background preloader

Generatore elettrico

Generatore elettrico
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Un generatore elettrico è un dispositivo destinato a produrre energia elettrica a partire da una diversa forma di energia. Un negozio della Cina Orientale che vende piccoli generatori Le diverse forme di energia, che sono trasformate in elettrica, di norma sono l'energia meccanica, l'energia chimica, l'energia luminosa o più raramente, direttamente l'energia termica. Generatori elettrici ad induzione[modifica | modifica wikitesto] Questi generatori si basano sulla induzione di corrente elettrica in un circuito per effetto della legge di Faraday e sono i più importanti in termini di produzione di energia elettrica. In questa categoria rientrano principalmente la dinamo per la produzione di corrente continua e l'alternatore, in grado di generare corrente alternata. Generatori elettrochimici[modifica | modifica wikitesto] Altri tipi di generatori[modifica | modifica wikitesto] Particolare del generatore termoelettrico a radioisotopi della sonda Cassini Related:  motori elettrici e generatori di corrente 2CMOTORI E GENERATORI ELETTRICI 2-Cenergia idroelettrica

Generatore di tensione Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Generatori di tensione ideali[modifica | modifica sorgente] Un generatore di tensione può essere indicato con uno dei seguenti simboli: Simbolo di un generatore di tensione ideale Generatori di tensione reali[modifica | modifica sorgente] Circuito equivalente di un generatore di tensione Uo con resistenza interna Ri che alimenta un carico RL I generatori di tensione reali sono componenti elettronici che mantengono una tensione costante o costantemente oscillante entro certi limiti. Trasformazione generatori reali di tensione in generatori reali di corrente[modifica | modifica sorgente] Grazie al teorema di Thévenin si può sostituire un generatore reale di corrente con un generatore reale di tensione (e viceversa, per il teorema di Norton). NOTA BENE: è da ricordarsi, quando si attua questa sostituzione, di verificare che il verso della corrente del generatore di corrente sia concorde al segno + del generatore di tensione sostituito.

L' orgoglioso inventore del motore elettrico Archivio storico corriere scienza. Galileo Ferraris moriva cento anni fa ----------------------------------------------------------------- Galileo Ferraris moriva cento anni fa L'orgoglioso inventore del motore elettrico Insolita figura di tecnologo - pedagogo, l'inventore del motore elettrico a corrente alternata, Galileo Ferraris, scomparso nel febbraio di cento anni fa, rappresento' una singolarita' autentica in un mondo in cui tutti, a partire dal mitico Alva Edison, badavano soprattutto al sodo e al soldo. Docente di fisica tecnica al Regio Museo Industriale di Torino, rappresento' il governo italiano in diverse mostre ed esposizioni internazionali, che accompagnarono l'impetuoso sviluppo dell'industria elettrica. Ogni diritto di legge sulle informazioni fornite da RCS attraverso la sezione archivi, spetta in via esclusiva a RCS e sono pertanto vietate la rivendita e la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi modalitá e forma, dei dati reperibili attraverso questo Servizio.

Centrale idroelettrica Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Una centrale idroelettrica è un insieme di opere di ingegneria idraulica posizionate in una certa successione, accoppiate ad una serie di macchinari idonei allo scopo di ottenere la produzione di energia elettrica da masse di acqua in movimento. L'energia prodotta dalle centrali idroelettriche è da classificarsi a tutti gli effetti come energia rinnovabile in quanto, almeno in teoria, l'acqua può essere riutilizzata infinite volte per lo stesso scopo senza subire un processo di depurazione. Il concetto di rinnovabilità è subordinato alla costanza del volume annuo degli afflussi integrali. Classificazione in base al tipo[modifica | modifica wikitesto] Le centrali si classificano in base a diverse tipologie di impianto: Centrali ad acqua fluente[modifica | modifica wikitesto] Centrali a bacino[modifica | modifica wikitesto] Diga ad arco utilizzata per produrre corrente elettrica Centrali con impianti ad accumulazione[modifica | modifica wikitesto]

Motore elettrico Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Tipi di motori elettrici[modifica | modifica sorgente] La divisione classica è tra motori in corrente continua (CC) e in corrente alternata (CA). Funzionamento tecnico[modifica | modifica sorgente] Particolare di un motore elettrico. Parti principali[modifica | modifica sorgente] Il motore elettrico, così come l'alternatore è composto da: Questi componenti generano un campo magnetico, in alcuni casi anche grazie all'uso di magneti. Motore in corrente continua[modifica | modifica sorgente] Schema del principio di funzionamento Tale motore può essere usato in maniera reversibile anche come generatore elettrico, che assorbe energia meccanica. Motore passo-passo[modifica | modifica sorgente] Motore senza spazzole[modifica | modifica sorgente] Motore in corrente alternata[modifica | modifica sorgente] Motore sincrono[modifica | modifica sorgente] Motore asincrono[modifica | modifica sorgente] Motore lineare[modifica | modifica sorgente]

Generatore ideale Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. I componenti in cui si sviluppano forze elettriche specifiche generatrici sono detti generatori elettrici. Essi sono sede delle interazioni tra fenomeni elettrici e fenomeni di altra natura (es. la batteria di accumulatori delle autovetture trasforma energia chimica in energia elettrica), che realizzano la generazione di energia elettrica attraverso la conversione da altre forme di energia. Sono dei bipoli attivi, sono dotati di terminali ( o morsetti) che consentono la connessione con altri componenti elettrici e si dividono in due categorie: tensionecorrente Generatore ideale di tensione[modifica | modifica sorgente] Generatore ideale di tensione Il generatore ideale di tensione è un dispositivo capace di mantenere, in modo costante nel tempo, una tensione tra i suoi morsetti pari alla sua f.e.m., sempre identica nonostante le variazioni di corrente (e quindi del carico alimentato). Generatore ideale di corrente[modifica | modifica sorgente]

generatore Nel diagramma di un circuito elettrico, accanto al ben noto simbolo che rappresenta un generatore di differenza di potenziale (d.d.p.), normalmente se ne indica semplicemente il voltaggio V. Questo perché si assume che il generatore sia ideale, capace cioè di erogare una tensione perfettamente uguale a quella nominale, dichiarata dal costruttore, indipendentemente dal circuito cui è collegato, ovvero quale che sia la corrente I che circola. In realtà ciò non è affatto possibile semplicemente per considerazioni energetiche. L’energia elettrica erogata dai morsetti per unità di tempo (ovvero la potenza erogata P) si ottiene dalla seguente formula P=VI Se supponiamo che il circuito abbia una resistenza complessiva R la situazione può essere descritta dalla figura seguente. E’ facile rendersi conto che collegando resistenze molto piccole, a causa della prima legge di Ohm, la corrente I=V/R può assumere valori arbitrariamente grandi. Errori tecnici o di contenuto?

Bacino idroelettrico Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il bacino idroelettrico è un invaso d'acqua che ha lo scopo di raccogliere in un bacino lacustre le acque di un fiume per poterne poi utilizzare l'energia potenziale per produrre energia elettrica attraverso una centrale idroelettrica. La Cina ha realizzato sul fiume Azzurro il bacino idroelettrico delle Tre gole, il più grande del pianeta. §Componenti[modifica | modifica wikitesto] §Classificazione[modifica | modifica wikitesto] I bacini idroelettrici si posso suddividere in base a: portata d'acquadislivellola potenza nominale del generatore elettrico §Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Elettricita in “Enciclopedia dei ragazzi Enciclopedia dei ragazzi (2005) di Giovanni Vittorio Pallottino elettricità Carica elettrica e fenomeni a essa collegati L'elettricità è l'insieme dei fenomeni prodotti dalla carica elettrica, una proprietà di alcune particelle che costituiscono la materia. La carica elettrica La carica totale di un corpo è la somma algebrica delle sue cariche positive e negative. Un modo molto semplice per 'elettrizzare' un corpo, cioè per fargli acquistare carica elettrica, è quello di strofinarlo con un altro: una penna di plastica, per esempio, si elettrizza strofinandola con un panno di lana. La storia dell'elettricità Già gli antichi Greci avevano osservato che strofinando con un pezzo di pelliccia l'ambra (una resina fossile usata oggi come gioiello) questo materiale acquistava la proprietà di attrarre oggetti piccoli e leggeri, come fili o piume. Legge di Coulomb Elettricità e materia La corrente elettrica e i suoi effetti Effetti provocati dalla corrente elettrica Effetti elettromagnetici e chimici

Veicolo elettrico Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La REVAi/G-Wiz i, in ricarica presso una colonnina in una via di Londra Per veicolo elettrico si intende un mezzo di trasporto che utilizza per il suo funzionamento un sistema a propulsione elettrica che è generalmente alimentato con batterie ricaricabili, ma che può essere anche collegato ad un sistema di alimentazione tramite reti aeree con fili sospesi, binari o fasce di alimentazione conduttrici per contatti striscianti laterali. I veicoli elettrici possono essere variabilmente e a seconda delle necessità o caratteristiche di progettazione a 1, a 2, a 3, a 4 o a più ruote. Eped City uno scooter elettrico Il prototipo del taxi VW Milano Note[modifica | modifica sorgente] ^ Brevetto per carrozza per cavalli elettrica Voci correlate[modifica | modifica sorgente] Altri progetti[modifica | modifica sorgente] Commons contiene immagini o altri file su Veicolo elettrico Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Related: