background preloader

Supporting the Education Community

Supporting the Education Community
Related:  RisorseEd Tech

Tecnodidatticamente Sono stati giorni molto ricchi di spunti e di riflessioni e poiché, come sapete, ho l'abitudine di scrivere solo se e quando ne sento il bisogno, avendone adesso una impellente necessità (anche far tacere i vari campanelli che trillano in testa), raccomando ai pazienti lettori di armarsi di un'ulteriore buona predisposizione d'animo, in quanto il post è lungo e si conclude con una serie di appunti e segnalazioni. Il miracolo parte dai ragionamenti sul rapporto tra tecnologie e didattica/appendimento che iniziano a travalicare i confini dei tecnici e dei ricercatori, attirando l'attenzione dei media in generale, anche se con deviazioni un pò grossolane e semplicistiche. Ma va bene così. L'importante è aumentare il volume della discussione. Gli strumenti cambiano e si evolvono rapidamente. E' ancora aperto il dibattito sul social web in generale e, da poco tempo, sugli smartphone, che un altro device si profila all'orizzonte: i tablet. Appunti e segnalazioni conclusive:

The Teacher's Guide To Flipped Classrooms Since Jonathan Bergman and Aaron Sams first experimented with the idea in their Colorado classrooms in 2004, flipped learning has exploded onto the larger educational scene. It’s been one of the hottest topics in education for several years running and doesn’t seem to be losing steam. Basically, it all started when Bergman and Sams first came across a technology that makes it easy to record videos. They had a lot of students that regularly missed class and saw an opportunity to make sure that missing class didn’t mean missing out on the lessons. And voila: a movement began. A 2014 survey from the Flipped Learning network found that 78% of teachers said they’d flipped a lesson, and 96% of those that tried it said they’d recommend it. What is a flipped classroom? Once a new idea becomes a buzzword, pinning down the definition can become a tad more challenging. That gets the idea across, but it’s a bit of a mouthful. The Benefits of Flipping Your Classroom 1. 2. 3. The Backwards Classroom 1.

inglese La mia fissa per le tavole periodiche è stata già trattata in qualche post qua e su Twitter. Non perché ami la Chimica (che insieme a Fisica e Filosofia detestavo) ma perché mi piace tutto ciò che raccoglie, colleziona, mette ordine. Questa fissa è ereditaria, perché mio figlio 7enne ha una venerazione per questo strumento sia in versione digitale che in versione cartacea e proprio oggi ha riesumato a casa dei nonni quella che manipolavo e chiosavo io a 15 anni, al Liceo. Qualche mese fa, in chissà quale dei tanti aeroporti che vedo, ero rimasta colpita da un pannello pubblicitario in cui il nome del prodotto (chissà quale: nelle pubblicità non bado quasi mai al prodotto) era scritto con tasselli di elementi della tavola periodica. Al rientro a casa, l'ho raccontato a mio figlio che ha poi voluto fare il gioco del trasformare i nomi in sfilze di elementi chimici.

Brainstorming and Voting Amazingly Easy. Free Online Tool | tricider Printable Graphic Organizers for Teachers, Grades K-12 Highlights Halloween Happy Halloween! Students love this fall holiday; take advantage of it! 2016 Presidential Elections Election season is here! October Calendar of Events October is full of events that you can incorporate into your standard curriculum! Managing Technology: Tips from the Experts Do your technology lessons frequently turn into free-for-alls? Do you feel as though you spend too much of your time dealing with crashing programs, whining students, and missing equipment and not enough time actually teaching a lesson? Don't despair! Sometimes the little things make a big difference! Always run through a technology lesson before presenting it to the class -- and always have a back-up lesson prepared in case the technology fails. Article by Linda Starr Education World® Copyright © 2004 Education World

wikipedia | Didattica col Web 2.0 Wikipedia é ormai da tempo diventata una risorsa indispensabile per trovare molte risposte e riferimenti web utili nelle tue ricerche on-line, ma ora se volete, si può portarla sempre con sé e consultarla Off-line dovunque ci troviamo sul laptop o dispositivo mobile, senza necessità di avere a disposizione una connessione internet. Per fare questo si deve utilizzare Okawix, un semplice programma gratuito da installare sul PC Windows, Mac o Linux che mette a disposizione una soluzione facile e veloce per scaricare l’archivio completo di Wikipedia (e tutti gli altri archivi Wiki) direttamente su qualsiasi computer o portatile.Okawix possiede un suo proprio browser con cui potrete navigare localmente tutte le varie versioni multilingue di Wikipedia dopo averle scaricate sul disco rigido locale. Per iniziare si deve prima di tutto scaricare da qui e installare il programma Okawix 0.7.

Cult of Pedagogy

Related: