background preloader

Mondo dei rifiuti

Mondo dei rifiuti

http://www.irenemilia.it/upload/pagine/pagine/580-mondo%20rifiuti%202012%20x%20sito.pdf

Related:  i rifiuti -1crifiuti - 1D

rifiuti prodotti ogni anno nel mondo Quattro miliardi di tonnellate: a tanto ammontano i rifiuti urbani e industriali prodotti ogni anno nel mondo, pari a 650 chili per abitante, con una netta prevalenza dei paesi occidentali. Di questi quattro miliardi, ne vengono raccolti ogni anno circa 2,74: si tratta di rifiuti urbani (1,7 miliardi), compresi quelli domestici e commerciali, ma anche rifiuti industriali, soprattutto dell'industria manifatturiera. I dati emergono dal Panorama mondiale dei rifiuti 2009, il primo studio sistematico sulla produzione e smaltimento di rifiuti a livello internazionale, realizzato dal gruppo Veolia (con Philippe Chalmin dell'Università Parigi-Dauphine) e presentato all'Università Bocconi nel corso del convegno Rifiuti: dalla paura alla consapevolezza.

come vivere nei rifiuti (il nostro mondo dopo qualche anno se ...) OLTRE un anno fa, nel luglio del 2010, nel dossier sui “veleni industriali e politici” della Basilicata avanzai una proposta: Anagrafe pubblica della monnezza. Insieme con i Radicali lucani ho sposato da sempre l’einauidiano “conoscere per deliberare” e ritengo che anche sulla gestione del ciclo integrato dei rifiuti sarebbe opportuno favorire la massima conoscenza sull’operato di comuni e province. La vicenda Fenice, la crisi sul fronte dei rifiuti solidi urbani che si manifesta in queste ore, mi spinge a rivolgerci al Presidente della regione Vito De Filippo, all’Assessore all’Ambiente Agatino Mancusi e al consiglio regionale per chiedere l’approvazione urgente di una PDL regionale che abbiamo denominato “Anagrafe pubblica relativa alla raccolta, al recupero, allo smaltimento ed agli impianti dei rifiuti solidi urbani”. Tutto questo in attesa di poter capire come intervenire con un’analoga proposta anche sul fronte della produzione dei rifiuti speciali e pericolosi.

Discarica Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Una moderna discarica con protezioni e barriere (Honolulu, Hawaii). Una discarica ricoperta di verde dopo la chiusura (Dresda). Una discarica di rifiuti non a norma, senza particolari protezioni e barriere. Cosa sono i rifiuti? I rifiuti: problema o risorsa? Cosa sono i rifiuti? La smaltimento dei rifiuti : un problema ambientale ed economico. Una soluzione possibile : 3 R ( riduzione, raccolta differenziata e riciclaggio ) Inquinamento Ambientale Discariche e termovalorizzatori, quindi, sarebbero usati unicamente per smaltire i residui del sistema integrato di gestione dei rifiuti, eliminando o producendo in misura molto ridotta emissioni di gas pericolosi, con un impatto ambientale minimo.Anche in questo campo è importante sensibilizzare la cittadinanza a condotte più consapevoli e rispettose nei confronti delle aree protette, dei boschi, dei litorali o dei corsi d'acqua che si frequentano o si visitano. Abbandonare ed accumulare i rifiuti, specialmente quelli più "pericolosi" (non degradabili o contenti materiali chimici o tossici che rilasciano nel terreno e nell'aria sostanze nocive), non va ritenuto e valutato soltanto un marginale gesto d'inciviltà, ma considerato un vero e proprio danno procurato all'ambiente in cui viviamo.

raccolta differenziata La crescita della produzione di rifiuti rappresenta uno dei problemi più urgenti per il futuro del pianeta, dalla metà degli anni ‘90 ad oggi quella italiana per esempio è quasi raddoppiata. E’ quindi necessario adottare corrette pratiche di gestione dei rifiuti che riducano il ricorso all’uso delle discariche e degli inceneritori (detti anche termovalorizzatori), soluzioni che producono un impatto ambientale spesso problematico. Si tratta quindi, soprattutto per i rifiuti urbani, quelli su cui ognuno di noi può intervenire direttamente, di adottare pratiche che raggiungano l’obiettivo di produrre meno rifiuti possibili e che quelli prodotti siano recuperabili/riutilizzabili. Va in questa direzione la strategia che, a livello comunitario, è detta delle 4R e cioè: raccolta differenziatariciclaggioriduzioneriuso RiusoIl riuso è il reimpiego di un prodotto in più cicli di utilizzo, grazie a un trattamento minimo, come avviene, per esempio, ad una bottiglia di latte.

Quanti rifiuti produciamo? Quanti rifiuti produciamo? La produzione mondiale media pro-capite di rifiuti è stimata intorno ai 3.38 Kg al giorno, mentre per i rifiuti cosiddetti “urbani” (cioè provenienti da normali abitazioni, dalla pulizia delle strade, rifiuti vegetali raccolti in aree verdi, etc) si va dagli 0.5 Kg al giorno dell’India agli 1.1 Kg al giorno del Canada. La composizione media del rifiuto urbano indifferenziato consiste soprattutto di materiali organici, carta e cartone (imballaggi), plastica, vetro e metalli. Come si può notare in tabella, la quantità e la % delle diverse tipologie di rifiuti varia molto a seconda del livello di benessere caratteristico di un dato paese.

Raccolta dei rifiuti non pericolosi Questo servizio ha un ruolo importante nel settore dell'ecologia, ai fini di ridurre l'impatto ambientale con il riciclaggio dei materiali recuperabili. Infatti consente una forte riduzione di materiali da inviare alla discarica e la valorizzazione di risorse preziose. Una volta arrivati allo stoccaggio, i vari rifiuti vengono suddivisi per tipologia, imballati e quindi destinati ai vari utilizzatori. carta e cartone nylon materiali ferrosi plastica legno pneumatici fuori uso, etc. Rifiuti urbani 2011 Principali indicatori dei rifiuti urbani Andamento della produzione totale di rifiuto urbano nel Veneto Anni 1997 - 2011 - fonte: ARPAV - Osservatorio Regionale Rifiuti La produzione totale di rifiuti urbani in Veneto nel 2011 è pari a 2.305.401 t.Rispetto al 2010 la quantità di rifiuti urbani ha subito una diminuzione del 4,3%, attribuibile principalmente agli effetti della crisi economica.

Riciclaggio dei materiali ferrosi Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il simbolo internazionale per i materiali riciclabili Il riciclaggio dei materiali ferrosi è un settore specifico del riciclaggio dei rifiuti, e consiste in un insieme di operazioni che vengono svolte sui rifiuti composti da ferro per ottenere nuovo materiale da reimmettere nei processi produttivi. Il ferro si utilizza in varie forme (ghisa, acciaio da costruzione, acciaio speciale, acciaio per utensili, ecc.) in base alle specifiche caratteristiche che sono richieste: durezza, malleabilità, resistenza fisica o chimica, ecc.. Tipologie di materiali[modifica | modifica sorgente] Il riciclaggio dei materiali ferrosi viene effettuato a partire da rifiuti provenienti da:

smaltimento dei rifiuti Questo articolo è stato già letto 481 volte! Punto a Capo Onlus inaugura i VENERDI’ AMBIENTALISTI, grazie alla graditissima collaborazione con il Gruppo di Presenza Monsignor Grassi, guidato da Corrado Colizza. Vi proponiamo 3 seminari gratuiti che si terranno uno per ogni mese, iniziando da gennaio, il cui tema sarà di estrema attualità: i rifiuti. I seminari saranno GRATUITI, ripeterlo giova, ed aperti a soci e ospiti e si terranno nella nostra sede di Marino, in Via Antonio Fratti, 19a (Piazza Matteotti). Il primo si terrà VENERDI’ 20 gennaio, alle ore 16.30 ed avrà come tema: “Rifiuti indifferenziati – raccolta e smaltimento – pregi e difetti“. Durante il seminario saranno anche distribuiti opuscoli e dispense informative sul riciclaggio dei rifiuti.

Perchè riciclare? Il riciclaggio dei rifiuti è un processo semplice da attuare ed alla portata di tutti, che può aiutarci a risolvere molti dei problemi creati dal moderno stile di vita prettamente consumistico. Utilizzando materiali riciclati nei processi di produzione ci permette di risparmiare grandi quantità di risorse naturali non rinnovabili, ma anche di salvare risorse rinnovabili come gli alberi. L’uso di prodotti riciclati riduce il consumo di energia, consumando meno combustibili fossili e generando meno CO2 che viene rilasciata nell’ambiente, che ci permette anche di avere meno piogge acide e ridurre l’effetto serra. Per quanto riguarda l’aspetto economico, abbiamo già visto che il riciclaggio può creare molti posti di lavoro, perchè c’è bisogno anche di molta manodopera per la raccolta dei materiali adatti ad essere riciclati e per la loro suddivisione.

Related:  Riduzione dei rifiuti 1C