background preloader

Anthropologie du prsent

Anthropologie du prsent

Les mauvais jours finiront Documenti della Critica Radicale negli anni '67-'77 Facendo seguito a un primo tentativo di archiviazione su questo sito (vedi sono raccolti in questa sezione una gran parte dei documenti prodotti, dal ‘67 al ‘77, dalla corrente rivoluzionaria definitasi nel tempo come Critica radicale. In un primo momento questa documentazione avrebbe dovuto costituire la base per realizzare una pubblicazione cartacea edita da Nautilus, ma i lavori si sono fermati per vari motivi, cosicché alcuni dei curatori hanno deciso di mettere comunque a disposizione, sul web, a beneficio di tutti i potenziali interessati, questi documenti che, rintracciati con la collaborazione di molti compagni di adesso e di allora, sono stati pazientemente scansionati e impaginati. Possiamo considerare ancora i lavori in corso, ovvero la questione non è ancora del tutto chiusa.. e chi volesse prendere contatti faccia riferimento a questo indirizzo nicolasergio@gmail.com L’area della teoria radicale Ludd Comontismo

Documenti della sollevazione anti-CPE in Francia (2006) (febbraio–aprile 2006) Aprire la breccia Tutto è possibile ... Viva il blocco generale selvaggio Appello agli stranieri Vittoria! Nota introduttiva: Questi documenti sono solo un piccolo campione di quanto gli amici francesi mi hanno inviato o di quanto ho scoperto in rete. Spero che daranno un'idea del genere di cose che sono emerse lì e degli argomenti che sono state discussi. Aprire la breccia Il caos per i nostri bambini Il loro “Contratto di Primo Impiego” (CPE) ne è la prova supplementare: la guerra-lampo condotta dai capitalisti per ridurre i salariati alla condizione di sotto-classe di schiavi arriverà a buon fine se non si farà nulla per ostacolarla. In questa lotta, coloro che hanno ancora delle illusioni sul prossimo avvenire di aver assicurato il proprio comfort nell'asservimento, al riparo di dittature, guerre, radiazioni, carestie e penuria energetica, sono dei suicidi. Tu non ti integrerai in questa società, è questa società che ti disintegrerà. Quale futuro? Sosteneteci.

Related: