background preloader

The Corner

The Corner
Related:  SYRIA

Usa: «Assad pronto per un attacco chimico. Pagherà un prezzo alto» Il durissimo avvertimento della Casa Bianca, indirizzato al presidente siriano Bashar al-Assad, è tanto chiaro quanto inusuale. «Gli Stati Uniti hanno identificato i possibili preparativi per un altro attacco con armi chimiche da parte del regime di Assad che probabilmente causerebbe una strage di civili, compresi bambini», si legge nel comunicato diffuso ieri. Secondo l'intelligence americana sarebbero in corso attività che «sono simili ai preparativi fatti dal regime prima del suo attacco del 4 aprile (2017, quando l’amministrazione Trump decise di rispondere con un raid sulla base siriana da cui era partito l’attacco ndr)». Non era mai accaduto in precedenza che gli Stati Uniti avvertissero del pericolo reale di un attacco chimico in Siria. Soprattutto è importante l’avvertimento dell’amministrazione americana: se Assad attacca, pagherà un prezzo molto alto. Sale la tensione Usa-Russia in Siria Cosa sta accadendo in Siria? È dunque ribadito un cambio di rotta radicale.

Elephant Owners Althouse Outside The Beltway | OTB | Online Journal of Politics and Forei Dad29 "Non furono usate armi chimiche a Khan Sheikhoun" Il premio pulitzer Seymour Hersh in un articolo pubblicato il 25 giugno sul giornale tedesco die Welt (cliccare qui), accusa la Casa Bianca di aver attaccato in maniera pretestuosa la Siria, allorquando, in risposta a un presunto attacco chimico ordinato da Assad su Khan Sheikhoun nell’aprile scorso, bombardò con i missili Tomahawk la base aerea di Shayrat. Hersh, in base a informazioni provenienti dalla «comunità dell’intelligence» Usa, ricostruisce quanto avvenne allora, concludendo che non c’era alcuna prova di un attacco chimico, anzi. E che la reazione americana fu quindi senza fondamento. Hersh spiega infatti che l’obiettivo del raid siriano su Khan Sheikhoun era una palazzina individuata come «centro di controllo» delle milizie islamiste, nella quale era prevista una riunione ad alto livello di capi jihadisti, tra i quali rappresentanti dei gruppi di Ahrar al Sham e al Nusra (al Qaeda). La missione era «speciale perché il target era di alto valore».

Instapundit OBAMA SAYS HE DOESN’T WATCH ENOUGH TV, AND THE NEW YORK TIMES TACITLY ADMITS IT CAN’T GET ENOUGH OF THE MEMORY HOLE. I’m not sure which is more damning, the following passage… In his meeting with the columnists, Mr. Obama indicated that he did not see enough cable television to fully appreciate the anxiety after the attacks in Paris and San Bernardino, and made clear that he plans to step up his public arguments. Republicans were telling Americans that he is not doing anything when he is doing a lot, he said. …Or the fact that at least at the moment, it’s since been expunged from the Times’ article, even though it was quoted last night by blogger Tom Maguire, the Washington Post’s Erik Wemple, the Wall Street Journal’s James Taranto, and CNN’s Brian Stelter. This isn’t the first time that the Gray Lady has airbrushed a damning moment for the administration out of its columns. Daniel P.

Conservative Political Blog for Right of Center Activists | RedS PoliBlog: A Rough Draft of my Thoughts Christian Schneider

Related:  POLITICSpolitics