background preloader

Mulino ad acqua(wikipedia)

Mulino ad acqua(wikipedia)
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Un mulino ad acqua o mulino idraulico è un impianto destinato ad utilizzare l'energia meccanica prodotta dalla corrente di un corso d'acqua, condotta alla ruota del mulino tramite opportuna canalizzazione. Nelle regioni costiere anche i movimenti di marea sono stati sfruttati per il funzionamento dei mulini ad acqua. Storia[modifica | modifica wikitesto] Castanet-le-Haut (Hérault) - Mulino di Nougayrol. Notare il deposito di raccolta ed il canale di apporto dell'acqua necessaria al suo funzionamento. L'uso del mulino ad acqua, attestato in Europa fin da tempi molto antichi (è descritto nel Trattato d'architettura di Vitruvio[1]), è antecedente all'utilizzo del mulino a vento. Antica Mesopotamia[modifica | modifica wikitesto] Nell'antica Mesopotamia l'utilizzo di macchine per l'irrigazione è documentato nelle iscrizioni babilonesi, senza dettagli sulle tecniche di costruzione, ma suggerendo lo sfruttamento dell'energia dell'acqua per l'irrigazione.

http://it.wikipedia.org/wiki/Mulino_ad_acqua

Related:  acqua-2dRuote Mulini e Turbine - 2GAcqua-Energia-2Dacqua-2c

Energia Idroelettrica(arpav) Gli impianti idroelettrici sfruttano l’energia potenziale meccanica contenuta in una portata di acqua che si trova disponibile ad una certa quota rispetto al livello in cui sono posizionate le turbine. La potenza elettrica che ogni centrale idroelettrica può sviluppare dipende dalla massa d’acqua a disposizione (portata), dal dislivello tra le acque a monte del bacino ed il punto in cui sono poste le turbine, dal rendimento di conversione della macchina elettrica. Il dislivello può variare da alcuni metri (centrale idroelettriche ad acqua fluente) ad alcune centinaia di metri (come nelle centrali idroelettriche a serbatoio). Il principio è il medesimo di una centrale termoelettrica: la differenza è che il mezzo che fa girare la turbina è l’acqua e non il vapore. Per aumentare la portata di acqua che agisce sulla turbina, è possibile costruire delle dighe, che accumulano l'acqua in modo da creare un bacino artificiale.

Ruota Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Meccanica[modifica | modifica wikitesto] Esempi: In realtà un'ulteriore perdita di energia è dovuta alle deformazioni che la ruota subisce a contatto con il suolo. Questa perdita è particolarmente bassa nelle ruote rigide dei treni. Museo energia Pubblicato sul supplemento al n.3/2011 di GEOLOGIA dell’Ambiente, periodico trimestrale della SIGEA – Società di GEOLOGIA dell’Ambiente 1. PREMESSACome si sa il mulino è lo strumento con cui si utilizza tramite il movimento della ruota l’energia meccanica per macinare. Figura 1: schema di funzionamento di un mulino

Come sono fatti i mulini ad acqua Il mulino ad acqua era già noto ai Romani all'epoca di Cristo, ma fu poco usato. Solo nell'alto Medioevo diventano le macchine più utilizzate nelle attività produttive. In Europa l'età dei mulini inizia verso l'anno 1000: nel 1086 in Inghilterra esitevano più di cinquemila mulini ad acqua per cereali; nel 1200 compaiono i mulini a vento nelle regini ventose d'Inghilterra, Spagna e altri paesi. L'età dei mulini finì verso il 1800, quando furono sostituiti dalla macchina a vapore.

Mulino a marea Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il mulino a marea è un tipo di mulino, molto utilizzato dalle civiltà del passato. Descrizione[modifica | modifica sorgente] Per il loro funzionamento, veniva edificato uno sbarramento sull'ansa di un fiume, oppure sulla riva di un lago o di un mare. Il flusso dell'acqua, ascendente, era in grado di riempire un apposito serbatoio; l'acqua raccolta da essi veniva utilizzata per l'irrigazione dei campi, al momento della bassa marea. Le ruote di questi mulini erano solitamente in legno di quercia, materiale molto resistente all'acqua, con decine di pale e appoggiate su supporti di piombo.

Mulini ad acqua : breve storia e tecnologia(MagicoVeneto) L'idea di imbrigliare la forza dell'acqua per azionare macchinari ed utensili risale a tempi remotissimi e la sua applicazione pratica, i mulini, utilizzata per almeno 2000 anni, fino all'era industriale, all'avvento dei motori a combustione e l'energia elettrica e, per applicazioni artigianali, anche fino a qualche decennio fa. Nell'area mediterranea, per la scarsità d'acqua, erano preferiti macchinari nei quali la forza motrice erano gli animali e anche l'uomo, ma nell'area alpina e nel nord Europa, per la disponibilità di corsi d'acqua regolari e con molta portata, si diffuse lentamente la tecnologia che sfruttava la forza motrice delle pale azionate dall'acqua. La tecnologia più antica, utilizzata per macinare, è a ruota orizzontale a palette o semicucchiaie, dove la trasmissione del moto attraverso l'albero verticale era diretta: dalla ruota alla macina. Ad ogni giro di ruota motrice corrisponde quindi un giro della mola superiore.

Turbina Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Una turbina è una turbomacchina motrice idonea a raccogliere l'energia cinetica e l'entalpia di un fluido ed a trasformarla in energia meccanica. Teoria e caratteristiche operative[modifica | modifica sorgente] I primi esempi di turbina furono i mulini a vento e le ruote idrauliche. Energia idroelettrica Il ciclo dell'acqua, determinato dall'evaporazione e dalle precipitazione, mette a disposizione dell'uomo un'importante e utile fonte energetica rinnovabile: l'energia idroelettrica, utilizzata già da migliaia di anni, sin dai greci e dai romani. Questa si ottiene sfruttando la caduta di grandi quantità d'acqua attraverso un dislivello oppure sfruttando la velocità di una corrente d'acqua. é quindi un'energia rinnovabile che richiede la presenza di un'abbondante quantità di acqua. Le fonti da cui è possibile ricavare energia idroelettrica sono molteplici: laghi, fiumi, mari, maree, ecc.

50 anni dalla tragedia Andare in vacanza nelle Alpi Venete e Friulane, nelle splendide Dolomiti patrimonio dell’umanità, significa stare a contatto con una natura imponente, rigogliosa, che permette continue nuove scoperte ed offre numerose opportunità. Tuttavia chi va in vacanza in provincia di Belluno o nel versante friulano delle Alpi non può non fare i conti con una enorme ed immane tragedia che ha colpito e profondamente cambiato questo territorio. Domani, 09 ottobre 2013 corrono i cinquant’anni dal disastro del Vajont che colpì, in piena sera, i paesi di Erto, Casso, Longarone, Pirago, Maé, Villanova, Rivalta, Fortogna, Dogna , Provagna, Castellavazzo e Codissago provocando migliaia di morti.

Mulino a vento Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Mulini a vento a Campo de Criptana nella Mancia in Spagna Il mulino a vento è una struttura costruita per sfruttare l'energia del vento (energia eolica) trasformandola in energia meccanica (ovvero energia cinetica) utilizzabile per scopi o processi agricoli, artigianali e industriali. Origine[modifica | modifica wikitesto] Il mulino a vento ebbe origine in Persia circa 3.000 anni prima di Cristo, anche se secondo altre fonti fu inventato intorno al VII secolo d.C. nella regione del Sistan, oggi in Afghanistan.[1][2] Era sostenuto da strutture innalzate sulla torre di un castello o in cima a una collina; il vano superiore ospitava le macine, quello inferiore alloggiava il rotore. In passato era usato fra l'altro per produrre farina.

Come funzionano i mulini(ulyxes) Come funzionano i mulini Meccanismo e funzionamento del mulino Le acque del corso d'acqua, presso cui è stato costruito il mulino, arrivano alla presa d'acqua, nei cui pressi sono scavate delle buche dove si depositano sabbie e detriti, e confluiscono attraverso il canale di derivazione, chiamato gora, fino alla torre del mulino (12 metri). Giunte alla torre, le acque riempiono la saetta, un vano - integrato alla torre - a forma di imbuto inclinato lungo circa 7 metri e del diametro di 75 cm. all'inizio e 15 cm. alla fine, munito nel segmento finale di graticola di ferro che fa da filtro per impedire il passaggio di eventuali pietre che di solito si accompagnano con l'acqua.

Turbomacchina Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Lo scopo del suo studio fluidodinamico è la realizzazione di configurazioni in cui lo scambio energetico sia non solo al massimo rendimento, ma al massimo rapporto tra energia trasferibile e dimensioni, peso, ingombro della macchina. Classificazione[modifica | modifica sorgente] Le turbomacchine vengono classificate in diversi modi. Principalmente in base a: Stadio di una turbomacchina[modifica | modifica sorgente] Energia idroelettrica L'energia idroelettrica è stata la prima fonte rinnovabile ad essere utilizzata su larga scala, il suo contributo alla produzione mondiale di energia elettrica è, attualmente, del 18% L'energia del sole fa evaporare l'acqua dagli oceani, il vapore, sottoforma di pioggia o neve cade sulla terraferma acquistando energia potenziale nonché energia cinetica. Si può dire che l'acqua è il fluido in una enorme macchina termica alimentata dal Sole. L'energia si ottiene sfruttando la caduta d'acqua attraverso un dislivello, oppure sfruttando la velocità di una corrente d'acqua; è una risorsa rinnovabile, disponibile ovunque esista un sufficiente flusso d'acqua costante.

Related:  mulino ad acqua