile Acqua potabile che sgorga dal rubinetto casalingo. L'acqua potabile è una risorsa naturale primaria destinata al consumo, permettendo la sopravvivenza degli esseri viventi, e a fondamentali attività umane. I processi di potabilizzazione permettono di migliorare le proprietà dell'acqua rendendola potabile, classico esempio è l'aggiunta di cloro come disinfettante; allo stesso tempo il calcio viene introdotto per alzare il pH e salvaguardare l'integrità dei tubi in materiali metallici dalla corrosione. Normativa[modifica | modifica sorgente] Il D.Lgs. 31/2001, e successive modificazioni e integrazioni è il riferimento normativo italiano che, recependo la Direttiva Europea 98/83/CE,[1] disciplina il campo delle acque potabili e definisce anche i parametri analitici ai quali un'acqua deve sottostare per potere essere definita potabile.[2] La stessa normativa definisce le acque destinate al consumo umano nei seguenti modi: Parametri chimici

http://it.wikipedia.org/wiki/Acqua_potabile

Related:  acqua-2cAcqua-2cAcqua

Ghiaccio Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Descrizione[modifica | modifica sorgente] Solidificazione[modifica | modifica sorgente] Fiumi d'Italia Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. I fiumi italiani rispetto a quelli delle altre regioni europee, sono assai più brevi perché l'Italia è una penisola lungo la quale si eleva la catena degli Appennini che divide le acque in due versanti opposti. In compenso sono numerosi: ciò è dovuto alla relativa abbondanza delle piogge di cui fruisce l'Italia in generale e alla presenza della catena alpina nella parte nord del paese, ricca di nevai e di ghiacciai. La loro importanza (portata, lunghezza, ecc.) dipende naturalmente anche dai caratteri del suolo, cioè più precisamente dalla sua ripidità e dalla sua maggiore o minore permeabilità. Il fiume italiano più lungo è il Po, che scorre per 652 km lungo la Pianura padana, mentre il più corto è l'Aril, immissario del Lago di Garda in provincia di Verona, che ha una lunghezza di 175 metri. Caratteristiche dei fiumi italiani[modifica | modifica sorgente]

Acqua nell’Enciclopedia Treccani acqua Composto chimico di formula H2O, assai diffuso in natura nei suoi tre stati d’aggregazione: solido, liquido e aeriforme. Nel linguaggio corrente s’intende in genere l’a. allo stato liquido. chimica Servizio idrico VERITAS L’acqua è sicuramente una risorsa rinnovabile ma non illimitata. Per questo motivo, è necessario effettuarne un uso razionale e “sostenibile”, dove il tasso di riproduzione dell’acqua deve essere uguale o superiore a quello di utilizzo. In quest’ottica, Veritas ha sviluppato il proprio servizio idrico integrato (che comprende la gestione di acquedotti, fognature e depurazione) per garantire una fornitura di acque superficiali e sotterranee di buona qualità per un utilizzo idrico equilibrato ed equo, in linea con gli obiettivi della normativa italiana e comunitaria. La società persegue, infatti, l’obiettivo di aumentare l’affidabilità e l’efficienza di questo servizio mantenendo grande attenzione all’impatto ambientale e all’ottimizzazione dei costi. L’acqua potabile erogata da Veritas proviene principalmente da acqua di falda, solo una piccola parte è prelevata dai fiumi Adige e Sile e resa potabile negli impianti di Ca’ Solaro (Favaro Veneto) e Cavanella d’Adige (Chioggia).

Gli acquedotti romani costruzione e funzionamento gli acquedotti romani attività regina aquarum Come le strade, anche gli acquedotti sono tra le opere più significative dell’antica Roma. Altri popoli, in regioni come l’India e la Mesopotamia, ne avevano già costruiti in precedenza, ma solo con i romani si arrivò ad una vera e propria cultura del trasporto delle acque, con il sistema di opere idriche più esteso e tecnologicamente avanzato del mondo antico. Nei territori dell’impero se ne contano circa duecento; a Roma ne esistevano undici. Si calcola che alla fine del I secolo d.C. la quantità di acqua potabile che giungeva ogni giorno in città era quasi un milione di metri cubi, più o meno mille litri per abitante, una disponibilità che supera ampiamente quella di oggi.

Laguna Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La laguna di Venezia vista dal satellite Questo termine deriva dal latino lacuna, spazio vuoto. Descrizione[modifica | modifica sorgente] Le lagune vive hanno uno o più collegamenti o sbocchi con il mare aperto che permettono il naturale passaggio dell'acqua marina. Fognatura Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Rovine di una fognatura dei tempi dell'impero romano (Vidigueira, Portogallo). Per fognatura (più formalmente sistema di drenaggio urbano o impianto di fognatura, volgarmente chiavica) si intende il complesso di canalizzazioni,[1] generalmente sotterranee, per raccogliere e smaltire lontano da insediamenti civili e/o produttivi le acque superficiali (meteoriche, di lavaggio, ecc.) e quelle reflue provenienti dalle attività umane in generale. Le canalizzazioni, in generale, funzionano a pelo libero; in tratti particolari, in funzione dell'altimetria dell'abitato da servire, il loro funzionamento può essere in pressione (condotte prementi in partenza da stazioni di pompaggio, attraversamenti, sifoni, ecc.).

Acqua minerale Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Acqua minerale In Italia può essere venduta con la dicitura acqua minerale solo l'acqua che risponde ai criteri di legge stabiliti dal D.Lgs. 8-10-2011 n. 176 (attuazione della direttiva 2009/54/CE), il quale recita "Sono considerate acque minerali naturali le acque che, avendo origine da una falda o giacimento sotterraneo, provengono da una o più sorgenti naturali o perforate e che hanno caratteristiche igieniche particolari e proprietà favorevoli alla salute". Per le acque potabili, le ultime due specificazioni (caratteristiche igieniche e proprietà salutari) non sono invece richieste. Il mercato delle acque minerali in bottiglia ha un'importanza particolare in Italia, che guida nettamente la classifica del consumo mondiale pro capite, con volumi che si sono triplicati dal 1985 (65 litri annui pro capite) al 2006 (194 litri annui)[1][2].

Il percorso dell'acqua prima di arrivare al rubinetto di casa Ricordate il ciclo dell'acqua che abbiamo imparato da piccoli a scuola? Con l'evaporazione l'acqua crea le nubi. Queste si spostano e, a seconda delle zone che attraversano, raccolgono le impurità che si trovano nell'atmosfera (i gas di scarico delle fabbriche, delle caldaie, degli inceneritori delle immondizie e delle automobili. Pertanto l'acqua che ricadrà sulla terra sotto forma di pioggia é già un'acqua inquinata.

Related:  acqua-2cl'acqua-2cacqua 2cACQUA - 2GAcqua potabile - 2D