background preloader

Guida alla mitologia

Guida alla mitologia

IMMAGINI PRIMA GUERRA MONDIALE PRIMA GUERRA MONDIALE - IMMAGINI attenzione sono su un unico file - 100 immagini - quindi attendere con pazienza ! Il Popolo d'Italia, diretto da un giovane Benito Mussolini, annuncia la guerra con titoli che (moltiplicati) ritroveremo poi anche in futuro. "La mobilitazione avviene con entusiasmo" Roma, "Viva la Guerra" Milano, "Viva la guerra" Bologna, "Viva la guerra" sotto: La storica seduta del 20 maggio alla Camera. I due "Condottieri", il Generale Cadorna e Re Vittorio Emanuele III Gli ultimi abbracci e baci e poi via al fronte... camion di filo spinato per le trincee... le prime trincee... un po' di riposo... poi i primi assalti e il battesimo del fuoco... I rincalzi non mancheranno ... (saranno alla fine 5.903.000. I primi a rimetterci la vita Foto ricordo austriaca con italiani irredentisti impiccati (vedi anche la drammatica sequenza dell'impiccagione di Cesare Battisti QUI > ) Piazza Walter Bolzano con gli austriaci - Quasi un campo di battaglia Aereo Italiano Caproni Passo del Falzarego

Itinerario attraverso la Firenze Romana, Florentia, Foro Romano, Anfiteatro, Firenze :: tuscanyiloveyou.com guida turistica alla Toscana, vacanze in Toscana Di Gianni Malesci Firenze fu fondata come colonia militare nel 59 a.C., ai tempi di Giulio Cesare con il nome di "Florentia".La città divenne ben presto una delle più importanti dell'Impero Romano d'Occidente, grazie agli interventi operati dall'imperatore Augusto e dall'Imperatore Adriano.Firenze conserva ancora oggi, nel cuore del centro storico, l'originaria struttura del "Castrum" romano. A piedi per il centro della città, ci si muove alla ricerca delle poche ma significative testimonianze di “Florentia” (I secolo a.C. – II secolo d.C.): la Porta “Contra Aquilonem”, il Foro Romano, il “Calidarium” nelle fondamenta di una casa-torre, l’Anfiteatro e le Burella, il Tempio di Iside, il Teatro e la sua “scena”, le Grandi Terme e la “Fullonica”, la Porta Meridionale di Via Calimaruzza, le Terme di Capaccio, Via delle Bombarde e i capitelli romani reimpiegati. Premessa Storica a) La Firenze Pre-Romana: le Tombe del Gambrinusb) La fondazione di Florentiac) Il Castrum: il Cardo e il Decumano

DISLESSIA Cos'è la dislessia? È un disturbo specifico dell’apprendimento che si rileva in bambini con intelligenza nella norma o brillante, in assenza di problemi neuro-sensoriali e a prescindere dall’ambiente socio-culturale di appartenza. È presente sin dalla nascita, ma si evidenzia solo all’inizio del percorso scolastico: dopo un lasso di tempo “ragionevole”, cioè i primi due anni della scuola primaria, solitamente le abilità di lettoscrittura sono acquisite, ma così non è per i bambini dislessici. Persistono infatti difficoltà oggettive nella lettura, nella scrittura e a volte nel calcolo, difficoltà che sono riconducibili ad una parziale o addirittura mancata AUTOMATIZZAZIONE nella conversione dei segni/simboli in suoni e viceversa. Questa difficoltà può essere più o meno intensa e circoscritta alla lettura, alla scrittura, oppure, sebbene più raramente, al calcolo, ma più spesso investe più ambiti.

Le storie della Storia Storia classe quinta - MaestraSabry MaestraSabry Vai ai contenuti Menu principale: Storia classe quinta Scuola primaria > Storia Schede e attività Verifiche Verifica sui Romani-Impero da GiusyVerifica sugli Etruschi da PaolaVerifica sui Romani1 da PaolaVerifica sui Romani2 da PaolaVerifica sui Romani3 da PaolaVerifica sui Romani4 da PaolaVerifica sui Romani5 da PaolaVerifica sui Romani6 da PaolaVerifica sui Romani7 da PaolaAltre verifiche di storia per la classe V Home Page | Scuola primaria | Scuola dell'infanzia | Altro materiale | Biblioteca | Software Didattici | Forum | Mappa generale del sito Torna ai contenuti | Torna al menu

Divina Commedia Creare bellissime presentazioni per immagini con Fotor.com La semplicità d'uso di Fotor.com è sorprendente, come sorprendenti sono le presentazioni per immagini che riuscirete ad ottenere! In pratica accedete al servizio con il vostro account Facebook e decidete lo stile dello slideshow, la fonte da cui attingere per prelevare le foto (Facebook, Instagram, Dropbox o dal pc) e inserite le foto nella presentazione. A questo punto non resto che cliccare su GO e visualizzare l'anteprima della presentazione. Ad accompagnare la presentazione è presente una colonna sonora che potrete modificare con i vostri brani preferiti. Al termine potrete inviare ai social il risultato, o incorporarlo, personalizzando il codice html. Fotor.com, oltre ad essere un ottimo strumento per creare presentazioni è anche un foto editor ricchissimo di effetti e un tool per creare collage di immagini. Articoli correlati

Le tipologie di villa I video presenti in questa sezione illustrano alcuni dei monumenti più cospicui ed esemplificativi dell’evoluzione della villa romana nel territorio italiano. I contesti scelti riflettono le principali tipologie note di villa: dalle residenze marittime, articolate in terrazze che dominano scenograficamente la linea di costa, come nel caso della villa di Pollio Felice a Sorrento; ai grandi complessi rustico-residenziali, qui esemplificati dalla villa di Desenzano, in cui alla monumentalità e alla ricchezza degli ambienti riservati alla vita e all’ozio del proprietario e dei suoi ospiti, si accompagna la funzionalità degli spazi destinati alla produzione e alla conservazione delle derrate alimentari.

Competenze chiave per l'apprendimento permanente Le competenze chiave per l'apprendimento permanente sono una combinazione di conoscenze, abilità e attitudini appropriate al contesto. In particolare, sono necessarie per la realizzazione e lo sviluppo personali, la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione. Le competenze chiave sono essenziali in una società della conoscenza e assicurano maggior flessibilità ai lavoratori per adattarsi in modo più rapido a un mondo in continuo mutamento e sempre più interconnesso. Inoltre, tali competenze sono un fattore di primaria importanza per l’innovazione, la produttività e la competitività e contribuiscono alla motivazione e alla soddisfazione dei lavoratori e alla qualità del lavoro. Le competenze chiave dovrebbero essere acquisite: L’acquisizione delle competenze chiave si integra bene con i principi di parità e accesso per tutti. Otto competenze chiave Un quadro di riferimento europeo per i paesi dell’Unione europea (UE) e la Commissione Contesto

Related: