background preloader

Professional Development for Art Teachers

Professional Development for Art Teachers
Related:  didattica

Generazione Digitale – RaiScuola Il talk show “Generazione Digitale” ha come protagonisti un nucleo di ragazzi alle prese con le nuove tecnologie, docenti ed esperti della scuola 2.0, con la conduzione di Ivan Bacchi. All’interno di un loft, in cui saranno presenti i nuovi strumenti dell’insegnamento e della comunicazione, ci si confronterà sulle innovazioni in ambito pedagogico, (come ad esempio l’introduzione del registro elettronico, l’e-learning, le learning object, la produzione di contenuti video in classe) con il loro relativo portato sociale e antropologico: a nuovi strumenti corrispondono diversi impatti cognitivi. Ospiti in studio Mario Morcellini, ordinario in sociologia presso la Sapienza di Roma, i tutor di Indire e i dirigenti scolastici delle diverse scuole d’Italia. Generazione digitale – Inclusione e accessibilità - Tutti hanno diritto all’istruzione, laddove uno studente abbia gravi difficoltà nel recarsi a scuola, a causa di una malattia, è la scuola che si impegna a raggiungere lo studente.

Deep Space Sparkle | Inspiring children one color at a time federica pilotti on Prezi Education - Dalla parte dei docenti - Kristi Meeuwse Nativi digitali si diventa di Simone Giusti - 18 agosto 2014 Ci eravamo già occupati, su queste pagine, del dibattito sui nativi digitali, ripubblicando tra l’altro i due articoli di Prensky che, nel 2001, avevano dato inizio alla discussione (Nativi digitali e immigrati digitali e La mente nuova dei nativi digitali. Nel suo recente libro Nativi digitali. Crescere e apprendere nel mondo dei nuovi media lo psicologo Giuseppe Riva fornisce ora un quadro sintetico e completo degli effetti delle nuove tecnologie sul modo di pensare, sentire e relazionarsi di coloro che le utilizzano abitualmente, con particolare attenzione ai giovani. È efficace l’esempio che egli fa del pianista professionista, che nessuno di noi ritiene un “nativo musicale”, così come, aggiungo io, dovremmo smettere di pensare a una persona che conversa, legge e scrive in una determinata lingua come a un “madrelingua”, un “nativo italiano” (o francese, mandarino ecc.) che abbia naturalmente acquisito delle capacità trasmesse dall’ambiente.

197 Educational YouTube Channels You Should Know About 197 Educational YouTube Channels You Should Know About If you don’t have a YouTube channel as an education provider, there’s a good chance you’re behind the times. Nearly every major educational institution in the world now hosts its own collection of videos featuring news, lectures, tutorials, and open courseware. Just as many individuals have their own channel, curating their expertise in a series of broadcasted lessons. These channels allow instructors to share information and blend media in unprecedented and exciting new ways. Because we can now sift through thousands of resources while navigating a single repository, the potential for inspiration and growth in the field of education has reached a new height. Here are the top channels worth following based on views, subscriptions, and quality of content: General YouTube EDU: Launched in 2009, Youtube EDU centralizes content from over 100 universities and colleges, providing access to lectures, research, and campus tours. Mathematics

Home In iTEC (Innovative Technologies for Engaging Classrooms, 2010-2014), European Schoolnet worked with education ministries, technology providers and research organisations to transform the way that technology is used in schools. Over the course of the project, educational tools and resources were piloted in over 2,500 classrooms across 20 European countries, with the goal of providing a sustainable model for fundamentally redesigning teaching and learning. The project involved 26 project partners, including 14 Ministries of Education, and funding of €9.45 million from the European Commission’s FP7 programme. The project ended in August 2014. Read more: Project summary | Evaluation results

11 Great YouTube Channels for Teachers September 11, 2014 YouTube is undoubtedly one of the most popular video hosting platforms in history. The stats released by its administration a few months ago are just mind blowing. With more than 1 billion monthly visitors and over 6 billion hours of video being watched each month (which equals almost an hour for every person on Earth) and an average of 100 hours of video uploaded every minute, YouTube sets a record of being the first audio visual media with the largest reach ever. As such, YouTube is definitely a treasure trove for us in education. It provides us with a varied and rich source of videos to use in class with students. However, searching for educational content on a platform that hosts millions of videos is akin to looking for a needle in a haystack. 1- Crash Course In this channel, teachers John and Hank Green provide some excellent video explanations and tutorials on a variety of topics related to World History, Biology, Literature, Ecology, Chemistry, and US History.

Guardare il cielo con le dita - 2013 L’educazione scientifica basata sull’investigazione: da una passeggiata sotto le stelle durante una gita all’idea di osservare ed esplorare il cielo attraverso delle app tecnologiche. L’esperienza è stata presentata al III Convegno di Education 2.0. Molti anni fa, passeggiando di notte con i miei studenti, insonni come sempre in gita scolastica, mi è capitato di introdurli all'osservazione del cielo. L'interesse che dimostrarono in quella occasione mi colpì e mi indusse a organizzare un ciclo di incontri serali di osservazioni a occhio nudo, ripetuti poi in anni più recenti anche usando il telescopio di un astrofilo locale. Dopo quella esperienza pensai che mi sarebbe piaciuto realizzare un'attività che, coniugando osservazione del cielo e nuove tecnologie mobili, desse ai ragazzi una certa libertà di apprendere secondo modalità tipiche dei contesti informali a loro apparentemente più congeniali e in cui l’apprendimento personalizzato fungesse da amplificatore della scelta laboratoriale.

Your Edu Action - L'azione di educare ed imparare Molti siti mettono a disposizione tantissimi ebook, nei vari formati .pdf, .epub, ecc.., in modalità gratuita ma nella maggior parte dei casi tutti in lingua straniera.Abbiamo selezionato, tra le centinaia di proposte fornite gratuitamente dal web, tutti gli ebook in lingua ITALIANA, in modo da soddisfare le esigenze di chi, purtroppo, non ha una conoscenza approfondita di lingue straniere per potersi permettere di leggere un classico, un romanzo o qualsiasi altro genere in lingua non italiana. Ecco l’elenco dei 10 siti in cui trovare EBOOK gratuiti ed in lingua italiana: BookRepublic BookRepublic è la libreria italiana specializzata in ebook ed è un’iniziativa di Bookrepublic s.r.l. Ultimabook La libreria di Simplicissimus Book Farm – Ebook store online di titoli italiani e stranieri Poche presentazioni: il colosso della vendita online, offre la possibilità di scaricare gratuitamente libri classici di autori molto importanti e prestigiosi. Il primo produttore in assoluto di ebook gratuiti.

Benvenuti - Benvenuti su repositorymultimediale!

Related: