background preloader

Terremoto

Terremoto
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Schema di cosa genera un terremoto. L'improvviso spostamento di una massa rocciosa, di solito non superficiale, genera le onde sismiche che raggiungono in breve tempo la superficie terrestre facendo vibrare gli strati rocciosi e i terreni soprastanti. In geofisica i terremoti (dal latino terrae motus, cioè "movimento della terra"), detti anche sismi o scosse telluriche (dal latino Tellus, dea romana della Terra), sono vibrazioni o oscillazioni improvvise, rapide e più o meno potenti, della crosta terrestre, provocate dallo spostamento improvviso di una massa rocciosa nel sottosuolo. Secondo il modello della tettonica delle placche il movimento delle placche è lento, costante e impercettibile (se non con strumenti appositi), ma modella e distorce le rocce sia in superficie che nel sottosuolo. Descrizione[modifica | modifica sorgente] Mappa delle zone sismiche terrestri Cause[modifica | modifica sorgente] Tipi di faglie[modifica | modifica sorgente] Related:  sicurezza - 3c

Rischio Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Concetto di rischio[modifica | modifica sorgente] Ci sono molte definizioni di rischio che dipendono dalle applicazioni e dal contesto. Più in generale, ogni indicatore di rischio è proporzionale all'effetto atteso e alla sua probabilità di accadimento. Più recentemente al rischio è stato associato un significato più ampio di rischio/opportunità, dove non necessariamente un evento incerto è solo visto come rischio negativo ma anche generare un'opportunità positiva. In genere il valore del "rischio reale" risulta differente sia del "rischio ipotetico" (che è il valore ottenuto da stime tecnico-scientifiche) sia dal "rischio apparente" (che è soggettivo, in quanto dipendente dalla percezione umana del rischio). Rischio per l'impresa[modifica | modifica sorgente] All'interno di un'impresa i rischi possono essere divisi anche in: Valutazione del rischio[modifica | modifica sorgente] R = P × Vu × Val dove Valutazione professionale[modifica | modifica sorgente]

Maremoto Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Di solito un maremoto si genera in mare aperto dove l'onda rimane poco intensa e poco visibile e concentra la sua forza in prossimità della costa quando l'onda si solleva e si riversa più o meno dentro l'entroterra (una barca in mare aperto può anche non accorgersi del passaggio di un'onda di maremoto). L'intensità di un maremoto dipende dalla quantità di acqua spostata al momento della formazione del maremoto stesso, intensità valutabile quando l'onda raggiunge le coste: in generale un'onda di maremoto che lungo la costa non supera 2,5 m in altezza non provocherà grandi danni e i suoi effetti non saranno pericolosi, mentre un'onda di oltre 4–5 m in altezza sarà distruttiva per la costa investita. L'altezza delle onde di uno tsunami a confronto dell'altezza di un uomo Caratteristiche[modifica | modifica sorgente] Schema di un maremoto Modellino rappresentante l'onda frangente di uno tsunami Propagazione[modifica | modifica sorgente]

Prevenzione Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La prevenzione è l'insieme di azioni finalizzate ad impedire o ridurre il rischio, ossia la probabilità che si verifichino eventi non desiderati. Gli interventi di prevenzione sono in genere rivolti all'eliminazione o, nel caso in cui la stessa non sia concretamente attuabile, alla riduzione dei rischi che possono generare dei danni. Sicurezza sul lavoro[modifica | modifica sorgente] Nell'ambito lavorativo la "prevenzione" è definita dall'art. 2 lett. n) del D.Lgs.81/2008 come «il complesso delle disposizioni o misure necessarie anche secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute della popolazione e dell'integrità dell'ambiente esterno;». Le misure di prevenzione sono di tipo strutturale o organizzativo, come: Ambito sanitario[modifica | modifica sorgente] Esistono tre livelli di prevenzione, che si riferiscono ad atti e fasi diverse:

Tromba d'aria Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Una tromba d'aria in Oklahoma Una tromba d'aria o tornado, è un violento vortice d'aria che si origina alla base di un cumulonembo e giunge a toccare il suolo. Le trombe d'aria sono fenomeni meteorologici altamente distruttivi e nell'area mediterranea rappresentano il fenomeno più violento verificabile sia pure con frequenza non elevata. Sono associati quasi sempre a temporali estremamente violenti, possono percorrere centinaia di chilometri e generare venti anche di 500 km/h. Aspetto[modifica | modifica sorgente] La tromba d'aria si presenta come un "imbuto" che si protende dalla base del cumulonembo fino al terreno o alla superficie marina. Processo di formazione[modifica | modifica sorgente] Il processo di formazione di una tromba d'aria è legato a caratteristiche atmosferiche particolari. Classificazione e distruttività[modifica | modifica sorgente] Un violento tornado fotografato a Seymour nel Texas La Tornado Alley Una tromba d'aria a Venezia

Incendio Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. L'incendio è una reazione ossidativa (o combustione) non controllata che si sviluppa senza limitazioni nello spazio e nel tempo dando luogo, dove si estende, a calore, fumo, gas e luce. Gli incendi rappresentano e hanno rappresentato da sempre il fattore di maggior rischio per le attività umane e pertanto nel corso dei tempi sono state create metodologie per prevenirli e strumenti per combatterli. In particolare, con l'aumento delle concentrazioni di persone in spazi chiusi o comunque limitati, tipico degli agglomerati urbani e con l'aumento delle attività potenzialmente pericolose, il rischio incendi è divenuto uno dei più comuni. Cause[modifica | modifica sorgente] Incendio di sostanza chimica (combustione violenta ad alta temperatura) Un incendio può essere provocato da diverse cause sia naturali (autocombustione, fulmini, ecc) che per mano dell'uomo per motivi casuali, leciti o illeciti (fortuito, provocato o doloso). Il triangolo del fuoco dove:

Sport Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Hermes, uno degli dei e patrono Olimpico dell'atletica Lo sport è l'insieme di attività fisiche effettuate per fini salutistici, formativi, ricreativi, competitivi, ecc. Ad oggi, con il termine «sport» si indicano tutte le discipline fisiche in tutte le sue forme e fini (sin da prima della nascita del termine stesso), e inoltre fa riferimento pure a tutto ciò che riconduce allo sport, ad esempio l'abbigliamento. Etimologia[modifica | modifica sorgente] Il termine sport è l'abbreviazione della parola inglese disport che significa divertimento. Con il termine sport si indicano tutte le discipline fisiche in tutte le sue forme e fini, che c'erano da prima dell'uso della parola deportare ad oggi, e inoltre fa riferimento pure a tutto ciò che riconduce allo sport, esempio l'abbigliamento. Storia[modifica | modifica sorgente] Lo sport nella Preistoria[modifica | modifica sorgente] Origini dello sport[modifica | modifica sorgente]

tsunami La struttura della Sicurezza Rapina Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La rapina, nel diritto penale italiano, è il delitto previsto dall'art. 628 c.p.. Tale articolo delinea due figure di rapina, la rapina propria se la violenza è mezzo per ottenere l'impossessamento, rapina impropria se invece serve a mantenere il possesso o ad assicurare a se o ad altri l'impunità. Cenni storici[modifica | modifica sorgente] Nel diritto romano un editto del pretore Lucullo (76 d.C.) istituì un’azione da esperire entro l’anno per il quadruplo del valore dei danni provocati e delle cose asportate in caso di rapina. L’editto non riguardava soltanto le bona vi rapta commessi da bande di schiavi, ma anche quanti avessero organizzato attruppamenti di uomini sia quanti avessero solo istigato violenza, nonché la persona singola che avesse direttamente commesso la rapina. Prima dell'editto del pretore non si trattava di un furtum manifestum, sicché dal punto di vista del furtum essa sarebbe stata perseguita con la pena del doppio.

simboli I rischi di Internet I dati raccolti dalla Società italiana di Pediatria nel corso di numerose ricerche sull’argomento, per altro in linea con quanto indicato da altre autorevoli fonti di ricerca, tracciano un quadro evidente di come Internet stia progressivamente prendendo spazio nelle abitudini quotidiane di vita degli adolescenti, avvicinandosi a quel punto di flesso in cui da opportunità positiva potrebbe trasformarsi in fonte di dipendenza. E’ ormai universalmente riconosciuto che Internet, al pari di fumo, alcol, droga, gioco d’azzardo,… può determinare dei veri e propri fenomeni di dipendenza: dall’esigenza di assumerne “dosi” sempre maggiori per raggiungere uno stato di soddisfacimento, fino allo stadio in cui il “consumo” non è più vissuto come momento di piacere, ma è l’astinenza a creare disagio. I SINTOMI - L’elenco che segue, in parte ricavato dagli ampi studi effettuati sull’argomento dalla sociologa americana Kimberly S.

Definizione di incendio Alluvione Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La parola alluvione viene usata per indicare un evento di accumulo di materiale fluviale. In sintesi le alluvioni sono i sedimenti trasportati dal fiume al di fuori degli argini in seguito ad un'esondazione ed è quindi errato definire "alluvione" un'esondazione in ambito scientifico. Nell'italiano recente viene anche ritenuto sinonimo di inondazione, in effetti le due parole attualmente sono utilizzate con lo stesso significato. Descrizione[modifica | modifica sorgente] L' "alluvione" può essere un evento catastrofico, causato da avverse condizioni atmosferiche che provocano piogge torrenziali per giorni o settimane. A livello culturale, il mito del diluvio universale è forse relativo ad un'antica alluvione catastrofica di cui è rimasta testimonianza nelle tradizioni scritte. Geologia[modifica | modifica sorgente] Quando le alluvioni avvengono in territori più o meno densamente abitati possono essere causa di numerosi danni.

Caduti del lavoro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. All'interno del movimento operaio italiano, a partire dagli anni sessanta, si è diffuso il termine omicidi del lavoro per indicare con nettezza le responsabilità dirette dei sistemi di produzione delle economie industrializzate rispetto alle scarse condizioni di sicurezza dei luoghi di lavoro, causa diretta di migliaia di morti che si verificano ogni anno nel mondo, specialmente nel settore edilizio, nelle miniere e nel settore siderurgico. Negli ultimi anni, sulla stampa e all'interno del movimento dei lavoratori, per definire il fenomeno sono stati utilizzati anche i termini morti bianche e omicidi bianchi, dove «l’uso dell’aggettivo “bianco” allude all’assenza di una mano direttamente responsabile dell’incidente».[1] Incidenti sul lavoro in Italia[modifica | modifica sorgente] Incidenti mortali sul lavoro ogni anno[modifica | modifica sorgente] Incidenti con danni permanenti ogni anno[modifica | modifica sorgente] Note[modifica | modifica sorgente]

Related:  sicurezza - 3c