background preloader

Educational Technology and Mobile Learning: 100 Important Google Drive Tips for Teachers and Students

Educational Technology and Mobile Learning: 100 Important Google Drive Tips for Teachers and Students
Google Drive provides a streamlined, collaborative solution to writing papers, organizing presentations and putting together spreadsheets and reports. But besides the basic features, there are lots of little tricks and hacks you can use to make your Google Docs experience even more productive. Here are 100 great tips for using the documents, presentations and spreadsheets in Google Docs. Related:  Google Suite For Education - GAFE - Google App For Education -

Educational Technology and Mobile Learning: The 7 Popular Google Docs Tools for Teachers June 15, 2015 Below is a list of some popular Google Docs add-ons for teachers and educators. These extensions are geared towards enhancing your Google Docs productivity by enabling you to perform a wide range of functionalities that Docs alone would not be able to afford. Some of the things you can do with these add-ons include: create bibliographies and automatically format citations in different citation styles, integrate various accents into your docs, create and insert mind maps into your documents, add digital signatures to your docs, create math graphs, generate tag clouds, and draw diagrams. 1- EasyBib Bibliography Creator 'EasyBib allows you to easily create a bibliography for your research paper. 2- Easy Accent 'This Add-on allows users to easily insert accents for different languages directly from a sidebar in their Google Doc.When you click on an accent it will insert the accent,move the cursor in front, then allow you to continue typing without re-clicking.' 3- MindMeister

A Short Overview of Workflow in Google Classroom This week I wrapped up a series of workshops that I facilitated for a local school district that is transitioning to Google Apps for Education. To synthesize how everything in Google Apps for Education, particularly Google Classroom, can work together I created a short workflow list. The Google Classroom workflow list has three sections covering the workflows for homework/ long-term assignments, polls and quizzes, and posting announcements. Grab the Google Docs version of this workflow and you can print it has a handy reference guide. Workflow for homework/ long-term assignments: 1. Create your assignment descriptor/ template in Google Docs or Slides. 2. 3. 4. 5. Workflow for polls/ quizzes: 1. 1. 2. 3. Workflow for distributing announcements/ assignment reminders: 1. 2. Try Remind to send text message reminders Remind tutorials

Google Apps and sites Sites and Apps for Education Mappe Concettuali, Aggregatori di lezioni, Repository Thinglink Mindomo Blendspace Pearltrees Dropbox Coding Scratch Code.org ProgrammaIlFuturo MITAppInventor Coding in your classroom, now! Tinkidoo Tinkercad Community - Classi Virtuali Fidenia e-twinning Edmodo Socloo TeamUp Presentazioni e Infografiche online Prezi Padlet Lino Tackk Adobe Spark Canvanizer CoSpaces EMaze Infogr.am Vinngage Big Huge labs Easelly Piktochart Tagul Tagxedo Drive Word Cloud Storytelling e Ebook Storyboardthat Storybird StoryBuilder Comicshead Cliptomize Scribaepub ePubeditor SimpleBooklet Repository di videolezioni e materiali YouTube KhanAcademy OilProject ScuolaValore-Indire Quiz online TestMoz Quizlet Questbase Kahoot Socrative QuizMeonline Creare Video PowToon Moovly Biteable Animoto EDPuzzle Screencast-o-matic Jing Snagit Salvare Video didattici da youtube Keepvid Savefrom Google Chrome Google Play Sparkie Word Clouds Pic Pac Wevideo AudioBoom Gmail Google Drive GoogleDocs GoogleSpreadsheet GoogleSlides GoogleMaps Hangouts Timeline e Webquest MyHistro Zunal

come usare Domanda&Risposta e puntatore Laser con Google Presentazioni L'articolo è rivolto agli studenti che devono sostenere la maturità e intendono presentare la loro "tesina" con strumenti digitali. Vengono illustrate alcune applicazioni web che consentono di presentare in modo originale ed efficace: ricerche, relazioni, documenti, temi, problemi, etc. Le applicazioni segnalate sono: Tackk, My Maps, Atavist, Storify. Per ciascuna viene fornita una breve descrizione di caratteristiche e funzionalità e segnalato un video tutorial in italiano Presentare la "Tesina" In un precedente post dal titolo "Presentare la tesina: non esiste solo Power Point", ho affrontato la questione di quali strumenti digitali utilizzare per presentare la cosiddetta "tesina" nel corso del colloquio dell'esame di maturità. applicazioni web utilizzare per presentare la tesina. Caratteristiche Comuni delle Applicazioni Segnalate Tutte le applicazioni che segnalerò hanno alcune caratteristiche in comune: # ipertestualità: consentono l'inserimento di link ad altre pagine web # tag

4 new tools to help teachers do what they do best Posted by Jonathan Rochelle, Director of Product Management, Google for Education and Cyrus Mistry, Lead Product Manager, Devices and Content, Google for Education Editor's note: This week our Google for Education team will be joining thousands of educators at the annual ISTE conference. Follow along here and on Twitter for the latest news and updates. Teachers are great communicators, collaborators, creators and critical thinkers. It takes a teacher to empower students with these skills and create the leaders of our future. Today at ISTE, we’re announcing four more ways for these everyday heroes to engage their classes and empower their students using Google tools. Bring curriculum to life: introducing the Expeditions app Since we launched the beta Expeditions Pioneer Program in September of 2015, more than one million students across 11 countries have taken one of our virtual reality trips. Students use creative apps at Muller Road Middle School in South Carolina (watch video here)

GUIDA - Google Apps for Education – Animatori Digitali - Portale di informazione degli ADAnimatori Digitali – Portale di informazione degli AD Le Google Apps for Education sono una suite di applicazioni cloud che permettono di collaborare all’interno di una istituzione in maniera molto efficace. Ogni scuola può ottenere le Google Apps for Education essendo queste totalmente gratuite. Per ottenere le Google Apps for education è necessario avere: Un dominio internet qualsiasi;Un numero di telefono;Un indirizzo email; Si comincia da qui compilando un form che richiede di inserire i dati dell’istituto e dell’amministratore delle G Apps. Pannello di controllo delle G Apps for Education Le G Apps for Education sono pensate sia per l’amministrazione scolastica sia per il rapporto didattico studente e allievo. Cosa forniscono effettivamente le G Apps? Ogni account riceve una casella di posta elettronica, 30 GB per la condivisione di file su Google Drive, e l’accesso a tutti gli applicativi Google classici (leggi l’articolo Orientarsi nel cloud di Google per saperne di più) con in più un’applicazione specifica per la scuola: Classroom.

Google Apps a scuola. Si può? | Mario Mattioli Paola Luigetti, animatrice digitale del liceo di Città della Pieve, mi ha scritto per chiedere un parere sull’adozione delle Google Apps a scuola. Ho pensato che valesse la pena di tornare sull’argomento, condividendo nel blog le mie riflessioni alla luce degli sviluppi più recenti. Paola scrive: « … ho qualche dubbio sul lock-in, sull’opportunità di fornire tutti questi dati a Google! Negli ultimi anni mi sono confrontato più volte su questo tema con i colleghi e ho visto emergere due posizioni molto polarizzate: WhatsApp non ha inventato nulla: il sistema esiste da tempo ed è già standard in altri servizi concorrenti, ma (come ripetono continuamente gli esperti) la sicurezza assoluta non esiste. Se per la messaggistica personale il problema della riservatezza sembra in via di risoluzione, per le Google Apps il discorso è più complesso. Correlati

Google Apps for Education. Il cloud a scuola. Riflessioni di un neo Dirigente scolastico Il mestiere del Dirigente scolastico è essenzialmente basato sulle relazioni umane. La comunicazione è la base di ogni relazione. Se non si riesce a comunicare, non si possono instaurare relazioni di alcun tipo. La realtà odierna degli Istituti Comprensivi è ormai nota ai più: si tratta di organizzazioni scolastiche complesse, che “comprendono” diverse scuole di diversi gradi, di solito limitati al primo ciclo dell’istruzione (Infanzia, Primaria, Secondaria di primo grado). Spesso le scuole sono dislocate in territori anche decisamente vasti: non è inusuale avere plessi distanti anche qualche decina di chilometri tra loro. Certo, non sono entrato in un territorio vergine: i miei predecessori avevano messo in atto una serie di modalità organizzative che naturalmente consentivano in qualche modo almeno una comunicazione di base sufficiente per i normali adempimenti. La Posta Elettronica è il centro nevralgico delle comunicazioni. La scuola deve avere un proprio dominio registrato.

Google ha raccolto tutti i suoi programmi per insegnare il coding in un unico sito L’annuncio è stato dato qualche giorno fa direttamente dal blog di Google for Education, la sezione del colosso di Mountain View che si occupa di offrire strumenti e programmi per insegnanti e studenti. Google ha lanciato il suo nuovo sito “Computer Science Edu”, ovvero un portale che raccoglie tutte le risorse per l’insegnamento del coding e delle materie relative all’informatica e alla tecnologia. “L’interesse per la programmazione informatica sta crescendo – scrive Chris Stephenson, a capo dei programmi per il coding di Google Edu – persino il presidente degli Stati Uniti Obama ha sottolineato l’importanza di dare a ogni studente l’opportunità di imparare la programmazione”. Stephenson, nell’enfatizzare l’impegno di Google nello sviluppare programmi che aiutino l’apprendimento e l’insegnamento dell’informatica, annuncia la decisione di aprire una piattaforma la CS EDU website dove gli insegnanti possano trovare tutte le iniziative di Google relative all’insegnamento del coding.

Google Apps For Education. Una guida | animatoredigitale Seguendo il corso di formazione per AD, da “edmodiano” convinto, mi sono chiesto se valga la pena sfruttare un’altra idea “cloud” ovvero Google App For Education (d’ora in poi GAfE). In effetti, stando alle premesse si tratta di un ambiente molto solido, a prova di bomba e dall’architettura complessa ma resistente. Il problema, semmai, è partire; ma ci vuole del tempo e, ad anno iniziato, non è pensabile smantellare quello che c’è già per dare vita ad una simile struttura. Non è, però, di questo che voglio disquisire, semmai condividere materiali che mi sono stati messi a disposizione dal corso e che ho tratto da animatori-liguria.it (spazio dove abbiamo affrontato on-line parte della formazione. Il consiglio è quello di seguire ordinatamente clip dopo clip di modo da non perdersi. Parte 1- Il cloud a scuola (Generalità) Parte 2 – Introduzione a GAfE Parte 3 – La console amministrativa di GAfE Mi piace: Mi piace Caricamento...

Google annuncia cinque novità per G Suite Google non si è risparmiata questa sera e attraverso il suo blog ha annunciato cinque nuove funzionalità per G Suite, il suo pacchetto di servizi annunciato qualche settimana fa e che include Drive, Documenti, Calendar, Fogli e altri. Grazie all’elaborazione del linguaggio naturale, Documenti, Fogli e Presentazioni ora sono in grado di suggerire la persona giusta a cui assegnare un compito durante la compilazione di un documento, foglio o di una presentazione: basta scrivere il suo nuovo per veder comparire a fianco una finestra con il suo profilo Google e con un tasto Assegna. E’ possibile anche assegnare il compito manualmente. La persona interessata riceverà una email di notifica non appena gli sarà stato assegnato un compito. Le persone a cui sono stati assegnati dei compiti possono facilmente trovare i documenti, fogli e le presentazioni di loro interesse attraverso dei badge, che mostreranno i compiti a loro assegnati ed eventuali suggerimenti una volta cliccati. Fonte

Ora con Google Classroom i genitori possono seguire i lavori dei propri figli | Scuole digitali Logo di Google Classroom Grazie all’aggiornamento di agosto 2016 per l’app Google Classroom, agli studenti si possono associare uno o più tutori (genitori o altre persone). Alcune caratteristiche di questa funzionalità sono le seguenti: Ai tutori saranno inviate email giornaliere o settimanali (essi possono scegliere la frequenza degli invii) con il riepilogo dei compiti fatti dagli studenti.I riepiloghi riguardano i post pubblicati dagli insegnanti nello stream del corso quali i nuovi annunci, le domande o i compiti assegnati, consegnati o non consegnati.I tutori possono annullare l’iscrizione al corso quando desiderano e quindi interrompere l’invio dei riepiloghi. In evidenza come assegnare un tutore a uno studente Per quanto riguarda gli altri aggiornamenti, ricordo che negli ultimi mesi sono state aggiunte a Google Classroom altre funzionalità quali: Per approfondire l’argomento consiglio il testo “Google Classroom per la scuola digitale“, disponibile nello Store di Amazon.it.

Google migliora la sua suite cloud per velocizzare la collaborazione a scuola | SmartWorld Cosimo Alfredo Pina Da Google arrivano interessanti novità per la sua suite per l’ufficio sul cloud. Queste riguardano soltanto G Suite for Education, ovvero il servizio tutto in uno che offre alle scuole una soluzione per la gestione di email, calendario, chat e altri prodotti BigG, come appunto Documenti, Presentazioni, Fogli e Moduli. Proprio questi ultimi, nelle versioni web, sono al centro del round di novità. LEGGI ANCHE: G Suite, il nuovo Google Apps for Work Appoggiandosi alle Attività arrivano novità anche per l’organizzazione dei file; adesso nelle pagine delle web app e su Google Drive i documenti che hanno un’attività saranno comodamente mostrati in evidenza alla persona che la deve portarla a termine. Novità anche per l’app Moduli. Google sta fortemente spingendo negli ulti anni sul settore educazione e non è infatti un caso se i Chromebook stanno riscuotendo un gran successo in ambito scolastico, visto che offrono alle scuole soluzioni pronte all’uso e dal prezzo accessibile.

G Suite for Education | Mario Mattioli La mia guida “G Suite for Education – Lavorare e apprendere nel cloud” è disponibile gratuitamente in due varianti: fluida, nei formati epub e mobi, che si adatta a qualsiasi schermo (la mia preferita);impaginata in formato pdf, impostata sulla pagina A4. La guida contiene un indice gerarchico navigabile, note interattive, screenshot per ogni comando/procedura e un gran numero di collegamenti ipertestuali. La maggior parte dei lettori di ebook (Apple, Adobe, Kobo…) è compatibile con il formato epub, mentre per Amazon Kindle dovete utilizzare il mobi. La versione attuale è la numero S-2 del 26 febbraio 2017. ho aggiornato immagini e testi delle parti dedicate al primo accesso e alla galleria modelli;ho completato la panoramica di Classroom, con le pagine “Studenti” e “Informazioni”. Consiglio anche la lettura di un tutorial che illustra la (fondamentale) procedura da seguire per creare un backup dei propri dati archiviati sui server di Google.

Related: